Affori La sede del Corpo forestale in un’area confiscata alla criminalità

In un’area confiscata alle organizzazioni criminali nell’estrema periferia, in via Salis, vedrà la luce nel 2012 il nuovo comando regionale del corpo forestale dello Stato. Il comandante del corpo, Cesare Patrone ha posato ieri la prima pietra del cantiere, durante una cerimonia a cui hanno preso parte anche il sottosegretario alle Infrastrutture Mario Mantovani, il sindaco di Milano Letizia Moratti, il prefetto Gian Valerio Lombardi, il questore Vincenzo Indolfi e l’assessore lombardo alla Protezione Civile Stefano Maullu. La sede, nel quartiere Affori, ospiterà oltre agli uffici del corpo anche un orto botanico e un auditorium che saranno aperti al pubblico per iniziative legate all’educazione ambientale e alimentare. «É un’area confiscata alla criminalità organizzata che ora torna al pubblico e sarà aperta ai cittadini», sottolinea il sindaco. I lavori «partiranno il primo gennaio per concludersi nel 2012, per un costo finanziato dal ministero delle Infrastrutture di 5/6 milioni di euro.