Allarme Tevere, arriva la piena

È attesa nelle prossime ore. Attivati volontari e Protezione civile, anche se per non si prevedono grossi rischi

È attesa per domani la piena del Tevere a Roma, seppur «ordinaria», ma da oggi sono state predisposte le misure per evitare situazioni di criticità. Una piena ordinaria ma fuori stagione, che ha offerto ai romani che si sono affacciati sui ponti, piste ciclabili allagate e cime degli alberi che spuntavano dall'acqua.
L'attenzione è alta e lo dimostra il fatto che stasera il capo della Protezione civile Guido Bertolaso ha riunito l'unità di crisi nella sede del dipartimento a Roma. Tra gli interventi, la verifica degli ancoraggi dei barconi e l'eventuale presenza di accampamenti abusivi lungo gli argini. Le abbondanti piogge delle ultime ore hanno infatti fatto salire il fiume a livello di guardia.

Alla diga di Corbara, in Umbria, il Tevere ha raggiunto il livello di 'sfiorò e per domani mattina è attesa a Roma una piena che al Porto di Ripetta misurerà 10 metri e mezzo, dunque al di sotto dei 12 raggiunti nel corso dell'ondata di maltempo durante l'inverno. Oggi il livello è stato di 8.70.

Il direttore della Protezione civile del Campidoglio Tommaso Profeta ha annunciato di aver predisposto l'attivazione di cinque presidi di volontari presso i punti più critici del Tevere e dell'Aniene «mentre le squadre di emergenza della Protezione civile comunale e le squadre della Polizia Municipale stanno svolgendo da stamani operazioni di monitoraggio lungo i due fiumi per garantire la massima sicurezza e il pronto intervento operativo».
Squadre di volontari «stazioneranno nei pressi di Ponte Salario, Corcolle e Lunghezza sul fronte dell'Aniene mentre altri gruppi di volontari sono già all'opera lungo gli argini del Tevere, a partire dalle aree più critiche di Ponte Milvio e Ripetta. Sorvegliata speciale anche la foce del Tevere per le condizioni del mare che potrebbero impedire alle acque di defluire normalmente provocando allagamenti.

«Per scongiurare il pericolo di esondazioni - spiega ancora Profeta - abbiamo messo sotto sorveglianza anche il reticolo dei Fossi: speciali presidi sono stati attivati presso il Fosso di Pratolungo sulla Tiburtina e nei pressi del Fosso di via Longoni sulla Prenestina. Altre squadre operative del Servizio Giardini e della Protezione civile sono impegnate da questa notte in tutta la città per rimuovere alberi pericolanti e risolvere allagamenti di modesta entità».

Commenti