Assosim 2009 Fineco prima, Intermonte leader per gli istituzionali

Il controvalore totale degli scambi azionari sul mercato di Borsa Italiana è sceso a 673 miliardi nel 2009, in contrazione del 35%. Lo rileva il rapporto periodico 2009 di Assosim, l’associazione italiana degli intermediari finanziari. E nella classifica degli operatori, Fineco si conferma leader, seguita da IwBank. Risultati dovuti soprattutto al trading online. Terza Intermonte (prima nel settore opzioni) che, per quanto riguarda l’intermediazione con gli investitori istituzionali, resta anche nel 2009 il numero uno. Da un calcolo sommario delle quote di mercato si evince che il 30% dell’intermediazione totale è ormai su on line, ed è probabilmente la meno profittevole. Anche per questo il risultato di Intermonte (controllata per l’80% dei suoi manager, per il resto da Mps) assume una particolare rilevanza. Da notare il calo di peso per Equita (l’ex Euromobiliare, da cui è uscito il Credem) e la presenza marginale di Mediobanca nel settore trading, solo 22esima. Sugli altri mercati gestiti dalla Borsa emerge il primo posto per Banca Akros sul Domestic Mot e di Banca Imi sull’EuroMot.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.