Le parole più belle

Sotto la tunica di Messi, ci salverà Miss Italia. Le parole della settimana

Sotto la tunica di Messi, trans a 14 anni, l'America gender fluid abolisce il "signorsì", ci salverà Miss Italia, Zelensky a Washington, dopo il giorno più buio cresce la luce

Foto di pieroconsoliphotographer
Foto di pieroconsoliphotographer

Proviamo a dare un po' di sapore poetico ai numeri che decretano il successo delle notizie su Google. Di seguito alcune delle notizie più cliccate della settimana rivisitate e corrette.

Sotto la tunica di Messi

E così l'emiro del Qatar Al Thani ha messo il “bisht” sul corpo di Leo Messi trionfante. Quella tunica spetta nel mondo arabo a personaggi importanti, è un simbolo onorifico che celebra un campione. Ma sotto quella tunica c'è la trama del potere contemporaneo, che seguendo i soldi si è spostato anche verso il golfo persico, come vediamo ogni giorno anche seguendo il “Qatar gate”. Alla fine la filosofia italiana è quella che si è impadronita dell'Europa e del mondo intero: “Franza o Spagna, purché se magna”

Trans a 14 anni

In Spagna è passata una legge che consente a qualunque quattordicenne di cambiare il proprio genere all'anagrafe senza intervento giudiziario, a 12 anni con l'intervento del giudice. In Scozia è passato un provvedimento simile, ma per i sedicenni. Ma agli emiri non avanzano altri due soldi per fermare l'ondata ideologica che dall'America sta invadendo l'Europa, mettendo a rischio un'intera generazione di giovani europei?

L'America gender fluid abolisce il "signorsì"

Per capire quanto questa ideologia in America sia già in stadio avanzato leggiamo la notizia secondo cui l'Università di Pittsburgh ha prodotto un documento per i Marines, in cui li si sollecita ad abolire le espressioni, molto comuni nel linguaggio militare, di “sir” e “ma'am”, da cui l'espressione in italiano “signorsì”, per sostituirle con espressioni di genere neutro. Il motivo è sempre lo stesso: evitare “misgendering”, errore di attribuzione di genere a chi, per esempio uomo biologico, si identifica in una donna. E poi quell'esercito quali battaglie vincerà?

Ci salverà Miss Italia

Intanto però in Italia si è scelta la più bella dell'anno. Miss Italia ha infatti proclamato la vincitrice del 2022, nella sua ottantatreesima edizione. Si tratta di Lavinia Abate, una diciottenne romana. Passano le ere, arrivano le tempeste, ma questa kermesse che celebra la bellezza femminile continua a sopravvivere, sconfiggendo l'ideologia che vorrebbe cancellare le differenze fra maschi e femmine. Ci salverà Miss Italia? Nel dubbio riportiamola in diretta TV.

Zelensky a Washington

Due maschi bianchi intanto si sono incontrati a Washington: sleepy Joe Biden e Volodymyr Zelensky. E di cosa avranno parlato due maschi bianchi, a parte della notizia sopra? Di soldi e di armi. Così l'Ucraina si assicura altri missili e altri soldi americani. Alcuni russi si sono infuriati, mentre Putin ha sorpreso molti dichiarando "Tutte le guerre finiscono con dei negoziati" e "voglio finire la guerra il prima possibile". Qualunque cosa stia succedendo, speriamo finisca presto.

Dopo il giorno più buio cresce la luce

Questa settimana c'è stato il solstizio d'inverno, il giorno più breve dell'anno. Il momento più buio, non solo dell'annata ma forse di questo intero periodo storico. E come ogni volta in cui ci troviamo nel fondo più profondo e buio, ci aggrappiamo alla speranza e alla certezza che dopo ogni notte, per quanto lunga, arriva il giorno. E di qui in avanti ogni giorno sarà più lungo e luminoso. Buon Natale a tutti coloro che non vogliono smettere di sperare.

Commenti