Austerity anche in Spagna Il maxi taglio di Zapatero: -5% sugli stipendi pubblici

Periodo di sacrifici per la Spagna. Annunciati tagli al bilancio destinati a produrre risparmi aggiuntivi per 15 miliardi. Zapatero: "L’obiettivo è ridurre il disavanzo al 6% del pil il prossimo anno". Berlusconi: "Bene le misure spagnole"

Austerity anche in Spagna 
Il maxi taglio di Zapatero: 
-5% sugli stipendi pubblici

Madrid - La Spagna ha annunciato una nuova serie di tagli al bilancio pubblico destinati a produrre risparmi aggiuntivi per 15 miliardi di euro tra 2010 e 2011 per centrare l’obiettivo di una riduzione del disavanzo al 6% del Pil il prossimo anno da 11,2% a fine 2009.

Il pacchetto di austery Il primo ministro Jose Luis Rodriguez Zapatero ha indicato tra le misure oltre 6 miliardi di tagli agli investimenti pubblici quest’anno e il prossimo, la sopressione del contributo ai nuovi nati di 2.500 euro a famiglia, 13mila posti di lavoro in meno nel pubblico quest’anno e una riduzione media delle retribuzioni statali del 5% nel 2010, seguita da un congelamento nel 2011. "Dobbiamo fare uno sforzo particolare, eccezionale e straordinario per ridurre il nostro disavanzo pubblico e dobbiamo farlo ora che l’economia inizia a recuperare", ha detto Zapatero al Parlamento spagnolo.

Lo stato dell'economia I dati diffusi da Ine questa mattina hanno evidenziato che nel primo trimestre dell’anno l’economia spagnola è tornata a crescere per la prima volta in quasi due anni con un timido +0,1% su base congiunturale. Su anno l’economia è risultata in contrazione dell’1,3%. Il prossimo anno, secondo il premier, la crescita spagnola sarà di "qualche decimo" inferiore all’1,8% indicato in precedenza. Secondo Jose Garcia Zarate di 4Cast si tratta di un pacchetto di misure dal potenziale impatto deflazionistico. "Non si tratta tanto dei numeri in sè quanto del messaggio inviato al mercato", commenta l’analista, che ritiene chiave vedere quale sarà la reazione dei sindacati. Positiva la reazione del mercato obbligazionario che ha trovato nell’annuncio del premier spagnolo lo spunto per vendite sul Bund tedesco a favore dei titoli periferici della zona euro, complici anche i nuovi acquisti da parte delle banche centrali. I provvedimenti annunciati da Zapatero verranno approvati dal governo venerdì.

Berlusconi: "Bene le misure di Zapatero" Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, esprime "apprezzamento per le importanti misure anticrisi annunciate questa mattina in Spagna dal primo ministro, Zapatero". In una nota di Palazzo Chigi si sottolinea: "Il presidente Berlusconi e il primo ministro Zapatero si sono tenuti in stretto contatto durante gli ultimi giorni, per seguire insieme i complessi negoziati che hanno portato al piano di salvataggio dell’euro e si sono parlati al telefono lunedì scorso, per commentare la situazione e valutare le prospettive future".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti