Basket

Eurolega, l'Olimpia Milano lotta ma cede all'overtime in casa del Bayern Monaco

Quarta sconfitta in soli dieci giorni per l'EA7, sconfitta 91-84 dal Bayern Monaco. Una tripla di Ibaka sulla sirena manda tutto all'overtime, dove è decisivo uno scatenato Edwards

account twitter @ olimpia milano
account twitter @ olimpia milano

Ascolta ora: "Eurolega, l'Olimpia Milano lotta ma cede all'overtime in casa del Bayern Monaco"

Eurolega, l'Olimpia Milano lotta ma cede all'overtime in casa del Bayern Monaco

00:00 / 00:00
100 %

Ottava sconfitta per l'EA7 Emporio Armani Milano in Eurolega. Reduce dal ko esterno in campionato a Sassari, i campioni d'Italia si arrendono anche al BMW Park contro il Bayern Monaco per 91-84.

Nemmeno la rinnovata fiducia della proprietà verso Ettore Messina - con l'annuncio del rinnovo fino al 2026 - ha giovato ad una squadra ormai precipitata in una crisi senza fine. La partita è stata combattuta, l'Olimpia ha provato a vincere il match per allontanare la crisi e ci è andata vicina costringendo i tedeschi alla rincorsa per assicurarsi l'overtime dove poi sono riusciti a prevalere.

Ci ha pensato l'ex Nba Serge Ibaka (20 punti e 12 rimbalzi) con una tripla sulla sirena a mandare tutto all'overtime, dove il miglior Edwards della carriera ha condannato la squadra di Messina all'ottavo ko in Eurolega (4-8 il record), il quarto in appena dieci giorni, il 14° stagionale. Inutili i 26 punti di Shavon Shields (26, 5/11 da tre e 27 di valutazione). Giovedì l'EA7 torna in campo in un'altra trasferta complicata in casa del Partizan Belgrado di coach Obradovic.

La partita

Partenza contraddistinta da grande equilibrio, con Milano che chiude avanti alla prima sirena 22-25. L'Olimpia tocca anche il +8 (29-37 al 16'), poi però subisce la furiosa rimonta dei tedeschi, guidati dall'eterno Ibaka (12 punti e 6 assist), che proprio al 20' segna il canestro del 44-39 per chiudere un clamoroso parziale di 15-2. La crisi offensiva dell'EA7 prosegue anche nella ripresa, con il primo punto segnato dopo 3'30" di passione. Nonostante un quarto da appena 13 punti segnati, la squadra di Messina arriva all'ultimo mini intervallo in piena corsa (55-52). Poi mette la freccia a metà dell'ultimo periodo (63-65).

Si arriva al fotofinish, con Shields che dopo essersi caricato sulle spalle la squadra, sbaglia la tripla del ko: non fallisce invece Ibaka, che da 8 metri manda tutti all'overtime. Qui la differenza la fa invece il folletto Edwards (32, 5/10 da tre) che dimostra ancora una volta come Milano abbia problemi strutturali a contenere esterni rapidi e che attaccano il ferro. il Bayern si prende lo scalpo dell'Olimpia, una settimana dopo quello della Virtus mentre la zona playoff per Milano è sempre più lontana. La crisi è sempre più nera e profonda.

Messina, arrivato ai microfoni di EuroLeague Tv, è a dir poco furioso a fine gara: "Abbiamo perso perché non abbiamo fatto fallo nell'ultimo possesso. E' un errore gravissimo e imperdonabile, decisivo. Sbagliamo anche le piccole cose. è una stagione davvero molto complessa". Il coach si lamenta anche per l'ultimo attacco di Milano durante i tempi regolamentari:"Avevo chiamato il time-out sulla rimessa perché uno dei miei era messo nella posizione sbagliata ma gli arbitri hanno interrotto il gioco quando avevano già consegnato la palla ai nostri. Non è questo che dice il regolamento".

Commenti