Berlusconi: "Pirlo resta qui" In attacco è fatta per Huntelaar

Il presidente attera a Milanello e stoppa la cessione. Il regista: "Sono felice". Poi il Cavaliere rilancia: "Galliani ha già i soldi per la punta". Aquilani venduto al Liverpool

Berlusconi: "Pirlo resta qui" 
In attacco è fatta per Huntelaar

Milanello - Arriva il presidente e dice una parola chiara dopo settimane di nubi sul mercato rossonero. Anzi le notizie sono due. "Pirlo resta con noi". Più: "Prenderemo un grande goleador". Il patron Silvio Berlusconi è atterrato in elicottero al centro sportivo di Milanello, dove si allena il Milan, per incontrare l’ad della società, Adriano Galliani, e l’allenatore Leonardo che lo aspettavano nella piazzola di atterraggio. Al centro dell’incontro le questioni di mercato dopo la cessione di Kakà e il mancato arrivo di altri giocatori.

Pirlo resta "Andrea Pirlo viene tolto dal mercato, resterà con noi e finirà la sua carriera nel Milan". Lo ha detto Berlusconi al termine dell’incontro a Milanello con l’ad e con l’allenatore. "Sapete - ha detto Berlusconi - che il nostro Pirlo è stato richiesto dal Chelsea con insistenza e con una proposta economica di alto livello finanziario (12 milioni di euro più Pizzarro)". Berlusconi ha motivato la decisione, spiegando di aver voluto "dare seguito alle indicazioni di Leonardo sulla squadra". Il patron del Milan ha sottolineato che l’allenatore della squadra ha definito Pirlo "essenziale".

La gioia del regista "Oggi è una bellissima giornata, sono contentissimo di poter chiudere qui la mia carriera. Questo grazie al presidente, a Galliani e soprattutto a Leonardo che togliendomi dal mercato mi danno la possibilità di chiudere qui la mia carriera. Quando mi hanno comunicato questa notizia eravamo tutti contenti, finalmente finisce la storia di quest’estate e possiamo proseguire l’avventura in rossonero" dice il centrocampista. "Quest’anno dopo l’addio di Maldini e la cessione di un giocatore importantissimo (Kakà) siamo tutti più responsabili. La storia del Milan deve continuare come quella passata cioè vincendo. Noi più anziani dobbiamo prenderci più responsabilità regalando a tutti grandi soddisfazioni. Il presidente ci ha parlato con grande voglia come sempre vuole che la storia prosegua e quindi ricominciamo con grande carica".

L'attaccante Il patron rossonero ha annunciato che la società ritornerà sul mercato per acquistare un attaccante come richiesto dall’allenatore. Berlusconi ha spiegato che la società "ha messo a disposizione i fondi necessari affinché Galliani possa da subito acquistare un grande goleador da affiancare alla pattuglia di attaccanti che già sono in squadra". Galliani svela: "I nomi li conoscete già". Dunque rossoneri tra Huntelaar e Luis Fabiano. Anche se l'olandese del Real Madrid appare favorito. E' più giovane, costa meno e ha l'ingaggio più basso del brasiliano del Siviglia. Oltretutto i rapporti tra le due società sono migliori.

Huntelaar rossonero Klaas Jan Huntelaar giocherà nel Milan nella stagione che sta per iniziare. Lo scrive il quotidiano sportivo spagnolo Marca nella versione online, senza peraltro citare alcuna fonte della notizia. Il giornale, solitamente bene informato sulle vicende del Real Madrid parla di un accordo tra i due club sulla base di 15 milioni di euro, più una serie di bonus per tre anni di contratto. Sempre secondo Marca, Huntelaar, 26 anni, avrebbe rifiutato un’offerta dei tedeschi dello Stoccarda, che offrivano più soldi rispetto al Milan e si erano già accordati con il Real.

Complimenti a Leonardo "Confermo piena fiducia a Leonardo" ha detto ancora Berlusconi. "Siamo molto felici di aver scelto Leonardo come allenatore. In queste prime settimane di lavoro con lui - ha spiegato Berlusconi - Galliani e i giocatori ci hanno confermato che è stata una scelta giusta, quindi gli attribuiamo grande fiducia e totale apprezzamento". A Leonardo Berlusconi ha voluto poi rammentare il motto del Milan, ovvero "Più forti dell’ingiustizia, più forti dell’invidia e più forti della sfortuna". "Lo scorso anno - ha aggiunto il presidente del Consiglio - abbiamo fatto i conti con diversi incidenti e in un’occasione abbiamo avuto anche undici giocatori inutilizzabili. Per vincere - ha concluso - bisogna giocare bene, ma anche non avere la sfortuna contro".

Sacrilegio Real Le spese sostenute quest’estate dal Real Madrid "sono un sacrilegio" in questo momento di crisi. Ne è convinto Berlusconi suggerendo ai tifosi rossoneri di evitare di prendere a riferimento quella realtà."«Da questa squadra ho avuto molte soddisfazioni e con me anche i tifosi. Ora - ha osservato Berlusconi - qualcuno reclama ma sono episodi assolutamente isolati". Il patron rossonero ha ricordato di essere il presidente che ha vinto di più nella storia del calcio e ha sottolineato che "con me hanno vinto tutti i nostri tifosi che ora sono presi dalle vicende del Real Madrid e altre squadre che in questo momento di crisi mettono sul mercato cifre che definire folli è da moderati". Questi investimenti, ha continuato Berlusconi, "sono addirittura un sacrilegio in un momento come questo e non hanno niente a che vedere con l’andamento dell’economia. Ma questo è il calcio che - ha osservato Berlusconi - è rimasto aderente alla realtà del mercato per quanto riguarda il costo dei biglietti e altre realtà commerciali, e questo è un nonsenso che fa piangere i bilanci delle squadre".

Aquilani al Liverpool Il Liverpool, dopo la cessione di Xabi Alonso al Real Madrid per 30 milioni, ha annunciato sul suo sito internet di aver raggiunto un accordo con la Roma per il trasferimento di Alberto Aquilani. Il giocatore dovrà ora sottoporsi alle visite mediche. "Alberto è un ottimo giocatore e sono contento per l’accordo raggiunto con la Roma" ha affermato l’allenatore Rafa Benitez: "Arriverà qui nel Merseyside in settimana per le visite mediche" ha detto il tecnico, che ha definito Aquilani un giocatore "dalla mentalità vincente con grande esperienza sia in serie A che in Champions League".

Commenti