Candy batte la crisi: bene il trimestre e via alla nuova collezione di frigoriferi

Il presidente Aldo Fumagalli: «Obiettivi centrati». In Italia è positivo l'effetto incentivi

Candy Group farà leva sulle nuove collezioni di frigoriferi Candy e Hoover per consolidare il percorso di crescita in atto rispetto ai dati di inizio 2009. Il contributo dei nuovi prodotti - ha aggiunto Gianfranco Palma, direttore mercati Europa del gruppo italiano- sarà inoltre decisivo per raggiungere i risultati previsti. La crescita di Candy Group nel primo trimestre 2010 è stata superiore alla media del mercato dei grandi elettrodomestici in Italia, che ha segnato circa +8%
I segni di miglioramento del mercato sembrano in via di consolidamento: Candy Group - ha detto Aldo Fumagalli, presidente operativo e ceo - ha raggiunto gli obiettivi prefissati in un budget di crescita, anche se rimangono squilibri nei vari mercati, in particolare nell'Est Europa che è ancora fortemente negativo.
In Italia, gli incentivi in vigore da metà aprile stanno funzionando. Soprattutto, sembrano spingere la trasformazione del mercato verso i prodotti più ecologici e performanti, che per l'ambiente e i consumatori avranno effetti nel medio-lungo termine.
L'innovazione tecnologica, prestazionale, ecologica che caratterizza le nuove collezioni di frigoriferi Candy e Hoover ha richiesto investimenti di 7 milioni di euro. Entrambe si presentano con una rigorosa coerenza di progetto, design, prestazioni attraverso tutta la gamma. Unico in Europa nel comparto del freddo, il sito produttivo del gruppo a Podborany, effettua un collaudo finale di 3 ore su tutti gli esemplari prodotti, in modo da verificarne la piena affidabilità.

Commenti