Cicchitto: "Cerchiamo un accordo con l'Udc" La Russa: "Non ora"

Il presidente dei deputati del Pdl apre. La Russa: &quot;Malgrado l'attacco calunnioso il vincitore è Berlusconi&quot;. Il Carroccio sfonda il 10% <strong><a href="/a.pic1?ID=357148">e Bossi esulta
</a></strong>

Roma - Cercare contatti con l'Udc di Pierferdinando Casini. Questo il messaggio lanciato da Cicchitto. "Condivido le valutazioni fatte dal sindaco Alemanno a proposito della ricerca di un accordo con l’Udc per le prossime elezioni regionali del Lazio e, a mio avviso, anche non solo del Lazio". Ha detto Cicchitto, presidente dei deputati del Pdl.

La Russa: "Non è all'ordine del giorno" 
Al momento allargare l’alleanza all’Udc non è un tema all’ordine del giorno. Lo dice il coordinatore del Pdl, Ignazio la Russa, rispondendo alle domande dei giornalisti che chiedevano un commento alle parole di Alemanno e Cicchitto. "C’è ancora tanto di quel tempo - dice La Russa lasciando la sede del partito a via dell’Umiltà - vorrei ricordare che in Lombardia l’Udc è nella giunta Formigoni, ma visto il risultato che Pld e Lega hanno ottenuto è inininfluente che ci sia o meno. Il problema non è attuale - conclude - vedremo, ma per ora non credo sia all’ordine del giorno"

"Berlusconi è il vincitore" "Silvio Berlusconi, malgrado l’attacco concentrico, calunnioso, gossipparo e giudiziario, è assolutamente il vincitore di queste elezioni", ribadisce La Russa. Replicando alle parole del segretario del Pd, Dario Franceschini, La Russa ha aggiunto che "nessuno ha mai pensato di avere un padrone, al contrario esprimiamo solidarietà e ringraziamento al premier perchè nessun uomo politico al mondo avrebbe conseguito un risultato del genere dopo l’attacco concentrico di queste settimane che è stato anche un attacco giudiziario per via indiretta". Il Pdl e Berlusconi, ha concluso La Russa, "sono assolutamente vincitori se facciamo un confronto con i governi e i leader di tutta Europa, a parte la Francia tutti hanno perso". E poi, scherzando sulla scommessa fatta in caso di superamento della soglia del 41 per cento dei consensi, ha detto: "Almeno ho salvato il mio pizzetto".

Verdini: "Preferenze? Un successo per il premier" "Non abbiamo ancora dati precisi perchè le prefetture sono in ritardo. Ma stimiamo, e la nostra è una stima matematica, un grande successo per il presidente Berlusconi. Siamo convinti di un suo buon risultato". È quanto affermare il coordinatore del Pdl, Denis Verdini, rispondendo ad una domanda sul computo delle preferenze di Silvio Berlusconi nel voto europeo, in conferenza stampa in Via dell’Umiltà.

Capezzone: "Pdl penalizzato"
"Non c’è dubbio: il calo dell’affluenza, soprattutto nelle Isole e nel Sud, ha penalizzato il Popolo della Libertà, che raccoglie un risultato inferiore alle nostre attese". Lo afferma Daniele Capezzone, portavoce di Forza Italia. "Detto questo - ribadisce - le elezioni si sono tradotte in un robusto voto di fiducia a favore del Governo Berlusconi. Quel che appare invece surreale è che il Pd esulti, con un 6-7% in meno, e una cannibalizzazione in atto da parte del signor Di Pietro. Contenti loro...".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.