Con Clemencic rivive il primo maestro del Duomo

Finite le ferie in molti si deprimono alla prova bilancia, impietosa nel condannare, con aumenti di peso, un periodo trascorso, spesso, senza regole alimentari. Vuoi, del resto, andare in Sicilia e rinunciare alle cassate? Resistere è quasi impossibile salvo poi pentirsi alla luce di quei rotolini che debordano in maniera più consistente. Non resta che correre ai ripari magari con l’aiuto di un buon libro come DietaGift dieta di segnale (Rizzoli), scritto da due esperti del settore come i fratelli Attilio e Luca Speciani. Il loro metodo farà brillare gli occhi di tutti quelli che si gettano, all’improvviso, in una serie di rinunce sconsiderate che spesso non solo non ottengono il beneficio sperato ma che contribuiscono ad aggravare l’umore. Grazie a questo testo, invece, scienza alla mano, vi vengono fornite dritte preziose: con la «dieta di segnale» imparerete a distinguere i cibi nocivi e a mangiarne altri sconsigliati dalle diete ipocaloriche. Capirete quanto possa essere utile una colazione completa e gli enormi benefici dell’attività fisica. I libri più letti: 1) La ragazza fantasma; 2) Zia Mame; 3) La ragazza che giocava con il fuoco.

Commenti

Grazie per il tuo commento