Cosenza Omicidio-suicidio: anziano e badante ritrovati morti

Ha ucciso l’anziano cui faceva da badante già da anni al termine di un litigio, poi non ha retto al rimorso e si è impiccata. È questa la ricostruzione ritenuta più plausibile dai carabinieri per spiegare la morte di Aldo Briuolo, di 84 anni, e della sua badante, Margarita Kuzmjna, di 45 anni, ucraina. Teatro dell’omicidio-suicidio un appartamento del centro storico di San Fili, comune di 2.500 abitanti ad una quindicina di chilometri da Cosenza. Ad allertare i carabinieri sono stati i parenti di Briuolo, che non riuscivano a contattarlo da almeno 3 giorni. Ricevuta la segnalazione i militari si sono recati a controllare, ma non ricevendo risposta hanno chiamato i vigili del fuoco che hanno forzato la porta blindata. Nell’appartamento la macabra scoperta. Disteso sul letto, col cranio fracassato ed un cuscino sul viso, il cadavere del pensionato. Nel bagno quello della donna impiccata con un cinghia. I corpi presentavano già i segni della decomposizione interna, a testimonianza di una tragedia maturata probabilmente il giorno di Ferragosto o alla vigilia. A parte il sangue nel bagno e nella camera da letto, l’appartamento è stato trovato in perfetto ordine

Commenti