Cronaca locale

Spunta una tendopoli con immigrati nella Capitale

Nel giro di pochi giorni sono state montate una ventina di tende dentro le quali dormono alcuni immigrati extracomunitari, senza alcuna misura di igiene

Spunta una tendopoli con immigrati nella Capitale

Nella Capitale è spuntata all’improvviso una tendopoli in cui vivono alcuni immigrati. Si trova in viale Pretoriano, a poca distanza dagli uffici della Difesa dove è ospitato il comando dell'Aeronautica militare. La notizia, riportata da Il Tempo, parla di almeno una ventina di tende che sono state montate nei giorni scorsi riparate dagli alberi. La recente tendopoli sarebbe sorta lungo una striscia sottile di verde che si trova tra la carreggiata e la pista ciclabile dalle Mura Aureliane.

Una latrina a cielo aperto

Inizialmente sarebbero state montate 3-4 strutture, al cui interno dormivano immigrati africani, poi, con il passare del tempo sarebbero aumentate fino ad arrivare a circa una ventina, che ospitano anche gli altri extracomunitari che dormivano sulle panchine posizionate all'interno del giardinetto. Alla fine il parco è diventato un "campeggio" improvvisato dove le persone fanno i propri bisogni a cielo aperto.

A parte il decoro urbano totalmente assente, quello che preoccupa di più è la mancanza di igiene. Roma non riesce ad accogliere tutti gli immigrati che arrivano e che si ritrovano quindi a dormire al freddo e al gelo in un giardino pubblico. Sembra che le strutture della Capitale siano al completo e non riescano più a contenere altre persone richiedenti un riparo. Il rischio è che presto tutta la città si ritrovi con decine di campeggi costruiti da un momento all’altro, fatti di tende e baracche. Del resto non è l’unica zona in cui si possono vedere dormitori di fortuna, perfino nelle aree archeologiche c’è chi dorme sia di giorno che di notte.

Minorenni in commissariato

Nei commissariati di Roma vengono ospitati ragazzini minorenni che dormono sulle panche degli uffici di polizia o nelle sale d’attesa, con i poliziotti che li controllano. Una cosa è certa: le strutture cittadine non riescono a gestire il problema. Anche se sono presenti in città sei "centri di pronta accoglienza per minori stranieri non accompagnati", sono ben undici i minorenni che ormai stanno vivendo in commissariato. Mentre gli adulti hanno preso d’assalto i giardini pubblici e le strade. Nonostante le denunce sporte dai residenti, nessuno ha ancora fatto nulla per risolvere il problema dei mini-accampamenti di viale Pretoriano. Eppure il degrado è sotto gli occhi di tutti: cittadini, turisti, studenti, pendolari, solo chi dovrebbe fare qualcosa sembra non accorgersi di nulla. In zona, oltre ai senza tetto che dormono tra via Marsala e via di Porta San Lorenzo, dove poco lontano c'è la mensa della Caritas, stanno arrivando anche tantissimi extracomunitari.

Commenti