Abbandona la ragazza ubriaca nell'auto, a salvarla i bodyguard del locale

Un ragazzo ventiseienne abbandona la propria fidanzata ubriaca in macchina e rientra in discoteca. La ragazza viene ritrovata dalla security, in uno stato di panico e in preda alle convulsioni.

É notte inoltrata quando due ragazzi, lei 23 anni, lui 26, vengono portati fuori dalla discoteca. La sicurezza li invita a uscire. Hanno bavuto troppo e non sono in condizione di proseguire la serata. I due escono dal Tenax, la discoteca fiorentina famosa per le serate di musica tecno. Si recano alla macchina. La ragazza è completamente fuori di sè. L’alcol le ha fatto perdere il controllo. Non si regge in piedi. Ha crisi di panico e continue convulsioni. Poco importa al suo fidanzato, che nonostante le condizioni critiche della ragazza la porta alla macchina, la lascia accasciata sul sedile e dopo pochi minuti torna all’ingresso del locale e rientra per proseguire la sua serata. Il sabato notte per l’uomo è più importante della salute della ragazza. E via, con leggerezza e alcol in corpo, si può tornare a divertirsi senza pensieri. Se questo è amore…

Intanto però i bodyguard del locale si accorgono che il ragazzo rientra solo in discoteca. Pochi minuti prima gli uomini della sicurezza vedendoli uscire avevano notato lo stato della ventitrenne. E, preoccupati per le sue condizioni, decidono di andare a cercarla per assicurarsi che stia meglio e che il fidanzato non l’abbia abbandonata ancora in preda alle convulsioni. Poi, la sopresa che nessuno avrebbe voluto trovare. La ragazza è chiusa nell’auto in una stradina buia adiacente al locale. La pattuglia riesce ad aprire la portiera e si ritrova tra le braccia la ragazza, in preda al panico, che grida “non mi lasciare, non mi lasciare”. La sicurezza chiama i soccorsi e poco dopo un’ambulanza porta la ragazzina all’ospedale di Careggi. Nel frattempo - come riporta La Nazione - i soccorritori riescono a sbloccare il telefono, velocemente ritrovano nella memoria delle telefonate il numero della madre per avvertire i genitori dell’accaduto. I ragazzi vivono fuori Firenze, ma sono sempre toscani, nonostante i chilometri di distanza i genitori della ragazza montano in macchina e la raggiungono il prima possibile. La preoccupazione distrugge il cuore dei due signori per tutto il tragitto fino all’ospedale. Un padre, una madre, dopo una chiamata in piena notte in cui si chiede di raggiungere la propria figlia all’ospedale non possono che pensare al peggio e sperare che tutto sia meno grave di quanto non si aspettino.

Fortunatamente, dopo essere caduta in un sonno profondo, la ventitrenne si risveglia in condizioni non preoccupanti. I genitori tirano un sospiro di sollievo. Sui social i ragazzi che hanno assistito alla scena e tutti coloro che sono venuti a conoscenza della brutta storia a lieto fine hanno lodato l’operato della sicurezza, promettendo di complimentarsi con gli attenti uomini del locale non appena li avrebbero incontrati fuori dalla discoteca. E chissà, se il comportamento dei soccorritori sarà d’insegnamento anche per il ventiseienne fidanzato della ragazza. Chissà se a poco a poco l'accumularsi di queste tragiche vicende in cui in nome dello sballo si finisce in una lotta tra la vita e la morte, a sperare di essere accompagnati dalla fortuna, sarà di insegnamento a tutti coloro che per divertirsi hanno bisogno di sostanze che alterano la propria percezione dei sensi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Lun, 25/11/2019 - 14:08

La parte peggiore dell'umanità frequenta questi luoghi, troppo noiosi per chi abbia un minimo di cervello.