Albenga, rissa fra preti: "Sangue nel seminario"

Due sacerdoti si sono affrontati in una lite per futili motivi. Don de Giordano, settantenne, accusa il più giovane e corpulento "collega" don Barbieri di avere addirittura tentato di investirlo con l'automobile

Albenga, rissa fra preti: "Sangue nel seminario"

Il dettato evangelico "ama il prossimo tuo come te stesso" potrebbe essere stato frainteso nel seminario arcivescovile di Albenga, in provincia di Savona.

Le austere stanze del palazzo in riva al mare, infatti, sono state il palcoscenico per un duello rusticano fra due preti diocesani. Don Ettore Barbieri e don Giordano de Luigi si sono affrontati a schiaffi e pugno dopo una lite per futili motivi. La scena è stata riportata da una donna che ha visto uno dei due sacerdoti chiamare aiuto affacciato alla finestra, con il viso trasformato in una maschera di sangue, e quindi ha subito chiamato i carabinieri.

Don De Giordano, 71 anni, ha sporto denuncia sostenendo di essere stato malmenato dall'altro sacerdote, di "soli" 45 anni ma di quasi cento chili di peso. La foto diffusa dallo stesso aggredito non lascia dubbi: don De Giordano è stato ridotto male, con il volto tumefatto e sanguinante. Secondo il Secolo XIX, l'anziano religioso sostiene inoltre che il più giovane "collega" - che tra l'altro è anche rettore del seminario - abbia pure cercato di investirlo con la macchina.

Mentre resta ancora da chiarire l'esatta dinamica che ha portato alla rissa, ad Albenga dicono che il vescovo monsignor Ruggero Borghetti sia furente. Un anno dopo il "commissariamento" della diocesi da parte del Vaticano, sulla chiesa imperiese si abbatte un'altra bufera mediatica che nessuno certo desiderava.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti