Alibaba finisce nei guai: accusa di contraffazione

Gucci e Yves Saint Laurent accusano il colosso online di vendere prodotti contraffatti con il loro marchio

Alibaba finisce nei guai: accusa di contraffazione

Alibaba adesso è nei guai. Un gruppo di produttori di beni di lusso, tra cui Gucci e Yves Saint Laurent, ha fatto causa al gigante cinese del commercio online. L'accusa è pesante: dicono che il gruppo quotato a Wall Street venda prodotti contraffatti con il loro marchio. L'azione legale è stata presentata alla corte federale di Manhattan.

Il gruppo di produttori sulle barricate fa capo alla multinazionale francese Kering fondata da Francois Pinault. E ora chiede un risarcimento per i danni subiti dal colosso online fondato da Jack. Ma che, secondo quanto riportano alcuni media americani, rischia anche una condanna penale per violazione delle leggi sul commercio e per attività di criminalità organizzata.

Alibaba si difende. Un portavoce ha affermato come il gruppo continui a collaborare con numerosi brand per aiutarli a proteggere i loro diritti di proprietà intellettuale. "Abbiamo alle spalle una forte storia che dimostra questo - prosegue il portavoce - sfortunatamente il gruppo Kering ha scelto la strada di una dispendiosa azione legale invece di una cooperazione costruttiva. Crediamo che tale denuncia non abbia alcun fondamento e la contrasteremo con forza".

Commenti