Allarme al Festival di Sanremo, pronto il piano antiterrorismo

Biglietti nominativi e squadre addestrate a gestire le emergenze: ecco il piano predisposto per la kermesse canora

Allarme al Festival di Sanremo, pronto il piano antiterrorismo

L'allerta terrorismo coinvolge anche la sessantaseiesima edizione del Festival di Sanremo. La rassegna canora più famosa d'Italia, che si terrà dal 9 al 13 febbraio, sarà ultra blindata perché considerata un obiettivo sensibile, pur non essendoci minacce specifiche sulla manifestazione.

Oltre a biglietti nominativi, chiunque voglia avvicinarsi al teatro sarà sottoposto a controlli. Per maggior sicurezza, ci sarà una sorta di zona rossa e, nella città ligure giungeranno squadre antiterrorismo addestrate a gestire le emergenze e cani in grado di riconoscere gli esplosivi.

I controlli saranno predisposti in tutti i palazzi della zona rossa. Tant'è che, come riporta Il Messaggero, il questore Leopoldo Laricchia ha già effettuato un sopralluogo per verificare la presenza di eventuali le lacune nel dispositivo di sicurezza. Sono stati predisposti controlli anche su tutti i palazzi adiacenti alla zona rossa.

Per assistere alla kermesse canora, è necessario acquistare biglietti nominativi: il posto sarà garantito solo a chi fornirà i propri dati personali. All'ingresso dell' Ariston si dovrà esibire pure un documento di identità, come si fa già negli stadi.

E sono stati rafforzati anche i controlli al confine, perché Sanremo rappresenta la porta d'accesso all'Italia più vicina alla costa francese. Sotto osservazione gli ambienti islamisti a Nizza e la moschea di Albenga, la più grande della Liguria.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti