Alluvione a Crotone. Il sindaco: "Non uscite di casa"

Un violento nubifragio ha colpito Crotone e la provincia. La città si è risvegliata con le vie completamente invase dall'acqua. Piani bassi, garage e scantinati allagati. Centinaia di auto sommerse da fango e detriti

Fra le sette e le otto di questa mattina a Crotone e provincia sono caduti circa 200 millimetri d'acqua. E gli effetti si sono visti. Strade completamente allagate, voragini, piani bassi, scantinati e garage invasi dall'acqua. Vigili del fuoco e protezione civile impegnati allo stremo per rispondere alle chiamate di aiuto. Il lungomare della città si è trasformato in un fiume d'acqua, con la spiaggia completamente invasa dalle onde.

In alcune zone è saltata la corrente elettrica. Colpita soprattutto la periferia della città ma anche parte del centro, con fango e detriti che hanno sommerso moltissime auto in sosta. In una strada si è aperta una enorme voragine. Interrotta per una frana anche la strada statale 106 fra Torre Melissa e Strongoli: soccorsi gli automobilisti che erano rimasti intrappolati nelle loro auto.

Il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, ha riunito in seduta permanente il Centro operativo comunale di protezione civile per monitorare la situazione in contatto costante con Prefettura, Protezione civile e Vigili del fuoco. Tutti i cittadini sono invitati a restare a casa per motivi di sicurezza ma anche per non ostacolare il lavoro delle squadre di soccorso. Per i crotonesi è tornato l’incubo della terribile alluvione che il 14 ottobre del 1996 provocò sei vittime e danni per milioni di euro. La partita Crotone-Lazio, in programma alle 15, si gioca regolarmente.

"Situazione meteo in peggioramento - si legge sulla pagina Facebook del Comune -. È fondamentale restare a casa per la vostra sicurezza e per non ostacolare il lavoro di soccorso dei tecnici e operai comunali, degli uomini del comando polizia locale, della Protezione civile, dei vigili del fuoco, delle forze dell'ordine, delle associazioni di volontariato di protezione civile che stanno operando sul territorio. Al momento non si registrano feriti. Il sindaco Voce da questa notte sta coordinando le operazioni di soccorso, in contatto costante con Prefettura, Protezione civile e vigili del fuoco a seguito dell'eccezionale allerta che si è verificata".

Un elicottero della Guardia di Finanza ha tratto in salvo un uomo che era rimasto bloccato nella sua auto mentre percorreva la statale 106. La carreggiata ha subìto dei restringimenti al km 254 all'altezza di Crotone per via del materiale scivolato sull'asfalto da un costone, mentre il tratto compreso fra Strongoli e Cirò Marina è chiuso al traffico perché mancano le condizioni di sicurezza.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Sab, 21/11/2020 - 11:44

Conte manderà un altro commissario?

Enne58

Sab, 21/11/2020 - 11:47

Una vergogna, mentre chi LAVORA nel privato è veramente alla canna del gas, chi scalda la sedia senza nessuna responsabilità gli viene dato un aumento. I sindacati? Non difendono più i LAVORATORI, ma solamente i privilegi di chi è già privilegiato, ci ricorderemo in futuro

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 21/11/2020 - 12:27

nel veneto al primo allagamento Zaia ha provveduto a fare gli invasi..perfettamente funzionanti..ma siamo al nord..si sa...al sud vivono di sostentamenti

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 21/11/2020 - 12:41

@Enne58 - Centrato il problema, che la sinistra no nvede.

ziobeppe1951

Sab, 21/11/2020 - 13:26

“ non uscite dalle case”.... ma neanche col barcone?

fisis

Sab, 21/11/2020 - 15:19

Tanto c'è già il lockdown no?

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 22/11/2020 - 11:16

i crotonesi non vedranno un centesimo di aiuti. i soldi andranno tutti ai finti naufraghi