Amanda Knox riceverà il risarcimento

Un verdetto della corte europea ha dato ragione alla ragazza americana accusata dell'omicidio di Meredith Kercher: la giovane fu prima condannata e poi assolta

Amanda Knox riceverà il risarcimento

Amanda Knox sarà risarcita dall'Italia, questo nonostante abbia mentito agli inquirenti. La corte europea dei diritti umani ha dato infine ragione alla 32enne statunitense, la quale riceverà 10.400 euro, oltre ad 8.000 per le spese legali, per come venne trattata nel corso delle indagini per l'omicidio di Meredith Kercher. Amanda aveva iniziato il suo 2019 con tali parole: "Sono stata interrogata per 53 ore in cinque giorni, senza un avvocato e in una lingua che comprendevo come la comprende un bambino di 10 anni. Quando ho detto alla polizia che non sapevo chi avesse ucciso Meredith, sono stata schiaffeggiata sulla nuca, mentre mi dicevano: "Ricorda!" ".

Amanda Knox sarà risarcita dall'Italia nonostante le sue bugie

Ricordiamo come Amanda Knox venne prima condannata e in seguito assolta per l'omicidio di Meredith Kercher avvenuto nel lontano 2007. Meredith era una studentessa inglese, figlia di un giornalista freelance e di una donna di origine indiana, giunta in Italia per un progetto di erasmus. Condivideva un'abitazione assieme alla stessa Amanda. Quest'ultima è tornata a suscitare nuove polemiche nel corso del 2019. La corte europea dei diritti umani ha dato infine ragione alla 32enne, condannando l'Italia al risarcimento per il processo a carico della donna. Come riporta il settimanale Giallo, il nostro paese avrebbe infatti violato il diritto alla difesa della giovane in data 6 novembre 2007.

La stessa tesi era stata sostenuta anche da Raffaele Sollecito, all'epoca fidanzato di Amanda Knox, anche lui imputato per l'omicidio di Meredith, ma infine assolto. L'Italia dovrà pagare ad Amanda le cifre di 10.400 euro ed altri 8.000 per le spese legali. La cifra, nonostante tutto, è molto più bassa rispetto a quanto chiesto originariamente da Amanda: 500 mila euro per i danni morali, 2 milioni per le spese sostenute dai suoi familiari nel corso del processo ed altri 30 mila per le spese giudiziarie. Da ricordare come lo scorso giugno Amanda Knox sia tornata in Italia in occasione del festival della giustizia penale svoltosi a Modena. Anche in questo caso, la 32enne aveva dichiarato, in lacrime, di essere stata vittima di un errore giudiziario, lanciando nuove accuse allo stato italiano.

La presenza e le dichiarazioni della giovane a Modena sono state pesantemente criticate dall'opinione pubblica. Nel corso del 2019, Amanda ha annunciato le nozze con il fidanzato Chris Robinson, organizzando una colletta di 10 mila euro per potersi pagare, a suo dire, "la festa migliore di sempre". Amanda Knox aveva giustificato la sua richiesta spiegando di aver speso tutti i suoi risparmi per il viaggio a Modena, peccato però che gli stessi organizzatori del festival abbiano chiarito come la ragazza avesse ricevuto un rimborso per i soldi spesi. Amanda avrebbe dunque detto una nuova bugia.

Commenti