Arrestato in Egitto studente e attivista dell'Università di Bologna

Uno studente dell'Università di Bologna, Patric George Zaky, è stato arrestato in Egitto. Il ragazzo è un attivista per la difesa dei diritti umani. "Rischia torture", riferisce il portavoce di Amnesty

Uno studente dell'Università di Bologna è stato arrestato lo scorso giovedì 6 febbraio all'aeroporto de Il Cairo, in Egitto. Si tratta di Patric George Zaky, 27 anni di origini egiziane, attivista e ricercatore egiziano iscritto da alcuni mesi ad un master presso l'ateneo del capoluogo emiliano.

Di lui non si hanno avuto più notizie per circa quattro giorni. A riferirlo è stata l'Organizzazione non governativa a difesa dei diritti umani Amnesty International all'agenzia Dire, con una nota stampa diramata nella mattinata di sabato 8 febbraio. Stando a quanto si apprende, il 27enne avrebbe preso una pausa dagli studi per trascorrere qualche settimana a Mansoura, città natale. Tuttavia, una volta atterrato all'aeroporto de Il Cairo, lo studente sarebbe stato preso in custodia dalla polizia egiziana e, da quel momento, se ne sarebbero perse completamente le tracce.

La notizia della preoccupante sparizione è stata confermata sui social dall'associazione Egyptian Initiative for Personal Rights (Eipr) con cui Patric George Zaky collaborava da qualche anno. I familiari del giovane attivista hanno riferito di essere stati informati dei fatti soltanto dopo il rilascio. Per circa quattro giorni, infatti, al ragazzo sarebbe stata negata la possibilità di contattare i genitori o un avvocato. In base alle informazioni ricevute da fonti locali, - riferisce Amnesty - pare che lo studente fosse destinatario di un ordine di cattura spiccato nel 2019 di cui, però, non sarebbe stato a conoscenza. Ignote i capi d'accusa contestati. Secondo le stesse fonti, il ragazzo potrebbe aver subito torture, tra cui, l'elettroshock.

In passato, lo studente aveva denunciato l'ondata di arresti che, a Il Cairo, sta investendo numerosi attivisti per i diritti umani, oppositori politici, giornalisti e persino avvocati. "L'Egitto non è per niente un paese stabile né dal punto di vista socio-economico né delle libertà fondamentali - aveva affermato in una intervista rilasciata a Dire nel 2018 - La gente non trova lavoro, il costo della vita continua ad aumentare e il governo fa di tutto per limitare gli spazi di dissenso".

"Condanniamo l'arresto di un'attivista per i diritti umani. - ha dichiarato a Dire Riccardo Noury, portavoce di Amnesty - L'associazione con cui il giovane collabora si batte anche per Giulio Regeni. Ora il ragazzo rischia un periodo di lunga detenzione e torture".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di moshe

moshe

Sab, 08/02/2020 - 17:23

... insegnategli cosa succede a voler andare a comandare in paesi d'altri, forse pensava che in Egitto potesse fare tutti i suoi comodi, come in Italia !

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Sab, 08/02/2020 - 18:00

In realta', dall'articolo sembra essere LUI STESSO EGIZIANO, quindi, a meno che non abbia chiesto asilo politico in Italia, a casa sua fa quanto gli dice la sua coscienza, MA PER FAVORE, NON SPACCIAMOLO PER ITALIANO SOLO PERCHE' E' ISCRITTO A BOLOGNA. E, ovviamente, quanto ad Amnesty International e soprattutto REGENI...

necken

Sab, 08/02/2020 - 18:11

forse non sapev di Regeni?

sparviero51

Sab, 08/02/2020 - 18:41

ECCO UN ALTRO “0” IDEOLOGIZZATO E MASOCHISTA !!!

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 08/02/2020 - 18:43

prima di scrivere cxxxxxe sui diritti umani, chiedo dove stanno i doveri? ogni Stato ha le sue leggi tranne che in ITALIA... e poi ,ognuno tragga le conseguenze, vedi Korea del nord -Iran- Arabia Sauditas ecc.ec.

killkoms

Sab, 08/02/2020 - 18:49

quindi è egiziano?

cgf

Sab, 08/02/2020 - 18:51

anche lui ricercatore? wow.

buonaparte

Sab, 08/02/2020 - 19:02

non abbiamo qui la democrazia potete immaginarsi se mai riusciranno a metterla nei paesi africani e del medio oriente .. hanno una cultura diversa da noi e la religione ne è il fondamento.. un arabo è 100 volte piu religioso di noi..

QuasarX

Sab, 08/02/2020 - 19:04

un egiziano arrestato dalla polizia egiziana per la sua attivita' politica; dove e' la notizia esattamente?

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 08/02/2020 - 19:21

Mi pare di avere già visto sulla facciata del municipio uno striscione giallo:"VERITÀ PER ZAKY". Rapidissimi. Sekhmet.

uberalles

Sab, 08/02/2020 - 20:01

Prof. Prodi, per favore spedisca il Suo dipendente Santori a fare una ricerca in Egitto. Qualsiasi ricerca, magari funghi, tartufi, quello che preferisce Lei. Magari lo faccia accompagnare dalla Boldrini e dalla Cirinnà, che sono donne di esperienza...

shamouk

Sab, 08/02/2020 - 20:31

Andrà Bonaccini a tirarlo fuori.

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Sab, 08/02/2020 - 20:43

Attivistiiiiii...... ve dovete fà li ca*******acci vostri!

buonaparte

Sab, 08/02/2020 - 21:16

a tirarlo fuori andrà l'avvocato la torre ?.. dopo che ha finito di citofonare ? .. ahahah..

killkoms

Sab, 08/02/2020 - 22:45

@buonaparte,quella che per offendere salvini offese i poliziotti?

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Dom, 09/02/2020 - 09:01

E giulioreggeni?

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Dom, 09/02/2020 - 09:31

Solidarietà all'egiziano, come a cubani, venezuelani, tibetani, coreani Nord, ecc. Ma in fondo noi che c'entriamo con le loro leggi interne? Non ce lo abbiamo mica mandato.

Ritratto di pulicit

pulicit

Dom, 16/02/2020 - 18:52

I magistrati e polizia Egiziani non sono come i nostri poche ore e via. Se a violato la legge sta in carcere punto. Regards