Assolto per frode fiscale, ma perseguitato dal Fisco: "Vogliono 11 milioni"

L'odissea di un ex birraio: nonostante il giudice lo abbia dichiarato innocente, l'Agenzia delle Entrate e Equitalia non rinunciano alla sanzione

Era stato assolto per frode fiscale nel 2001, dopo essere stato accusato di aver registrato fatture false. Ma ancora oggi, dopo 17 anni, Equitalia e Agenzia delle Entrate non demordono.

"Vogliono 11 milioni di euro", racconta a Libero Pietro Pizzolato, ex importatore di birra della provincia di Treviso e oggi in pensione, "Sono soldi che, come utili, con la mia ditta avrei guadagnato in 40-50 anni. Sa che cosa mi hanno detto all'Agenzia delle Entrate? Che la colpa era di Equitalia. Mi sono sentito dire che prima avrei dovuto sborsare 11 milioni e che sono allora avrei potuto chiedere il rimborso". Il ricorso in effetti l'uomo l'ha presentato a febbraio. Ma dopo 220 giorni in cui nessuno si è fatto sentire Equitalia è tornata all'attacco: "Si sono fatti vivi per chiedermi ancora soldi. E mi hanno comunicato che se volevo potevo presentare un nuovo ricorso, per chiedere come mai nessuno avesse risposto alla mia raccomandata". 

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Magicoilgiornale

Sab, 08/11/2014 - 13:18

Assurdo ma VERO?

canaletto

Sab, 08/11/2014 - 13:35

AGENZIA DELLE TASSE ED INEQUITALIA VANNO CANCELLATE SUBITO E PER SEMPRE, SONO COVIDI MAFIOSI, MANGIASOLDI PER FINI PERSONALI E MASCALZONI. QUANTE VOLTE NELLE ASTE GLI STESSI DIRIGENTISI APPROPRIANO PER 2 SOLDI DEI BENI DEI CONTRIBUENTI???? E' RISAPUTO, MA SICCOME SONO ROSSI,, ALLORA TUTTO VA BENE

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 08/11/2014 - 13:50

e non dimentichiamo che equitalia è una creatura di PRRRRRRRRRRRRRRODI !!!

pilandi

Sab, 08/11/2014 - 14:08

che fate? riciclate i servizi de: "La Gabbia"?

cgf

Sab, 08/11/2014 - 15:03

a quel punto, perso per perso, qualcun altro 'perderebbe', GARANTITO!

cgf

Sab, 08/11/2014 - 15:29

la gente è esasperata..... la Grecia ha insegnato nulla?

Linucs

Sab, 08/11/2014 - 16:19

E' un esercito di occupazione: Equitalia si prende cura dei commercianti, mentre migranti e "rom" si prendono cura dei passanti in generale.

michele lascaro

Sab, 08/11/2014 - 17:19

È così grande la sete di denaro (sintomi irreversibili di astinenza?), che i suddetti signori non sono informati neppure delle decisioni dei giudici. (qualcosa di simile mi capitò diversi anni fa, e, nonostante la decisione a mio favore della commissione tributaria, l'ufficio esattore, pur conoscendo il verdetto del tribunale, mi mandò nuovamente l'avviso di pagamento. Mi recai alla sede e minacciai di chiamare i Carabinieri se non avessero annullato la loro richiesta, cosa eseguita prontamente).

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 08/11/2014 - 17:34

avete notato? nessun PSICOSINISTRONZO osa piu apparire qui...

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 08/11/2014 - 20:01

PAGARE!!!! E non scassare la minchia!!! Lo Stato ha bisogno di soldi per aiutare i miei fratelli e sorelle in arrivo sui barconi.

vince50

Sab, 08/11/2014 - 20:31

E pensare che ancora alcuni credono che la mafia(quella più pericolosa perchè legalizzata),utilizzi ancora coppola e lupara.

Ritratto di Cobra31

Cobra31

Sab, 08/11/2014 - 21:50

mi viene da pensare che i funzionari di equitalia vogliano questi soldi per potersi dividere l'aggio. Il sig. Pizzolato poi fara' ricorso per riavere i soldi (chissa' quando li rivedra') e lo stato poi gli restituira' gli 11 milioni. quindi questi funzionari avranno intascato dei soldi a spese del popolo. E' Corretto? Se le cose stanno come ho scritto, non e' questo un palese tentativo di furto? perche' non si puo' denunciare equitalia?

Poliparo

Dom, 09/11/2014 - 01:41

Certo Mortimer, li hai terrorizzati, tu si che sei uno che ha qualcosa da dire. Quanto al genitore di Equitalia, leggi quanto segue, deficiente! La riforma della riscossione è avvenuta con l'entrata in vigore dell'art. 3 del D.L. 30 settembre 2005, n. 203 deliberato dal Governo Berlusconi III,[2], convertito con modificazioni nella L. 2 dicembre 2005, n. 248.[3] con la costituzione di Riscossione S.p.A., che nel 2007 ha preso come nome Equitalia S.p.A..

Anonimo (non verificato)