Cronache

"Attirato in trappola". Chi è l'attrice hard che ha "tradito" Simba la Rue

L'attrice a luci rosse, nota come "Bibi Santi 91", secondo l'accusa avrebbe tradito il fidanzato Simba la Rue fornendo informazioni ai suoi aggressori. Il motivo? Forse una vendetta

"Attirato in trappola". Chi è l'attrice hard che ha "tradito" Simba la Rue

La sera dell'agguato era appartata in auto con il suo fidanzato Simba la Rue. Era lì accanto a lui, prima che il rapper venisse accoltellato dai componenti di una banda vicina al suo rivale Baby Touché. Nell'ambito delle odierne operazioni eseguite dai carabinieri, Barbara Boscali è stata arrestata assieme ad altre tre persone con l'accusa di concorso in tentato omicidio in qualità "mandante" dell'aggressione avvenuta a Treviolo (Bergamo) lo scorso 16 giugno. La 31enne, attrice hard nota come "Bibi Santi 91", avrebbe infatti tradito il proprio compagno fornendo ai rivali le informazioni a loro utili per far scattare la vendetta.

Chi è Barbara Boscali, fidanzata di Simba la Rue

Oltre a mostrare se stessa, anche in versione "senza censure" sul proprio profilo di OnlyFans, sui social la ragazza aveva raccontato i dettagli della sua travagliata relazione con Simba la Rue. Sempre in rete, "Bibi Santi 91" aveva in passato accusato il fidanzato di averla picchiata. Secondo gli inquirenti, anche quell'episodio potrebbe aver innescato intenzioni di vendetta da parte della 31enne.

"Bibi Santi 91", secondo l'accusa, avrebbe quindi attirato Mohamed Lamine Saida, alias Simba la Rue, in una sorta di "trappola". All'improvviso, mentre i due si trovavano in un parcheggio in via Aldo Moro, il blitz punitivo contro il rapper, compiuto - secondo quanto ricostruito - da sette persone datesi poi alla fuga. In quel violento scontro Barbara Boscali non aveva riportato alcun graffio e già questo elemento aveva insospettito gli inquirenti. Stando a quanto riferiscono alcune fonti, la giovane attrice a luci rosse avrebbe poi fornito un racconto vago alle forze dell'ordine, soprattutto in merito a quell'accoltellamento avvenuto davanti ai suoi occhi. I carabinieri si erano poi domandati come mai l'agguato fosse avvenuto proprio vicino all'abitazione della ragazza, in quel paesino della bergamasca e non nella zona milanese solitamente frequentata dal trapper.

Le intercettazioni dell'attrice hard

Secondo quanto ricostruito dai militari "Bibi Santi 91" avrebbe fatto il doppio gioco, consentendo agli esecutori materiali dell'agguato di mettere in atto il loro regolamento di conti. L'accoltellamento, infatti, sarebbe stato una vendetta presunto sequestro del trapper rivale, Baby Touché, circostanza che Simba La Rue aveva negato nell'interrogatorio di garanzia, sostenendo che il "collega" fosse entrato in auto spontaneamente. "Soffro nel pensare di aver tradito in questo modo la persona che amo, capisci?", avrebbe affermato Barbara Boscali in una delle intercettazioni acquisite dalle forze dell'ordine. "Io volevo dirti questa cosa, che quel figlio di p... che sai chi è, mi ha detto che veniva da solo a parlarti e ti avrebbe umiliato", aveva aggiunto. "Ma mi hai venduto o no?", le aveva chiesto a quel punto il trapper fidanzato. E lei: "Ma a me nessuno mi ha pagato...". Parole alle quali il musicista però non crede.

L'inchiesta e gli arresti

Elementi finiti poi nell'inchiesta milanese che vede protagonista Simba La Rue, il cui telefonino era intercettato. I dettagli emersi sono poi confluiti nel fascicolo della procura di Bergamo hanno consentito di effettuare gli arresti di oggi, tra i quali - per l'appunto - anche quello della Boscali.

Commenti