Autista arrestato con 6 migranti: Uber sospende tratta Italia-Francia

La trasferta di sei migranti africani si è interrotta sull’autostrada francese, in corrispondenza del casello di La Turbie, sopra il Principato di Monaco, dove il furgone Mercedes è stato fermato e per l’autista sono così scattate le manette

In passato, alcuni migranti avevano provato a valicare clandestinamente in taxi il confine italo-francese di Ventimiglia, in provincia di Imperia, ma la vicenda si concluse con l’arresto del taxista. Stavolta, però, il viaggio lo hanno organizzato in maniera molto più anonima, prenotando sulla piattaforma Uber la tratta dall’aeroporto di Milano, a Nizza. Il tutto, a quanto si apprende, per complessivi 750 euro.

La trasferta di sei migranti africani di Mali, Ghana e Nigeria, si è però interrotta sull’autostrada francese, in corrispondenza del casello di La Turbie, sopra il Principato di Monaco, dove il furgone Mercedes è stato fermato e per l’autista sono così scattate le manette. In seguito a questo episodio, Uber ha così deciso di sospendere la tratta Italia-Francia, considerandola troppo rischiosa.

Il tribunale penale di Nizza, come riportato dal quotidiano francese Nice Matin, ha condannato l’autista, un quarantenne, al pagamento di cinquemila euro di multa. I fatti risalgono alla notte del 7 febbraio scorso.

Nel corso dell’udienza il giudice ha chiesto per quale motivo il conducente non si sia posto qualche domanda, alla vista degli stranieri e non abbia provato ad accertarsi della loro regolarità in Italia. L’avvocato Eleonora Mascolo, sempre secondo quanto riportato dal quotidiano francese, avrebbe tuttavia sottolineato il carattere multiculturale di Milano, dove lavorava l’autista, dimostrando, dunque, che non è automatico il binomio straniero-clandestino.

Senza contare, che non spettava all’autista accertarsi della situazione amministrativa dei passeggeri, ma alla polizia, che è organo competente. Lo stesso automobilista ha dichiarato la propria estraneità ai fatti, dicendo di aver agito in buona fede.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di charlye08

charlye08

Mer, 01/05/2019 - 15:01

Come ? Non è tenuto a sapere se le persone di colore sono clandestini? Ma non si è posto la domanda perché mai i clienti abbiano prenotato un taxi per raggiungere Nizza? Secondo me sapeva perfettamente, d'altronde il denaro fa gola a tutti.