Baby gang di nordafricani in trasferta dalla Francia per rubare

Gli agenti del commissariato di Ventimiglia, che li hanno indagati per una serie di colpi messi a segno nella notte tra domenica e lunedì scorsi, non hanno dubbi sul fatto che possano essere pendolari del crimine

Baby gang di nordafricani in trasferta dalla Francia per rubare

Per la polizia italiana sono del tutto sconosciuti, malgrado abbiano già messo a segno diversi furti e danneggiamenti a Ventimiglia, in provincia di Imperia. Si tratta di due marocchini di 17 anni e un algerino, di 16 anni, appartenenti a una baby gang specializzata nel compiere razzie su auto in sosta, in negozi e in condomini.

Gli agenti del locale commissariato, che li hanno indagati per una serie di colpi messi a segno nella notte tra domenica e lunedì scorsi, non hanno dubbi sul fatto che si tratti di "pendolari" del crimine.

Ragazzi che vivono in Francia, ma che organizzano “puntatine” in Italia per colpire e scappare, tornando al di là del confine, in modo da rendere difficoltoso il loro rintraccio. Stavolta, però, grazie alla segnalazione di un residente e di un agente della vigilanza privata, in servizio durante le ore notturne, i tre magrebini sono stati fermati e segnalati all’autorità giudiziaria.

A loro vengono attribuiti diversi furti, uno dei quali all’interno di un ristorante del quartiere Marina San Giuseppe, ma la polizia sta esaminando i filmati delle telecamere cittadine, per verificare il loro coinvolgimento anche in altri episodi.

Ciò che più ha colpito la polizia è l’atteggiamento spavaldo dei tre ragazzi, che non appena spno entrati in caserma, oltre a non aver dato segni di ravvedimento, hanno mantenuto un comportamento arrogante, rifiutando qualsiasi tipo di collaborazione. A loro viene attribuito anche un grosso coltello, con la ma di ventidue centimetri, trovato nel ristorante dove è stato commesso il furto.

Commenti