Bari, denunciato gambiano: molesta passanti e si sdraia su un bus

Completamente ubriaco, lo straniero ha prima infastidito alcune persone incontrate per strada. Dopo di che, salito a bordo di un autobus, si è tranquillamente sdraiato per terra, impedendo ai passeggeri di salire e scendere dal mezzo. Dopo l'intervento dei carabinieri, per lui una semplice denuncia a piede libero

Bari, denunciato gambiano: molesta passanti e si sdraia su un bus

Ha creato disordini nel quartiere Murat di Bari poi, salito a bordo di un bus, si è sdraiato a terra, impedendo alle altre persone di passare.

L'episodio, secondo quanto riferito dalla stampa locale, si è verificato alcuni giorni fa. Dopo aver pesantemente importunato alcuni passanti incontrati per strada, il soggetto, un giovane gambiano di 19 anni, ha pensato bene di salire a bordo di un autobus Amtab, fermo in piazza Aldo Moro, per proseguire col suo atteggiamento molesto.

Una volta sul bus, infatti, l'africano si è tranquillamente disteso a terra, proprio in prossimità dell'entrata, impedendo quindi alle altre persone di scendere oppure di salire sul mezzo.

Del tutto inutili le proteste dell'autista Amtab e dei passeggeri. Il 19enne infatti, completamente ubriaco, è rimasto fermo al suo posto. Si è dunque reso necessario richiedere l'intervento delle autorità, giunte in zona dopo avere ricevuto la segnalazione.

Ad occuparsi del gambiano i carabinieri della stazione di Bari-Carassi, ai quali si sono aggiunti i colleghi del'XI° reggimento "Puglia". Impegnati nell'operazione "Strade sicure", i militari hanno raggiunto il giovane e provveduto a farlo scendere dal mezzo.

Il 19enne è stato poi tradotto negli uffici della caserma, dove

si sono svolte le pratiche di identificazione. Nei confronti del soggetto, risultato fra l'altro essere un pregiuticato, è stata spiccata una denuncia a piede libero per interruzione di pubblico servizio.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica