Bergoglio (ancora) con Morales, "ma non con i cardinali dissidenti"

Bergoglio ha incontrato per la quinta volta Evo Morales, critiche dal mondo tradizionalista: "Non ha ancora detto nulla ai cadinali dei dubia"

Bergoglio (ancora) con Morales, "ma non con i cardinali dissidenti"

Papa Bergoglio, nella giornata di ieri, ha incontrato per la quinta volta dall'inizio del suo pontificato Evo Morales, che è il presidente della Bolivia. La visita del leader del Movimento per il Socialismo si è svolta durante un'udienza a porte chiuse durata mezz'ora. Al centro della discussione c'è stata la questione del blocco alla Bolivia per l'accesso al mare. Francesco, nel gennaio prossimo, visiterà il Cile: la nazione con cui la Bolivia ha aperto questo storico contenzioso. Morales ha successivamente avuto un incontro con il cardinale Pietro Parolin, ministro degli Esteri della Santa Sede, e con il monsignor Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati. La richiesta del presidente boliviano - insomma - sembra essere chiara: un aiuto per questa causa della sua nazione. La decisione sul caso - però - spetterà al Tribunale dell'Aja e l'ambasciatore cileno presso la Santa Sede, Mariano Fernandez, ha chiesto al Vaticano di non prendere posizione finché la vicenda non venga risolta dal punto di vista giudiziario.

Morales - come riporta questa agenzia - ha commentato l'incontro sul suo account Twitter, sottolineando di aver trovato suo "fratello, papa Francesco, come sempre solidale, umano e a favore dell'integrazione sociale. Le sue riflessioni per i più poveri, le sue preghiere per la pace e contro l'ingiustizia, sono sempre profonde". E ancora: "L'incontro con il mio fratello Pontefice mi dà più forza e più impegno nei confronti dei più dimenticati", ha dichiarato il leader del Movimento per il Socialismo. Dopo il discussi regali del presidente boliviano (crocifisso con falce e martello, tre libri sulla coca e il busto di un leader indigeno indipententista), questa volta nessuno scambio di doni. Il rapporto tra il pontefice e il leader socialista continua ad essere oggetto di discussione. Ha scritto Antonio Socci sul suo profilo Facebook: "E' la quinta volta che Bergoglio incontra Morales (quello che gli regalò la falce e martello con crocifisso). La quinta volta!!! Bergoglio si è rifiutato di ricevere i familiari di Asia Bibi e i Cardinali dei Dubia. Ma il compagno Morales cinque volte", ha ribadito il giornalista di Libero. Altri commenti negativi - poi - sono arrivati dall'universo tradizionalista. Il riferimento è palese: i cardinali Burke, Brandmueller, Caffarra e Meisner (questi ultimi due ora scomparsi) non solo non sono stati mai ricevuti dal pontefice, ma non hanno mai neppure ricevuto, per loro stessa ammissione, alcuna comunicazione sul ricevimento dei "dubia" sollevati rispetto all'esortazione apostolica "Amoris Laetita". I conservatori - in definitiva - non accettano questa presunta "simpatia" tra uno uno dei leader del socialismo sudamericano e il capo della Chiesa cattolica.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti