Cronache

Bergoglio: "Solo Chiesa svincolata da potere e denaro è credibile"

La Chiesa, per essere credibile, deve essere svincolata da denaro e potere. Papa Bergoglio, durante l'incontro con i neocatecumenali, ribadisce il concetto e invita i membri del Cammino a proseguire nell'opera di evangelizzazione

Bergoglio: "Solo Chiesa svincolata da potere e denaro è credibile"

"Solo una Chiesa che rinuncia al mondo annuncia bene il Signore. Solo una Chiesa svincolata da potere e denaro, libera da trionfalismi e clericalismi testimonia in modo credibile che Cristo libera l'uomo". A parlare è Papa Bergoglio che, durante l'incontro con i membri del Cammino Neocatecumenale a Tor Vergata, quindi nella periferie di Roma, ha ribadito la necessità che la Chiesa cattolica si svincoli sempre più dagli economicismi, dall'ambizione personalistica e dalle tentazioni di avere a che fare con il potere.

La Chiesa, come il Papa argentino ha ribadito più volte, deve farsi "ospedale da campo" e deve sempre essere "in uscita", tendente quindi alle periferie esistenziali ed ecclesiastiche del mondo. I cinquant'anni dalla fondazione del Cammino sono stati utili a sottolineare come il vero significato della "missione" sia quello di "donare ciò che abbiamo ricevuto" e quello di "compiere il mandato di Gesù". Un compito pieno, che non può essere interpretato a piacimento.

Papa Francesco ha quindi invitato i neocatecumenali a partire nel mondo per l'opera di evangelizzazione:"Andate dunque e fate discepoli tutti i popolì. Andate. La missione - ha evidenziato ancora l'ex arcivescovo di Buenos Aires - chiede di partire. Ma nella vita è forte la tentazione di restare, di non prendere rischi, di accontentarsi di avere la situazione sotto controllo. È più facile rimanere a casa, circondati da chi ci vuol bene, ma non è la via di Gesù...". Questo annuncio, tuttavia, ha degli obblighi: "essere leggeri" e rinunciare a quanto più materialismo possibile. Il Cammino spirituale fondato da Kiko Arguello ha comunicato la partenza di trentaquattro "missio ad gentes", che saranno inviate in più zone del globo terreste per annunciare il Vangelo. Bergoglio ha consegnato e benedetto le croci. "Allora coraggio - ha detto il Papa - non contristatevi mai! E quando le nubi dei problemi sembrano addensarsi pesantemente sulle vostre giornate, ricordatevi che l'amore fedele di Dio splende sempre, come sole che non tramonta. Fate memoria del suo bene, più forte di ogni nostro male, e il dolce ricordo dell'amore di Dio vi aiuterà in ogni angustia".

L'evangelizzazione, per il pontefice, è la "priorità" che il cattolicesimo è chiamato ad affrontare durante i nostri tempi. L'infinito "andare", come si può notare, diviene il tempo verbale posto al vertice della pastorale dell'argentino. Il Papa che più di ogni altro si è scagliato contro gli effetti di una cattiva gestione della globalizzazione ha quindi invitato la Chiesa a distanziarsi ancora di più dal modello finanziarizzato dell'esistenza umana.

Commenti