Berlusconi, i video-verità

"Il giudice Esposito era ossessionato dal suo arresto". La sua condotta "inaccettabile" anche per il leader della sinistra inglese

«La verità ti fa male, lo so», cantava Caterina Caselli quando io ero ragazzino. La verità che sta emergendo dalla cloaca della magistratura fa molto male, ma non per questo è il caso di coprire il bidone che, all'inverso, va svuotato fino in fondo e ben lavato.

È un'operazione difficile perché uno dei partiti oggi al governo, il Pd, quei miasmi li ha alimentati e utilizzati come gas tossico per distruggere gli avversari politici, in primis Silvio Berlusconi. È difficile perché i magistrati si stanno ricattando tra di loro nel tentativo di salvare il salvabile e perché nessun grande giornale o mezzo di informazione può permettersi di affondare il coltello nella piaga che loro stessi hanno contribuito in maniera importante a infettare.

Egregi giustizialisti, la verità vi fa male, lo so. Proverete a smontarla, a ridicolizzarla, vi scaglierete con violenza contro chiunque stia cercando di farla conoscere, come sta accadendo in queste ore sulla sentenza che ha ingiustamente condannato Silvio Berlusconi estromettendolo così dalla politica. Insulterete e infangherete chiunque questa verità ve la scodellerà sul tavolo, direte lo state già facendo con Nicola Porro che in tv a Quarta Repubblica sta snocciolando importanti rivelazioni settimana dopo settimana che chi osa scrivere questa per voi fastidiosa verità (vi sentivate al sicuro, mai avreste pensato che un giorno il bidone si sarebbe scoperchiato) lo fa perché è un servo pagato da Berlusconi, alla cui corte molti di voi sono passati e altri ci stanno ben comodi anche oggi. Potrete fare questo e anche di più, ma sappiate che non avete scampo.

Egregi giustizialisti salottieri, avete commesso il più classico degli errori figli dell'arroganza: sentirsi al sicuro, essere certi di averla sfangata. E invece, che vi piaccia o no, la storia va riscritta, voi non potete farci nulla e non importa quanto tempo ci vorrà. Il giorno che qualcuno ci riuscirà in modo definitivo e incontrovertibile, voi vi ritroverete anche ufficialmente dalla parte sbagliata della Storia, sul banco degli imputati ci sarete voi, i vostri complici e i vostri mandanti di cui già si stanno delineando gli identikit.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Pettir45

Pettir45

Mar, 07/07/2020 - 17:43

Già "la Storia" lo dirà... ma che Giustizia è, se sarà scritta a babbo morto?

investigator13

Mar, 07/07/2020 - 17:47

cmq se si deve ricostruire tutta la storia si deve iniziare dalla rai che con la trasmissione "Anno Zero" scuola d'odio sorta contro Berlusocni per oltre 15anni pose le basi dell'antiberlusconismo, Tutto poi gli ruota attorno. Il giornalismo doveva essere contro Berlusconi, gli intellettuali che avevano voce dovevano portare astio per Berlusconi, I giudici non ne parliamo. movimenti come i cortei pacifisti, arcobaleno tutto doveva essere dissenso contro Berlusconi. tutto ciò è come aver alzato nelle piazze la ghigliottina che poi il plotone d'esecuzione dei magistrati hanno agito per la condanna a Berlusconi, quindi non solo la magistratura ma tutti rai la stampa chini al Pd, intellettualoidi rossi che adesso non osano parlare e se ne stanno in silenzio, sperando di non essere coinvolti nello scandalo che ha mortificato non solo Berlusconi ma tutta l'Italia, prendendo la china del disatro politico economico.

lavitaebreve

Mar, 07/07/2020 - 17:52

I SINISTRI E I GRILLINI CON IL LORO SILENZIO HANNO DETTO TUTTO.

ohibò44

Mar, 07/07/2020 - 17:58

Vi troverete dalla parte ‘sbagliata’ della Storia schiacciati sotto il macigno della vostra “questione morale”: il più fasullo e ipocrita degli slogan elettorali

ex d.c.

Mar, 07/07/2020 - 18:59

Raccapricciante Rendiamoci conto innquale Paese Viviano

Nicola48ino

Mar, 07/07/2020 - 19:13

Direttore Sallusti Berlusconi era x i comunisti come Cartagine x Roma. Roma aveva l'impero che la sosteneva, i compagni rossi di vergogna avevano e hanno la magistratura. Giudici senza un minimo di onestà intellettuale hanno fatto di tutto x farlo fuori, essendo abbiente ha potuto combattere con gli avvocati, ma quando i giudici e si è visto e sentito hanno condannato il cav, hanno pure retroattivato una legge e lo hanno cacciato dal senato. Il Cav passerà alla storia come statista con ampia visuale dello stato i compagni giudici invece non saranno ricordati neanche dai famigliari. Poi Direttore solo il giornale parla della vicenda i giornaletti rossi girano al largo dalla vicenda ma si sa l'ideologia marxista passa sopra a tutto nega la verità e soprattutto nega l'evidenza. Forza Sallusti, prima o poi tireremo il colpo finali a questi venduti e traditori dell'Italia.

Ritratto di Cali85

Cali85

Mar, 07/07/2020 - 19:16

Se non sbaglio nelle registrazioni viene detto che "era un ordine che veniva dall'alto" e chiedo : Ma chi c'è sopra il CSM ? Il presidente del CSM stesso e cioè il presidente della Repubblica!Proprio quel Signore che,tutt'oggi, foraggiamo con 20.000 euro al mese e che , forse , muove ancora le pedine facendo dei danni immemorabili senza mai pagarne il prezzo. Lui se ne sta zitto e si gode i frutti del consenso che oggi è al 15% ma , ai tempi d'oro, arrivò anche al 30% ! Per cui: niente lamentele, Signori Italiani, ricordare sempre che si raccoglie sempre, e solo, quello che si è seminato!

Nonmimandanessuno

Mar, 07/07/2020 - 19:54

Io ricordo ancora Follini,Fini e Casini ora eletto con il PD a riprova del tutto. Però Mediaset ha a libro paga molti nemici suoi e di Forza Italia.

Luigi Farinelli

Mer, 08/07/2020 - 19:12

E' davvero imbarazzante (per i sinistri) il tentativo di sordina sulla vicenda Berlusconi sui loro "giornaloni" conformisti ma anche in TV e radio (Rai in testa). Saviano, Lerner, Gruber, Vauro, Senesi, Sofri, Giannini muti come tombe, stessa tattica che per Bibbiano e il Forteto. La storia insegna che i "progressisti" hanno nel DNA la tendenza a denigrare l'avversario e screditarlo senza prove, distruggendolo politcamente. Berlusconi, Trump, Bolsonaro, Salvini, Orban... "Denigra, denigra, qualche cosa ne viene sempre fuori" diceva Goebbels, bravo nazista preso alla lettera dai comunisti. Intanto ti processo, ti tolgo di torno, poi, se sarai riabilitato fra 20 anni, chissenefrega, e noi abbiamo imposto la nostra sporca ideologia. Ma può accadere che i sinistri, sputtanati di brutto vengano messi nell'angolo. Allora tentano di arrampicarsi sugli specchi come il giornalisa di Repubblica nell'ultima puntata di "Quarta Repubblica". Quasi appagante ammirarlo.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mer, 08/07/2020 - 19:59

Magistrati, giornaloni, capi bastone avanti popolo si professano democratici. Ci campano la famiglia e fanno quel che vogliono. La galera è sinonimo di sentenze che non si discutono, come in terra sovietica, durante il nostro fascismo, nella Germania nazista e nelle odierne repubbl/demo/americane: sempre giudici in toga e politici demo con gli elenchi aggiornati. Il CSM è una giostra che gira senza fine, premia, promuove, trasferisce. Oppure no. Chiunque, buono o cattivo, di destra o non di sinistra, fascista o non antifascista, la carta l'ha messo nelle mani di magistrati, giornaloni di servizio e democratici fasulli. Peggio non poteva. La guerra l'abbiamo persa e dovevamo pagare. Paghiamo.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 09/07/2020 - 17:51

una verità che nessuno potrà mai nascondere, neppure manipolare :-)