Bologna, richiede il permesso di soggiorno ma finisce in manette

È quanto avvenuto a Bologna dove uno straniero originario dell'est Europa si era recaato per poter ricevere un permesso di soggiorno ma è finito subito in manette

Aveva intenzione di ottenere un permesso di soggiorno ma non gli è venuta fatta grazie ad un controllo sul database dei computer in ufficio è stato subito arrestato

Un serbo di 40 anni si era recato negli uffici di via Bovi Campeggi per poter ottenere un permesso di soggiorno ma gli impiegati, una volta ottenuto il nome e inserito le generalità dell'uomo nel database hanno visto che c'era qualcosa che non andava. Il 40enne era infatti un ricercato, è stato quindi necessario l'intervento della polizia che lo ha tratto in arresto. Il serbo era accusato di vari reati che ruotavano intorno alla droga e a piccoli furtarelli. Raggiunto dalla legge non ha fatto resistenza, si è fatto scortare dentro al carcere. Inoltre, l'uomo era stato anche espulso qualche anno fa.

Ora si trova rinchiuso in carcere, dovrà scontare due anni e sei mesi.

Un fatto di cronaca molto simile avvenne anche a Modena. In quel caso, a richiedere il permesso di soggiorno, era un somalo sulla cui testa pendeva un'ordine di carcerazione per furto aggravato in appartamento.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.