Cronache

Braccialetto elettronico per controllare la moglie: dopo il rifiuto, le minacce

L'uomo è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia: non era la prima volta che la moglie subiva vessazioni

Braccialetto elettronico per controllare la moglie: dopo il rifiuto, le minacce

Completamente accecato dalla gelosia, regala alla moglie un braccialetto elettronico per controllare i suoi spostamenti. Quando lei si rifiuta di indossarlo, l'uomo le punta un coltello alla gola.

Come racconta l'Huffington Post, un 55enne, residente a Lezzeno, un comune di 2mila abitanti in provincia di Como, ma originario di Ragusa, è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. L'uomo ha infatti minacciato la coniuge, di 47 anni, con un coltello da cucina dopo che lei si è rifiutata di mettere al polso un braccialetto elettronico pensato per controllare gli spostamenti della donna quando si trovava lontano da lui.

La donna è stata salvata da un vigile urbano che, passando per caso sotto le finestre della loro abitazione, ha sentito urlare e allertato subito i carabinieri che hanno arrestato il 55enne. Ascoltata dalle forze dell'ordine, la donna ha raccontato che quello del braccialetto non è stato l'unico episodio dovuto alla gelosia. La loro era infatti una relazione fatta di litigi continui, vessazioni e maltrattamenti subiti dalla donna per anni e mai denunciati.

Commenti