Caldo bollente, nel fine settimana arriveremo a 40 gradi

Il Sud sarà investito da temperature roventi. Meglio al Nord che sarà però attraversato da correnti instabili

Il caldo bollente è ormai alle porte. Già oggi le temperature elevate si sono fatte sentire portando una giornata calda da Nord a Sud. Solo sui rilievi alpini ci sono stati rovesci che hanno interessato anche le pianure del Piemonte e della Lombardia. In serata le zone alpine e prealpine potrebbero vedere lo svilupparsi di fenomeni anche importanti accompagnati da venti forti e possibili grandinate. Anche domani sul Nord Ovest vi sarà instabilità con rovesci soprattutto sul Piemonte. Le temperature tenderanno ad alzarsi in particolar modo al Centro Sud dove si preannuncia un fine settimana bollente, con caldo decisamente torrido, per effetto dell’anticiclone africano. In Sicilia e Sardegna la colonnina di mercurio potrà arrivare a toccare i 39 gradi nella giornata di sabato 8 giugno e addirittura i 40 in quella di domenica.

Situazione che diventerà difficile nelle grandi città, dove il caldo percepito dal nostro corpo sarà superiore rispetto ai valori indicati dal termometro. Il Centro supererà i 30 gradi, con il picco di 35 a Firenze durante le ore più calde. Le Regioni che saranno particolarmente interessate dal passaggio d’aria rovente dal Nord Africa saranno quelle meridionali e quelle affacciate sul Tirreno. A Siracusa sono previsti valori intorno ai 38°, mentre in Puglia la situazione sarà leggermente migliore con 34 gradi.

Previsione diversa al Nord dove non si escludono temporali pomeridiani sulle Alpi e in estensione alle pianure adiacenti. Piemonte, Emilia e Veneto dovrebbero comunque toccare i 32 gradi. Da lunedì 10 giugno invece le cose potrebbero cambiare. L’anticiclone infatti potrebbe attenuarsi a causa dell'affacciarsi di una perturbazione atlantica. Ma è ancora troppo presto per riuscire a prevedere come si svilupperà il tempo la prossima settimana.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.