Catania, botte ad agenti che lo controllano: preso abusivo straniero

L'extracomunitario, originario dello Zimbabwe, non era nuovo ad episodi del genere: per questo motivo, dopo la condanna in tribunale, è finito in carcere nell'attesa della prima udienza del processo

Catania, botte ad agenti che lo controllano: preso abusivo straniero

Brutale aggressione ai danni di due agenti della polizia municipale di Catania da parte di un parcheggiatore abusivo dello Zimbabwe.

Lo straniero, che già in passato si era reso protagonista di episodi di violenza del genere, è stato colto sul fatto dai due poliziotti impegnati in un'operazione di controllo in piazza Mancini Battaglia.

Quando gli uomini in divisa sono usciti allo scoperto e si sono avvicinati all'africano per sanzionare la sua illecita attività, quest'ultimo non ci ha pensato due volte e si è scagliato con veemenza contro di essi. Colpiti con forti pugni e calci, i vigili hanno ricevuto il fondamentale supporto di una pattuglia di carabinieri per avere la meglio sul facinoroso, tratto in arresto con grande fatica.

Accusato di oltraggio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, l'extracomunitario è finito dietro le sbarre di una cella di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo. Nel frattempo, uno dei due agenti feriti è finito al pronto soccorso a causa delle lesioni riportate ad un occhio durante l'aggressione subìta. I medici dell'ospedale Cannizzaro hanno determinato per lui una prognosi di 9 giorni.

Dopo l'udienza è arrivata la convalida del fermo, seguita dal trasferimento dell'africano dietro le sbarre del carcere.

Come riportato da "CataniaToday", l'episodio è stato condannato dal sindaco Salvo Pogliese e dall'assessore Alessandro Porto. "Un fatto di estrema gravità che colpisce ancora una volta ispettori di polizia municipale in servizio per fare rispettare la legalità. Non si possono ancora tollerare episodi di violenza contro operatori in divisa che fanno azione di presidio del territorio per contrastare la diffusa illegalità. A loro va tutta la solidarietà dell’amministrazione, perché svolgono un compito difficile a tutela dei cittadini e delle regole che vanno rispettate da tutti, a maggior ragione da chi viene da altri paesi. Continueremo sulla strada della lotta all’abusivismo, con la nostra polizia locale unitamente alle altre forze dell’ordine, con cui collaboriamo in azioni interforze".

Commenti