"È censura", "Decido io cosa pubblicare", è scontro tra Laura Boldrini e Mattia Feltri

Botta e risposta tra Laura Boldrini e Mattia Feltri per un articolo dell'onorevole che il direttore dell'HuffPost non ha voluto pubblicare perché coinvolgeva suo padre

È scontro social tra Mattia Feltri, direttore dell'Huffington Post, e Laura Boldrini. La parlamentare ha fortemente criticato il giornalista perché, a suo dire, avrebbe censurato un suo articolo in difesa delle donne in cui menzionava anche Vittorio Feltri, padre del direttore, per la vicenda Genovese. Tutto è nato per una polemica sorta attorno alla figura del direttore del quotidiano Libero per un articolo firmato dallo stesso in cui esprimeva la sua opinione lontana dai temi del politicamente corretto.

A rendere noto quanto accaduto con Mattia Feltri è stata la stessa Laura Boldrini con un post di denuncia sul suo profilo Facebook: "Avevo scritto un intervento per il blog dell’Huffington Post in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne. Il direttore di HuffPost, Mattia Feltri, ieri non ne ha autorizzato la pubblicazione. Sapete perché? Perché chiamavo in causa Vittorio Feltri, suo padre, che martedì firmava un articolo su Libero dal titolo: ‘La ragazza stuprata da Genovese è stata ingenua‘, di fatto attribuendo, come avviene troppo spesso, anche alla ragazza la colpa dello stupro". Il post dell'ex presidente della Camera è molto lungo, la parlamentare vuole alzare i toni dello scontro e nelle righe successive scrive: "Un direttore di una testata giornalistica sceglie di non pubblicare un intervento per via dei suoi rapporti familiari. Ma è accettabile una cosa del genere? Per me no, non lo è. In tanti anni non mi sono mai trovata in una simile situazione. Sia chiaro che continuerò ad impegnarmi perché sia rispettata la dignità delle donne, anche nell’informazione e sul piano del linguaggio, e continuerò a difendere sempre la mia libertà di parola".

Mattia Feltri non si è scomposto e ha replicato a Laura Boldrini dalle pagine dell'Huffington Post, confermato quanto detto dall'ex presidente della Camera: "Ieri ha mandato uno scritto per HuffPost che conteneva un apprezzamento spiacevole su mio padre Vittorio. Ritengo sia libera di pensare e di scrivere su mio padre quello che vuole, ovunque, persino in Parlamento, luogo pubblico per eccellenza, tranne che sul giornale che dirigo. L’ho chiamata e le ho chiesto la cortesia di omettere il riferimento". Mattia Feltri, quindi, spiega che Laura Boldrini si è rifiutata di accogliere la sua richiesta e ha minacciato di rendere pubblica la vicenda. "A maggior ragione ho deciso di non pubblicarlo. Al pari di ogni direttore ho facoltà di decidere che cosa va sul mio giornale e che cosa no. Se questa facoltà viene chiamata censura, non ha più nessun senso avere giornali e direttori. Oltretutto l’onorevole Boldrini, come altri, su HuffPost cura il suo blog. Quindi è un’ospite. E gli ospiti, in casa d’altri, devono sapere come comportarsi", conclude Mattia Feltri.

Sulla questione ha voluto dire la sua anche Carlo Verna, presidente del consiglio dell'Ordine dei giornalisti: "Lascia basiti la notizia della censura (peraltro estranea alla tradizione editoriale del giornale online in questione) denunciata dalla Presidente emerita della Camera, Laura Boldrini, da parte del direttore dell’Huffington post, Mattia Feltri, per un riferimento nel pezzo da lei redatto a un’opinione pubblicata da Libero a firma del padre, Vittorio Feltri, già iscritto all’Ordine dei giornalisti, poi dimessosi, i cui contenuti sono già al vaglio dei competenti organismi in quanto permane in ogni caso la responsabilità deontologica del direttore che firma il giornale". A lui, Mattia Feltri ha dedicato un post scriptum: "Ringrazio il presidente dell’Ordine dei giornalisti, Carlo Verna, per avermi condannato senza nemmeno una telefonata per sentire la mia versione, quella di un iscritto".

A margine della vicenda ha detto la sua anche Vittorio Feltri, in quando parte in causa della vicenda. "Cara Boldrini invece di rompere l’anima al mio grande figlio Mattia, mandi a me l’articolo che lei ha scritto sulla mia trascurabile persona. Giuro che lo pubblico ovviamente con mia risposta educata", ha scritto il direttore di Libero, che ancora non ha ricevuto risposta da Laura Boldrini.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Gere

Ven, 27/11/2020 - 17:18

La Boldrini parla ancora? Ma vada a casa una volta per tutte , la maggioranza degli Italiani glene saranno grati.

lawless

Ven, 27/11/2020 - 17:19

qualcuno dovrebbe avvisare la boldri che il 42% dei reati contro le donne arrivano per mano dei suoi prediletti, cosa che dovrebbe farle sentire "almeno" un "piccolo" rimorso di coscienza. E' stato bello non sentirla per un bel po di tempo, ma si sa il lupo perde il pelo....

Giorgio Colomba

Ven, 27/11/2020 - 17:22

Con il subisso di testate "affini" cui poteva rivolgersi, l'ex presidentA ha scelto una lampante provocazione. Chi provoca, si rosica.

vinvince

Ven, 27/11/2020 - 17:25

Il “ politicamente corretto “ è un esempio di dittatura così come “ il pensiero unico “ Rappresentano la morte della democrazia e vanno combattute ad oltranza

fabioerre64

Ven, 27/11/2020 - 17:27

Mi piacerebbe sapere questa super zecca cosa avrebbe detto e scritto se la povera ragazza diciottenne fosse stata stuprata (e magari anche uccisa) da un clandestino invece che da un italiano. La risposta ovvia è assolutamente niente.

silvano45

Ven, 27/11/2020 - 17:39

La più amata degli italiani che sarà pure presidenta emerita ma è stata la meno votata dali italiani dovrebbe leggere istat come riporta un articolo di questo giornale. Nel 2018, ultimo anno per il quale l'Istat ha al momento reso noti i dati, sono stati denunciati alle autorità giudiziarie 4.802 episodi di violenza. Di questi, 2.009 sono stati commessi da stranieri. In termini percentuali, il dato corrisponde al 41.8%. Continui a fare lo struzzo gli si addice.

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Ven, 27/11/2020 - 17:47

esistono metodi barbari che vengono inflitti alle donne musulmane, eppure questa qui, che non ride mai, non si permette di andare contro i suoi prossimi padroni, troppo falsa per esporsi, percepisce soldi per inginocchiarsi in parlamento per uno che non ha mai visto, ma quando c'è da combattere una battaglia vera si tira indietro, troppa fifa vero?

marinaio

Ven, 27/11/2020 - 17:53

Carlo Verna? Ce n'eravamo liberati quale mediocre giornalista RAI e ora ce lo ritroviamo a capo dell'ordine dei giornalisti (ordine famoso per la sua sinistrosità) . Beh, mi sembra che ci sia una logica, non vi pare?

glasnost

Ven, 27/11/2020 - 17:56

E' la solita arroganza dei sinistri che pretendono di poter fare quello che vogliono, alla barba di chiunque. Speriamo che la gente che lavora li cacci presto dal potere.

Ritratto di Koral

Koral

Ven, 27/11/2020 - 17:57

In questo caso, la censura è esattamento opposta. Si pretende che il giornalista accetti e pubblichi quello che decidee il politico. Ormai siamo fuori da ogni regola democratica. Paradossale che propro la Boldrini, paladina della libertà, voglia imporre il suo pensiero agli altri. Eh già, la dittatura è sempre solo di destra. A sinistra è tutto lecito.

d'annunzianof

Ven, 27/11/2020 - 17:59

'Liberta` di parola'.... detto da questa suona piu` come una bestemmia; ha confuso i loro diktat del pensiero unico con la liberta` d'espressione, succede spesso quando si ha il cervello fuso da troppa ideologia arcobaleno

Maura S.

Ven, 27/11/2020 - 18:00

Quella che si ingdhinoccia per i " black lives matter " e fa la gnorri riguardo le " white lives matter " Si è mai chiesta chi la mantiene????

omada2000

Ven, 27/11/2020 - 18:00

Un argomento senza senza capo ne coda ,non sa più cosa dire per motivare il suo lauto stipendio. Oggi è il 27 del mese, sicuramente il suo conto in banca sarà aumentato di altri 15.000 € , Io so io e voi non siete un c..zo

APG

Ven, 27/11/2020 - 18:09

La Boldrini pecca di troppo provincialismo in questa sua veemente difesa delle donne nella "Giornata contro la violenza sulle donne". E' troppo limitata, deve esporsi di più, deve aprirsi e perorare questa giustissima causa a livello internazionale, soprattutto deve andare di persona a portare le sue istanze nei paesi arabi, dove il corano e tradizioni millenarie relegano la donna a semplice oggetto di proprietà dell'uomo! E' la che la Boldrini deve andare a lottare, nei paesi arabi, dove le donne sono oggetti e costrette a vivere da schiave dell'uomo. E' la che la Boldrini deve andare per costruirsi un seguito di donne che a loro volta porteranno avanti le loro istanze di emancipazione e indipendenza dall'uomo. E' molto più facile fare sceneggiate con applausi e cori e con relativi inginocchiamenti nei paesi del mondo occidentale ... Tutto il resto è aria fritta!

Korgek

Ven, 27/11/2020 - 18:12

Boldry, quando parlano di te l'unico pensiero bello che mi viene in mente è che tra due anni finalmente sarai all'opposizione e l'Italia potrà mettere fine all'invasione incontrollata delle tue amate risorse.

Enne58

Ven, 27/11/2020 - 18:15

Coerenza sig.ra Boldrini, coerenza, vedrà che forse sarà più considerata. Come si fa a credere chi difende solo chi gli fa comodo e si dimentica volutamente degli altri

er_sola

Ven, 27/11/2020 - 18:15

Come la vedo, dica quel che dica, a torto o ragione, mi indispone.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Ven, 27/11/2020 - 18:22

Le parole "onorevole" e "Boldrini" sono un noto ossimoro.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Ven, 27/11/2020 - 18:29

era al pd...poi al leu....e ora?? nessuno piu' la vuole.se ne rendera' conto?

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Ven, 27/11/2020 - 18:32

Boldrini, impara dalla Pausini .....

RolfSteiner

Ven, 27/11/2020 - 18:49

La pretesa di vedersi pubblicato qualcosa? Chiedere e' lecito, con i dovuti modi, e rispondere e' cortesia, non obbligatoria peraltro. Sto ancora aspettando prese di posizione su certi fattacci che hanno visto come protagonisti i clandestini.

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 27/11/2020 - 18:52

Karl Popper:"Io ho una grande speranza, e cioè che, con la scomparsa del marxismo, noi riusciremo con successo ad eliminare la pressione delle ideologie come centro della politica".

Santorredisantarosa

Ven, 27/11/2020 - 19:18

PARLA QUELLA CHE SI E' SOTTOMESSA A COLORO CHE MASSACRANO LE FIGLI E MOGLI OLTRE AD INSEGNARE A SPOSARE BAMBINE, PEDOFILIA HAI CAPITO BOLDRINI?

Divoll

Ven, 27/11/2020 - 19:27

Non ho mai letto un rigo di questa signora in difesa delle donne musulmane...

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 27/11/2020 - 19:41

Storia vecchia. Troppo differenti. Feltri un giornalista di grande qualità, figlio del padre Vittorio e di destra. Boldrini una potente di sinistra, da evitare per salvare il fegato.

apostrofo

Ven, 27/11/2020 - 19:43

Forse mi è sfuggito un suo commento , o non c'è stato affatto, quando Emanuela fu barbaramente assassinata a Macerata. Non era una donna, ERA UNA RAGAZZA. OPPURE FA DIFFERENZA ?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 27/11/2020 - 19:47

Altra persona inutile e dannosa.

paco51

Ven, 27/11/2020 - 19:52

per favore, ignoriamola! io sono per il rispetto delle donmne, ma il mondo è cambiato e non l'hanno capito, sono arriivati i mussulmani e fanno squola( la q è voluta). DEbbono valutare ben con chi mettersi ed evitare quelli dei paesi non tuoi.

cgf

Ven, 27/11/2020 - 19:58

ma lei si è inginocchiata a favore di Jole? a favore di tutte le donne che hanno subito violenze nell'oltre 42% dei casi?

ilbelga

Sab, 28/11/2020 - 10:18

Vittorio, sei troppo preparato e intelligente. E' per questo che fai arrabbiare persone come la Presidente Boldrini...Sarà di sinistra???

Savoiardo

Sab, 28/11/2020 - 10:19

Gentile Boldrini vada in Africa a distribuire anticoncezionali,faccia qualcosa di utile e sensato una volta tanto.

routier

Sab, 28/11/2020 - 10:22

Considerare "censura" la scelta editoriale di un direttore di giornale è una sesquipedale sciocchezza.

giovanni951

Sab, 28/11/2020 - 10:23

se ne sentono fin troppo di baggianate della povera boldrina....bisognerebbe non considerarla piú, far finta che non esista.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 28/11/2020 - 10:44

Adesso cosa farà si genufletterà come solita fare in Parlamento? Dalla bocca della Boldrini fuoriescono parole che potrebbero lacerare il tessuto sociale di cui già facciamo parte come questo detto orribile:"Le loro abitudini saranno le nostre!" No signora parlamentare è proprio per il suo ragionamento politicamente scorretto che noi ci troviamo in questa situazione di degrado dalle periferie andando verso il centro.Vada a vedere i bivacchi degli extracomunitari nelle stazioni centrali delle principali città italiane e poi ne riparliamo. Vada a denunciare proprio i suoi diversamente italiani che hanno l'immunità della pena e questo grazie al suo commilitone Gentiloni che ha eliminato i reati meno gravi fino quattro anni quindi non penalmente perseguibili. Vada e prima di aprire bocca la tenga chiusa per rispetto delle vittime italiane per mano dei disadattati e dei clandestini.

justic2015

Sab, 28/11/2020 - 12:36

La solita boldrinata patetica sempre di più.

honhil

Sab, 28/11/2020 - 12:44

“… continuerò a difendere sempre la mia libertà di parola". Che nessuno le ha mai tolto. Mentre è lei, la surreale suffragista della personale libertà di parola, che pretende d’imporre agli altri le circonvoluzioni mentali su cui s’impegola.

Ritratto di navajo

navajo

Sab, 28/11/2020 - 12:45

La vera censura è quella dei giornali e delle Tv di sinistra che non pubblicano mai le notizie dei delitti (omicidi, rapine, stupri, aggressioni, spaccio) dei clandestini.

ziobeppe1951

Sab, 28/11/2020 - 12:58

BRAVISSIMO!...Mattia Feltri

Ritratto di Lissa

Lissa

Sab, 28/11/2020 - 13:00

Oddio, ancora la Boldrini? Per favore lasciatela sbraitare, è l'unica cosa che gli riesce bene.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 28/11/2020 - 14:04

Di fronte alla ben nota e reiterata ipocrisia di questa donna,la cosa giusta da fare è censurarla,quindi ben ha fatto Feltri,anche il giornale dovrebbe fare altrettanto. Basta parlare di lei.

routier

Sab, 28/11/2020 - 15:21

Il triste destino che attende certi ineffabili personaggi è la lenta scomparsa lella folta nebbia dell'oblio.

MammaCeccoMiTocca

Ven, 04/12/2020 - 14:57

Questa non deve essere pubblicata MAI. Nemmeno quando sta zitta. Ci risparmiamo tutti un brutto spettacolo.