Choc a Macerata: africani scatenano la rissa durante l'inaugurazione di un bar

Gli stranieri, avventori del locale, si sono affrontati con calci, pugni e bottigliate. In strada, gli africani hanno buttato a terra una donna e si sono gettati sopra di lei

Doveva essere una serata di festa per celebrare l’inaugurazione di un nuovo bar nel centro di Macerata ed invece, il gioioso appuntamento si è trasformato in una maxi rissa tra stranieri, probabilmente tutti africani così come i nuovi gestori del locale, nella quale i contendenti si sono affrontati senza esclusione di colpi in un assurdo crescendo di violenza.

Come riporta Il Resto del Carlino, la follia è cominciata intorno alle 22. Tutto sembrava scorrere tranquillamente quando all’improvviso, per motivi ancora ignoti, è scoppiato il caos più totale. Dopo le prime schermaglie verbali, la situazione è precipitata tanto che una decina di ospiti si sono affrontati a colpi di pugni, calci e bottigliate. Il tutto sotto gli occhi terrorizzati di diversi bambini e dei passanti che affollavano le mura ieri sera.

Alcuni clienti che stavano cenando nella pizzeria situata sull'altro lato della strada, spaventati per quanto stava accadendo a pochi metri da loro, hanno chiamato le forze dell’ordine. Sul posto è arrivata la polizia che, in poco tempo, è riuscita a riportare la situazione sotto controllo. Sembrava che la vicenda si fosse conclusa lì ed invece, non appena gli agenti si sono allontanati, gli stranieri hanno ricominciato a darsele di santa ragione.

Chi ha assistito alla scena ha raccontato che gli africani, almeno una ventina, si davano bottigliate in faccia e pugni. Addirittura, qualcuno ha anche visto che nel tratto sulla curva, in corrispondenza del Convitto, diversi immigrati hanno buttato a terra una donna, forse anche lei africana, e si sono gettati sopra di lei, incuranti delle urla della sventurata. Molti cittadini terrorizzati hanno allertato di nuovo le forze dell’ordine.

I carabinieri e gli agenti di polizia sono intervenuti contemporaneamente e hanno fermato i protagonisti della folle rissa. Tra i testimoni della maxi rissa vi è Alberto Tombesi, ex consigliere comunale di Macerata, che in quei drammatici minuti era al Palace per mangiare una pizza. “Saranno stati in 50 circa, in tutto in quel bar. Già questa città ha subìto situazioni importanti, purtroppo. L’integrazione va effettivamente realizzata, ma con flussi migratori corretti, necessari, richiesti, nel rispetto delle norme. La città va illuminata meglio, va tenuta bene. Serve una vera programmazione”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Lun, 05/08/2019 - 13:46

Insomma, se si è capito bene, 'solo' Legge della Giungla. Passiamo appresso.

Scirocco

Lun, 05/08/2019 - 14:40

Nell'articolo c'è un errore di stampa. Non va realizzata l'INTEGRAZIONE ma la DISINTEGRAZIONE.