Choc a Roma, tassista aggredisce una donna incinta al nono mese

La ragazza agli agenti: "Mi ha urlato di togliermi di mezzo. Aveva gli occhi di fuori"

Choc a Roma, tassista aggredisce una donna incinta al nono mese

Una banale lite stradale che sfocia in violenza. Ieri a Roma una donna, M.G. di 35 anni, incinta al nono mese di gravidanza - come riporta Il Messaggero - è stata aggredita da un tassista. Mentre la giovane stava tornando a casa in auto, si è trovata davanti un taxi che prepotentemente voleva tagliarle la strada con una manovra non consentita. Quasi andandole contro il tassista le ha urlato di "togliersi di mezzo". Quando la donna si è rifiutata di farlo passare, è scattata l'immotivata violenza: il tassista è sceso dall'auto cominciando ad urlare minacce ed insulti e dandole ripetutamente dei pugni sul veicolo. Poi, accorgendosi che la ragazza era in stato interessante, è risalito sull'auto di servizio e si è allontanato, speronando la fiancata della malcapitata.

"Aveva gli occhi di fuori" ha riferito, sotto choc, la donna al telefono alla agente della Centrale Operativa "Lupa", fornendo - tra i singhiozzi ed il pianto- parziali informazioni sulla targa e sul mezzo dell'aggressore. Dati che sono stati fondamentali per identificare l'autore del violento gesto. Ora sono in corso i controlli ed è al vaglio la posizione del tassista. Dopo aver denunciato i fatti, la giovane ha accusato dolori all'addome ed è stata accompagnata dagli agenti al pronto soccorso dell'ospedale Fatebenefratelli, che hanno aspettato fino alla sua dimissione. La polizia di Roma Capitale è riuscita a rintracciare l'aggressore della ragazza che ora rischia di ricevere diverse denunce e querele, oltre alla multa per la manovra illecita.

Commenti