Concerti, anniversari, alberghi La Ville Lumière non dorme mai

Raffinati hotel ristrutturati, stagione musicale svecchiata, ma anche eventi storici da festeggiare. La Capitale seduce con il nuovo, ma sempre fedele al suo passato

Concerti, anniversari, alberghi La Ville Lumière non dorme mai

Parigi è sempre Parigi, recita un'espressione popolare che regala appieno la forza evocativa, e non solo, della capitale francese. Perché andarvi, per chi non c'è mai stato? Le risposte - e tutte valide - sono centinaia, ma una potrebbe riassumerle: non si comprende l'Europa, se non si conosce la «Ville Lumière», la città della luce, in ogni senso. Perché ritornarvi, magari in autunno? Perché è sempre e comunque un'emozione, e perché la metropoli, pur restando se stessa, muta in continuazione offrendo nuove occasioni e inediti spunti.

Parchi e giardini, di cui la capitale è punteggiata in ogni quartiere, avvolgono in questa stagione il visitatore coi colori caldi del fogliame, come ovunque nel nostro Emisfero. Ma qui il fascino è speciale: provate a immergervi nei viali del Jardin des Tuileries o in quello del Luxembourg. O godere di una vista diversa da uno dei ponticelli che attraversano il Canal St. Martin, a est. E poi abbracciare la città dal battello, che percorre la medesima via d'acqua, dal Bacino dell'Arsenal fino al Parc de la Villette. Tutto è rassicurante, il nuovo e il vecchio.

Appena rinnovato, per esempio, tanto da catalogarlo come inedito, l'elegante hotel boutique 4 stelle Villa Saxe Eiffel, in posizione strategica tra la Tour Eiffel e Montparnasse e a pochi passi da Champs de Mars, Hotel des Invalides e St.-Germain-des-Près (www.villa-saxe-eiffel.com, tel. +33.1.47838690, camera doppia a 240 euro). É stato pensato come un prezioso mondo a sé, silenzioso pur essendo in pieno centro, immerso in un giardino giapponese, dove si erge l'edificio antico trasformato in un luogo moderno senza perdere charme e calore. Firmato dallo studio d'architettura Basselier Jarzaguet, vuole essere un omaggio a Gustave Eiffel con le sue 48 tra camere e suite distribuite su 4 livelli e giocate su tre tonalità del metallo: l'oro, l'argento, il corten. A rendere più raffinato l'hotel, ecco le sculture di Alberto Giacometti collocate nelle parti comuni. Per una serata diversa, se ne siete ammiratori o solo spettatori curiosi, prenotate il 30 o 31 ottobre il concerto di Lady Gaga allo Zénith (211 av. J. Jaurès, www. zenith-paris.com).

Per un appuntamento mondano di grande tradizione, scegliete invece il «sempreverde» Lido de Paris, tempio della rivista di altissima qualità e del burlesque (116 bis av. Champs Elysées, tel. +33.1.40765610, www.lido.fr, ingresso 65 euro, sempre aperto). Qui si sono esibiti nei decenni i migliori artisti del mondo: Edith Piaf, Shirley MacLaine, Marlene Dietrich, Maurice Chevalier, Jacques Tati, Josephine Baker, Elton John…

Sempre nel solco di una solida tradizione, per il vostro soggiorno parigino ecco l'Hotel du Collectionneur, splendido esempio di palazzo art déco, a 10 minuti di passeggiata dagli Champs Elysées (51-57 rue de Courcelles, tel. +33.1.58366700, www.hotelducollectionneur.com, camera doppia da 278 euro). A 400 metri dalla metropolitana, e con parcheggio privato, offre camere e suite (fino a 150 mq) con una vista incomparabile su Parigi. Le camere Executive consentono di accedere liberamente ai servizi dell'Executive Lounge: prima colazione, spuntini a ogni ora del giorno, cocktail serali. Una spa esclusiva di 400 mq, oasi di benessere, armonia e relax, propone cabine dedicate a trattamenti e massaggi, vasca idro-tonica, hammam, sauna… Il ristorante Le Safran, un'atmosfera calda e accogliente, suggerisce una raffinata cucina francese opera dello chef François Gagnaire (da 53 euro, vino escluso), e la possibilità di sedersi a uno dei tavoli disposti sulle due magnifiche terrazze panoramiche a dominio della Ville Lumière. In alternativa, il ristorante-brasserie dell'albergo propone specialità della tradizione, mentre il bar Viola serve ottimi cocktail.

Quest'anno festeggia 100 anni il Centre des Monuments Nationaux, l'organismo che si occupa dei più importanti musei e palazzi in Francia (www.tourisme.monuments-nationaux.fr); da visitare è uno dei suoi più pregevoli emblemi, la Conciergerie, lussuosa costruzione trecentesca al 2 di bl. du Palais 1er, divenuta prigione e luogo di tortura durante la Rivoluzione. La Salle des gents d'armes è un magnifico esempio di stile gotico «rayonnant» e la più grande sala medievale d'Europa.

Informazioni sulla città e sul Paese: www.rendezvousenfrance.com.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti