Condannato per un post su Facebook: diffamazione e odio razziale

Un operaio di Settimo Torinese aveva commentato la morte di un ragazzo siciliano sul social: "Sono felicissimo"

"Sono felicissimo un terrone in meno da mantenere". Così un operaio 42enne di Settimo Torinese aveva commentato la morte di Stefano Pulvirenti, 17enne siracusano deceduto in un incidente stradale dopo 23 giorni di agonia nel novembre 2015.

Il post del torinese, lasciato con un profilo falso, gli è valso una condanna per diffamazione aggravata da odio razziale. L'uomo ha patteggiato una condanna a 1000 euro oltre alle spese processuali a Siracusa.

Il commento su Facebook

"Quando vedo queste immagini - aveva scritto l’operaio con un falso profilo - e so che nella bara c’è un terrone ignorante, godo tantissimo. Peccato che ero al Nord altrimenti avrei c.. su quella bara bianca".

Le indagni

Le indagini erano partite dopo la denuncia di alcuni amici e compagni della vittima. Gli investigatori, dopo mesi di ricerca, a inizio 2016 sono riusciti a scoprire chi si nascondeva dietro a quel profilo Facebook. Poi la richiesta di giudizio per diffamazione aggravata da odio razziale e la condanna. Ora il procedimento passerà in sede civile con una richiesta di risarcimento.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

routier

Dom, 25/02/2018 - 12:27

Premesso che i morti si rispettano, mi pare da sprovveduti affidare a Facebook i propri pensieri, specialmente se sono suscettibili di censura.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Dom, 25/02/2018 - 12:30

Odio razziale nei confronti della "razza terrona"?...da quando in qua i terroni sono una razza? Boh...comunque, i querelanti ammettono, di fatto, di essere terroni, visto che si sono offesi.

killkoms

Dom, 25/02/2018 - 12:49

è magari è pure tesserato di qualche partito o sindacati di sinistra!

Alessio2012

Dom, 25/02/2018 - 13:07

Ma allora non c'è libertà di parola? E come mai quando queste cose vengono dette a Berlusconi nessuno si muove?

duca di sciabbica

Dom, 25/02/2018 - 13:10

stavolta mi felicito con Il Giornale per aver pubblicato per intero il post di questo minorato. Chissà che qualcuno in Sicilia e Calabria, mentalmente un coleottero come lui e perciò propenso a votare Salvini, non rinsavisca. Ma non ci spero troppo, sono casi disperati...

gianrico45

Dom, 25/02/2018 - 13:32

CUI PRODEST? L'avrebbero dovuto indagare a fondo.

Una-mattina-mi-...

Dom, 25/02/2018 - 15:13

PARE CHE NELLA VIGENTE DITTATURA L'IMMUNITA' CE L'ABBIANO SOLO GLI AMICI DEGLI AMICI, TIPO O.TOSCANI, OVVERO QUEI NOTI AUTORIZZATI A DIFFAMARE CHIUNQUE IMPUNEMENTE.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 25/02/2018 - 15:51

@giovinap - attento, per par condicio potrebbero condannarti. E ripetutamente, visto che sei recidivo.

gigi0000

Dom, 25/02/2018 - 16:04

Indiscutibile il cattivo gusto, ma dove sarebbe la diffamazione aggravata? Mi astengo sull'odio razziale, vista la volontà di eliminare il termine razza dalla costituzione. Quando i terroni augurano egual fine ai razzisti del Nord, invece va bene? Se ognuno stesse a casa propria, non vi sarebbero problemi di questo tipo.

sonny901

Dom, 25/02/2018 - 16:05

La cosa sconfortante è che uno ridotto così,giudichi ignoranti gli altri.Quando si dice l'inconsapevolezza......

yulbrynner

Dom, 25/02/2018 - 16:29

killkoms o magari della politica come a tanti non gliene frega un piffero!

Anonimo (non verificato)

petra

Dom, 25/02/2018 - 19:03

Chi non rispetta i morti mi fa specie, sempre.

osco-

Dom, 25/02/2018 - 19:45

non illudetevi dementi patani, le proiezioni demografiche sono impietose: i patani si estingueranno nell'arco di due o tre generazioni...EVVIVA.