Conte, la sinistra e la meschina fuga da Craxi

L'Italia politica di oggi, vista da Hammamet seduto sulla stessa poltrona posta davanti al televisore da cui la guardava Bettino Craxi attraverso i telegiornali, appare ipocrita e confusa come durante gli anni del suo esilio forzato.

Al governo c'è sempre il Pd, che esattamente vent'anni fa, morto Bettino, propose alla famiglia funerali di Stato (rifiutati come si rifiutano le condoglianze del boia); ma che oggi - controsenso logico - non si è degnato di mandare neppure un rappresentante sulla tomba del leader socialista per onorare il ventesimo anniversario della sua scomparsa.

Solo chi ha la coscienza sporca o è in malafede si rifiuta di fare i conti con la storia. Passi l'ignoranza dei Cinque Stelle e dei loro cantori, che ai tempi di Craxi statista andavano all'asilo o scribacchiavano di calcio come aspiranti giornalisti; passi che questi signori non sanno che sotto Craxi l'Italia ha avuto, per la prima e ultima volta, la tripla A dalle agenzie internazionali di rating (l'equivalente delle tre stelle per un ristorante); passi il cinismo di sbeffeggiare un morto raccontandone solo vicende giudiziarie, che se fossero loro i biografi di Dante, il Sommo poeta sarebbe ricordato come un pericoloso pregiudicato latitante a Ravenna vigliaccamente sottrattosi alla legittima condanna (a morte, tramite rogo) emessa da quei galantuomini che erano i giudici guelfi fiorentini. Lasciamo insomma stare i Cinque Stelle che sono quello che sono e che presto scompariranno nelle urne. Il problema (grosso, non riguarda solo la vicenda Craxi) è che un premier, Giuseppe Conte, che si atteggia a statista e una sinistra che si dice riformista hanno dimostrato in questa occasione con la loro esibita assenza tutta la loro piccola mediocrità.

Probabilmente era da ingenui sperare l'inverso. Conte è un parvenu furbetto che ha paura della sua ombra. In quanto agli altri, si possono redimere i peccatori, non i farabutti. Eppure il grande sforzo di Stefania Craxi a riabilitare la memoria del padre non è stato vano. Non c'è stata la firma della pace all'interno della grande famiglia socialista, ma questo anniversario (film, libri, documentari, dibattiti e quant'altro) ha ridato, dopo vent'anni passati in clandestinità, dignità storica, umana e politica a Craxi e al craxismo. In questo senso, alla faccia degli avvoltoi, missione compiuta, soldatessa Stefania.

Commenti

Santippe

Lun, 20/01/2020 - 17:17

Qualcuno spieghi al sindaco di Bergamo GORI che Craxi non è un oggetto da regalare a destra o a sinistra. Craxi appartiene alla storia d'Italia,e basta. Quelle sinistre/destre di allora, signor GORI, non ci sono più e nessuno può in buona fede ritenere che Craxi possa oggi appartenere a quel guazzabuglio da demenza senile che è la cosiddetta sinistra di oggi.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 20/01/2020 - 18:04

Ricordo bene Tangentopoli.Craxi pagò per tutti, pagò oltre i suoi reati ed i suoi misfatti.Tutti, da sinistra a destra, cavalcarono l'indignazione popolare verso la politica corrotta.La sinistra post pci ha le sue belle colpe in tal senso, ma le ha anche la destra missina e la lega che sventolavano i cappi in parlamento.E non ultimo forza italia che fece fortuna proprio per il suo essere nuova contro i politici di professione che rubano, salvo poi imbarcarli tutti.In italia, autocritca vera e seria sull'argomento non c'è mai stata.Anche questo editoriale che punta il dito verso una sola parte lasciando nel cassetto l'altra.

mzee3

Lun, 20/01/2020 - 18:04

E' vero Craxi appartiene alla storia d'Italia. Un'Italia che ha creato un debito pubblico enorme, che ha dato a Berlusconi la possibilità di farsi un impero economico. Un Berlusconi che pur di salvare le proprie aziende ha fatto credere che il sud sarebbe stato la California d'Italia. Craxi voleva cambiare l'Italia aiutando gli evasori fiscali, ha protetto un assassino come Abu Abbas. E' giusto dimenticare lui e quella stagione politica.

PassatorCorteseFVG

Lun, 20/01/2020 - 18:10

i veri uomini non hanno paura di un uomo morto,forse hanno paura del suo fantasma? solo chi ha la coscienza sporca cosi é. meditate gente, meditate,del vivi ipocriti bisogna aver paura,ma non di chi piu non c"é. ciao a tutti.

alox

Lun, 20/01/2020 - 18:17

Non sorprende che la missione e' compiuta...l'Italia e' un Paese di sinistra, al governo si alternano una sinistra estrema (come oggi) con quella moderata (la destra)

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 20/01/2020 - 18:25

C'è un passo del Vangelo in cui il Maestro risponde rivolto al futuro Primo Apostolo Pietro, (ndr. non a Di Pietro): ... proprio tu, quando il gallo canterà tu mi avrai rinnegato tre volte ... parole sante.

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Lun, 20/01/2020 - 18:27

direttore, la sinistra ci sta criminalmente portando alla rovina. Chissenefrega se non onorano la morte di Craxi, manco fosse stato un santo

Ritratto di michageo

michageo

Lun, 20/01/2020 - 18:38

Gori prima beneficiato di Berlusconi e poi traditore all'italiana con la gauche caviar

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Lun, 20/01/2020 - 19:34

"La tripla A delle agenzie di rating... Craxi come Dante... soldatessa Stefania..." LOL

Ritratto di dlux

dlux

Lun, 20/01/2020 - 20:25

Caro Direttore, io me lo ricordo il guitto Grillo, finto comico, picchiare duro sul PSI e preparare il terreno su cui sarebbe prosperata la gramigna dell'azione politica della magistratura rossa, sì, quella di mani-pulite che stendeva al tappeto tutti i partiti politici tranne, guarda caso, il PCI-PDS-DS-PD. Strano poi il fatto che gli eroi del pool transitarono quasi in blocco tra le fila del partito superstite. Chi aveva dubbi (io no davvero) sulla terzietà di cotanti magistrati...E lei si meraviglia che alla cerimonia di commemorazione di Craxi i comunisti non ci fossero?

il gatto nero

Lun, 20/01/2020 - 20:31

@mzee3. Lei è l'immagine perfetta di questi seminatori di odio che troviamo in tutte le pieghe della sinistra ( dal PD al M5S alle cosiddette sardine ). Non sono capaci, perche' non ne hanno la capacità spirituale e intellettiva di fare un punto a certe situazioni. Dal suo scritto traspare nettamente il suo odio per Berlusconi e per Craxi, favoleggiando su cose dette dai suoi compagni di merenda ( i comunisti ). Lei non provoca in me rabbia e sentimenti simili, ma solo pena e compassione per un povero diavolo ( lei ) che non ha capito come è fatta la vita. Le auguro un buon proseguimento della stessa e che si spenga il piu' tardi possibile, magari ripensando, in ultimo istante, alle povere cose che la sua mente riesce ad esprimere. Buona fortuna.

ex d.c.

Lun, 20/01/2020 - 21:04

Dopo 20 anni la SN non è ancora riuscita ad avere una parvenza di modernità. Ha cambiato il nome ma non l'ideologia

Ritratto di manasse

manasse

Lun, 20/01/2020 - 21:54

non sono mai stato socialista ma a parte lo spreco di garofani e pagliacciate varie ho sempre riconosciuto a Craxi il ruolo di politico serio e capace come ho sempre detto che se Togliatti fosse stato invece di un becero comunista un liberale gli italiani sarebbero il popolo più felice della terra ma purtroppo il secondo avendo appunto le idee sbagliate ha ridotti l'Italia e gli italiani schiavi di una burocrazia e di una magistratura opprimente e distruttiva

Ritratto di Acquachiara

Acquachiara

Lun, 20/01/2020 - 22:23

Ricordo bene. Tutti facevano le stesse cose vietate dalla legge, tutti lo sapevano, a tutti andava bene e per quarant'anni tutti hanno continuato a farlo. Poi qualcuno ha detto "il re è nudo" e tutti sono come impazziti agitandosi in tutte le direzioni in preda a pelosissima ed ipocrita indignazione. Craxi ha pagato per tutti, con sollievo di tutti, e la damnatio memoriae ha coperto con un velo sottile le colpe di tutti gli altri. Ma tant'è. Coeterum censeo... CALABRESI EMILIANI ROMAGNOLI: ANDATE A VOTARE!!!

Ritratto di nestore55

nestore55

Lun, 20/01/2020 - 22:42

mzee3 Lun, 20/01/2020 - 18:04...Sicuro di sentirsi bene? E.A.

peter46

Lun, 20/01/2020 - 22:43

Agrippina...meno male vah!,che stanca di stare su(i) Monti è tornata fra noi...che sta a dire?La dx missina,fuori da qualche m s,ma proprio qualcuna,che 'albergano' in tutti i partiti ed in quantità diversa, certo,non c'è per niente 'entrata' su quest'argomento in questi giorni.. .il giudizio su Craxi rimane sempre quello di allora,anzi le dirò di più e "berlusconianamente" anche,con il suo 'A Craxi non devo proprio niente' e 'ho messo a disposizione le mie tv per l'opera meritoria svolta da Di Pietro'...ma chi si vuol prendere in giro:la unica 'rondine' vista volare allora a Sigonella,e aperta a molteplici considerazioni,però,non fa 'primavera' per il fuggiasco,che rimane pur sempre un condannato anche per aver arraffato per 'interessi personali'. Che tutto sto 'remember' da giorni non sia a 'discolpa' delle frasi di sopra 'pronunciate' nel '92-3-4 quando si dava 'assalto' al governo per la difesa degl'interessi personali di chi li pronunciò?

Ritratto di bimbo

bimbo

Mar, 21/01/2020 - 09:35

Che strana la politica, come fare il ministero dello sviluppo economico, che in realtà serve solo ad indebitare ancora di più il paese.

Giorgio Colomba

Mar, 21/01/2020 - 10:56

Oggi invece abbiamo il Conte rimbalzato nella foto di gruppo della Conferenza di Berlino: a Giuseppi il rag. Fantozzi fa un baffo.

VittorioMar

Mar, 21/01/2020 - 12:05

..Ormai Scappano da Tutto ...dallo SCIOGLIMENTO delle CAMERE....dalle ELEZIONI...anche dalle proprie Responsabilità...I GHIBELLIN "vigliaccamente" FUGGIASCHI.....ma ci sono dei SILENZI che PREOCCUPANO MOLTO....

Ritratto di adl

adl

Mar, 21/01/2020 - 12:13

Direttore, di cosa ci meravigliamo, il PD occupa stabilmente da allora le poltrone di governo, ora in allegra compagnia poltrostellare, ed a parte il suo nome nulla è cambiato. Craxi era un gigante in tutti i sensi, ed il confronto con l'attuale dirigenza PD sarebbe impari. C'è un' azzeccatissima vignetta oggi su Italia Oggi, che raffigura il PD come una palla di piombo che galleggia sul mare solo grazie all'aiuto delle sardine che la tengono a galla, grazie al loro vuoto pneumatico di contenuti, dei loro vaniloquianti "pretendiamo" pretenziosi.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mar, 21/01/2020 - 15:58

Secondo me, Craxi ha avuto il grande difetto di parlare sempre in faccia alla gente, anche se magnava come gli altri politici, e purtroppo molti dei suoi colleghi si offesero della sua vanità e pertanto coattamente lo fecero escludere dai giochi usandolo come capo espiatorio.

vocepopolare

Mar, 21/01/2020 - 17:19

ma qualcuno ha fatto funzionare la materia grigia? si è mai chiesto quando è iniziato il caos in italia?"Mani pulite" è stata la sconfitta della democrazia italiana, ha messo fuori causa un'intera classe politica che fino a quel momento aveva portato il paese fra le potenze economiche mondiali. Una sinistra antagonista, ignorante , complessata , incapace di proporre, priva di idee e di ideali si è affidata alla magistratura diventata il primo potere in italia combattendo senza quartiere una rinnovata democrazia e spirito libertario ed imprenditoriale guidata da berlusconi. Quella magistratura ,rafforzata dal neo giustizialismo, oggi è ancora più forte e si è sostituita silenziosa ed attenta, al vagante potere politico.