Il capotreno vuole multarli, la baby gang lo pesta e lo deruba pure

Furioso per essere stato multato perché trovato senza biglietto, uno dei ragazzini si è scagliato contro l'operatore Trenitalia, strappandogli via anche il borsello di servizio con la contravvenzione e del denaro

Il capotreno vuole multarli, la baby gang lo pesta e lo deruba pure

Ennesimo episodio di violenza a bordo di un treno regionale ai danni di un controllore, aggredito da un gruppetto di giovani lungo la tratta Bologna-Ferrara. Trovato senza regolare titolo di viaggio, uno dei minorenni lo ha infatti assalito, rapinandolo anche del borsello.

I fatti, secondo quanto riferito dai quotidiani locali che hanno riportato la notizia, si sono verificati durante la mattinata dello scorso mercoledì 29 gennaio. L'operatore di Trenitalia stava effettuando un regolare controllo dei passeggeri a bordo del convoglio, quando si è imbattuto nel branco di ragazzini. Fra questi si trovava un giovane che stava viaggiando senza biglietto, motivo per cui il capotreno ha deciso di comminargli una multa.

Questo ha mandato su tutte le furie il minorenne, che non ha esitato ad aggredire il controllore nel momento in cui il treno si è fermato alla successiva stazione ferroviaria. Spalleggiato dai propri compagni, il giovane lo ha colpito con violenza, riuscendo anche a strappargli via il borsello di servizio che portava a tracolla. La situazione è quindi degenarata, con il treno impossibilitato a ripartire a causa dei disordini.

Fuggito con la borsa contente non solo il blocchetto delle contravvenzioni, ma anche del denaro contante, il minorenne è stato inseguito dal capotreno, che lo ha raggiunto e bloccato nell'atrio della stazione di S. Pietro in Casale. Qui si è dunque originata una furiosa colluttazione, al termine della quale il giovane è riuscito a scappare ed a far perdere le proprie tracce dopo aver avuto la meglio sull'operatore.

Successivamente quest'ultimo ha riconosciuto due amici dell'aggressore ed ha tentato di avvicinarli, ma questi si sono violentemente scagliati contro di lui. A salvare l'uomo dalla furia dei due minorenni alcuni suoi colleghi ferrovieri, accorsi per bloccare i ragazzini.

Della vicenda sono stati immediatamente informati gli agenti del centro operativo compartimentale della polizia ferroviaria, che hanno provveduto ad inviare alcuni loro uomini sul posto. Vestiti in borghese, i poliziotti hanno interrogato il controllore ed i colleghi per ottenere le informazioni necessarie ad avviare le indagini e rintracciare al più presto i responsabili.

È bastato un solo giorno di attività investigativa per consentire ai rappresentanti delle forze dell'ordine di individuare tutti i minorenni coinvolti, svolgendo le ricerche in vari comuni del bolognese. A finire nei guai 4 ragazzini, uno dei quali, ossia il responsabile della prima aggressione, già denunciato per i reati di lesioni a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio, rapina e porto abusivo di coltello. Anche un secondo ragazzo è stato segnalato all'autorità giudiziaria per rapina in concorso e lesioni, mentre non si hanno ancora notizie di eventuali provvedimenti penali presi nei confronti degli altri due minorenni.

Commenti