Sangue in tabaccheria: uccisi a colpi di pistola, confessa ex convivente

Le vittime, Francesca Petrolini e Rocco Bava, erano legati sentimentalmente da alcuni mesi. In passato la donna era stata minacciata da un ex fidanzato

Sangue in tabaccheria: uccisi a colpi di pistola, confessa ex convivente

Un uomo e una donna sono stati uccisi a colpi di pistola in una tabaccheria di Davoli Superiore, in provincia di Catanzaro. Le vittime sono la titolare dell'esercizio commerciale Francesca Petrolini, 53 anni e il suo compagno Rocco Bava, 43.

Secondo una prima ricostruzione degli eventi, il killer avrebbe sparato prima alla donna, uccidendola sul colpo. Bava avrebbe dunque cercato di scappare, ma l'assassino lo ha inseguito all'esterno del locale, ferendolo gravemente con due colpi d'arma da fuoco: il 43enne è morto poco dopo l'arrivo dell'ambulanza.

Entrambe le vittime, uccise a bruciapelo, erano separate e si frequentavano da qualche mese: i carabinieri impegnati nelle indagini, scavando nella vita privata dei due, hanno accertato che Francesca Petrolini in passato avrebbe ricevuto minacce da un ex fidanzato geloso e incapace di accettare la fine della loro relazione. Gli inquirenti, dunque, non escludono la pista del femminicido e sono impegnati a rintracciare l’ex compagno della Petrolini. L'uomo in serata è stato fermato e ha confessato l'omicidio.

Commenti