I conti della Ragioneria: 92mila contagi ad aprile

Una ricerca condotta dalla Ragioneria generale dello Stato stima che, entro i prossimi 4 giorni, assisteremo al picco giornaliero di contagiati (circa 4.500) prima di iniziare una graduale discesa. A fine aprile si arriverà ad un totale di circa 92 mila persone

Potrebbe essere una coincidenza, o forse un chiaro segnale del destino: il 25 aprile, anniversario della liberazione d'Italia, è l'ipotetica data in cui la pandemia da Coronavirus, da noi, dovrebbe trovarsi al capolinea. Sarebbe una nuova liberazione per il nostro Paese.

Prima di allora, però, i casi positivi da Covid-19 sono previsti raggiungere un picco di 92 mila persone, più di quanti ne ha fatti registrare la Cina fino a questo momento con la maggior parte dei quali, però, guariti.

Come riporta IlMessaggero.it, non si tratta di una previsione ufficiale ma una stima fatta dalla Ragioneria generale dello Stato: lo studio ha l'obiettivo primario di quantificare gli effetti finanziari di un provvedimento in via di definizione, cioè l'equiparazione dei periodi di quarantena dei lavoratori a quelli di malattia.

Il picco martedì, poi si comincia a scendere

Come si vede dal grafico in copertina, nella relazione tecnica al provvedimento è stata "disegnata" una curva della diffusione della malattia che si basa sui dati reali registrati dal ministero della Salute fino all'8 marzo. Secondo quello che è accaduto finora e per l'evoluzione che il Coronavirus ha avuto nel nostro Paese, viene ipotizzato che fino al 17 marzo i contagi possano raddoppiare ogni tre giorni con il picco previsto per martedì con quasi 4.500 nuovi malati al giorno. Successivamente, inizierebbe la tanto sperata discesa.

È chiaro che, in una prima fase, il numero di nuovi casi sarebbe ancora elevato per poi ridursi gradualmente fino alla fine del mese di aprile quando se ne conterebbero circa 92 mila inclusi sia quelli che sono guariti sia coloro che, purtroppo, saranno invece deceduti.

Il testo non contiene una stima sull'ipotesi del numero complessivo dei decessi ma si può ricordare che, finora, con poco più di 80 mila casi, la Cina ne ha contati circa 3.200. Invece, tra le ipotesi alla base dell'analisi c'è quella per cui per ogni contagiato vengono messe in quarantena quattro persone: tra i soggetti in sorveglianza, il 63% si troverebbe in età lavorativa e compreso tra i 18 ed i 66 anni di cui, il 5%, contrarrebbe a sua volta la malattia entro una settimana. Sulla base di queste premesse, l'allargamento dell'indennità di malattia costerebbe allo Stato circa 130 milioni di euro per l'anno in corso.

Attualmente, i dati ufficiali forniti alle 18 di ieri dalla Protezione Civile parlano di 12.839 positivi (2.249 in più rispetto al giorno precedente) con 1.258 guariti e 1.016 deceduti. I pazienti in terapia intensiva, il vero punto debole del sistema, sono 1.153, ossia 125 in più rispetto al giorno precedente.

"Gli effetti delle misure di contenimento più severe li vedremo solo tra 15 giorni. Stare a casa è obbligatorio, un obbligo categorico", predica Walter Ricciardi, consigliere del Ministro della Salute.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

jaguar

Ven, 13/03/2020 - 13:03

Quindi per non creare panico e visto l'alto tasso di mortalità italiano, avremo più di 5000 morti? Ma i conti non si fanno alla fine?

Ritratto di Gabriele184

Gabriele184

Ven, 13/03/2020 - 13:05

Stime che si basano sul nulla, dato che in Italia si fanno tamponi solo a chi è sintomatico! Con un minimo sforzo si potrebbero fare 1.000 tamponi su un campione casuale della popolazione per verificare la reale diffusione del virus, e magari scoprire che le misure prese dal governo potrebbero non essere necessarie perché tardive..

Reip

Ven, 13/03/2020 - 13:20

CONTINUANDO DI QUESTO PASSO SARÀ UN’ ECATOMBE!!!

KaterinaRozmajzl

Ven, 13/03/2020 - 14:02

FINE APRILE???!!! Ma non doveva essere INIZIO APRILE? Se i contagi continueranno ad aumentare per un altro mese e mezzo, e poi bisognerà attendere la EVENTUALE fase calante (che non si estrinsecherà in ogni caso prima di altre 3 settimane perché "ci vuole tempo per apprezzare gli effetti della quarantena"), fino a quando dovremo stare agli arresti domiciliari? Ferragosto? MA QUESTA E' FOLLIA!

polonio210

Ven, 13/03/2020 - 15:01

Ma la ragioneria dello stato non provvede alla formazione e gestione del bilancio dello stato?Praticamente sono dei contabili finanziari?Ed allora,cosa ci azzeccano con i virus?Cari amici,pensate veramente che alla data del 25 marzo 2020 ci faranno uscire di casa? Ma allora credete alle fate ed agli elfi.SVEGLIATEVI:se tutto andrà bene forse per fine settembre si tornerà,tanto per capirsi,ai limiti del primo decreto che resteranno in vigore fino alla primavera del 2021,sempre che il coronavirus non si ripresenti in inverno in forma più o meno virulenta.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 13/03/2020 - 15:48

Sarebbe una catastrofe.

bernardo47

Ven, 13/03/2020 - 15:57

La ragioneria dello stato, lasci perdere le questioni sanitarie e pensi al nostro bilancio e al debito.

KaterinaRozmajzl

Ven, 13/03/2020 - 16:00

ADOOOOOORO come le "fonti ufficiali" dicano "State a distanza di sicurezza e lavatevi bene le manine, ed #andràtuttobene!". Consigli che davano già le nonne durante la peste del 1600! Ma scusate, voi conoscete gente che si faccia tossire, starnutire o sputare in faccia per sport? Io mai incontrata una! O vi risulta che gli italiani siano degli zozzoni che si lavano una volta al mese? Ma vi pare che, se fosse così semplice, il contagio non si sarebbe arrestato già 3 settimane fa? Oltretutto, com'è possibile che in Paesi terzomondisti e vicini alla Cina (come Cambogia e Bangladesh) ci siano 3 casi in croce, e l'Italia, uno dei Paesi con la miglior igiene del mondo (hello, bidet!) e a mezzo continente di distanza, un altro po' abbia più casi della Cina stessa! Chiunque abbia almeno due dita di fronte capirebbe che questo virus è un'arma batteriologica fatta cadere dal cielo per decimare popolazioni e distruggere economie!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 13/03/2020 - 16:41

Ancora lontani del milione a letto per influenza degli anni passati.

Gio56

Ven, 13/03/2020 - 17:00

polonio210,visto che non sono capaci di gestione di bilancio statale ci provano con il calcolare i contagiati

Gio56

Ven, 13/03/2020 - 17:18

KaterinaRozmajzl,non per niente si sente sempre di più parlare la teoria demografica di Malthus, Seguite un po le inchieste di Maurizio Blondet qualcosa di vero ci sarà.

Gio56

Ven, 13/03/2020 - 17:45

do-ut-des,però non hanno mai messo in quarantena paesi interi per l'influenza.

Ritratto di adl

adl

Ven, 13/03/2020 - 17:52

Gli scienziati non si espongono a fare previsioni............le lasciano fare ai Ragionieri.

Raffaello13

Ven, 13/03/2020 - 18:27

92 mila è un calcolo PRUDENTE dei contagi che, se avanzassero con la progressione attuale, su di una stima effettuata giorno dopo giorno, pubblicata sul Gazzettino, arriverebbe a 150 000! SE il contagio NON rallenta, ma nemmeno accelera, sennò può arrivare a 2 Milioni!L'unica salvezza è qualche ASSO nell Manica, come un Farmaco Nuovo che riduca la gravità delle Polmoniti. Io spero nel Tocilzumab, che dovrebbe Diminuire le Secrezioni Polmonari, migliorando la respirazione nettamente! Spero si sbrighino ad usarlo su larga scala.

Raffaello13

Ven, 13/03/2020 - 18:30

Prepariamoci che Martedì NON Scenderà Niente! Troppo presto per ridurre i contagi, sarebbe un TRIONFO vedere Ridurre la % di Morti, con i nuovi farmaci sperimentati.