Coronavirus, i riti della Pasqua saranno celebrati senza fedeli

La decisione è stata comunicata della Prefettura della Casa pontificia. A causa dell’emergenza coronavirus, l’Angelus sarà solo in diretta streaming

L’emergenza coronavirus si abbatte anche sulla Pasqua. Nella serata di ieri, il sito della Prefettura della Casa pontificia ha diffuso un breve comunicato nel quale si spiega che "a motivo dell'attuale emergenza sanitaria internazionale, tutte le Celebrazioni Liturgiche della Settimana Santa si svolgeranno senza la presenza fisica di fedeli”.

Nel documento, inoltre, si informa che fino al 12 aprile le udienze generali del Santo Padre e le recite dell'Angelus saranno fruibili solo attraverso una diretta streaming sul sito ufficiale di Vatican News. Le immagini distribuite da Vatican Media ai media che ne fanno richiesta, "in modo da raggiungere comunque i fedeli di tutto il mondo".

Per questo motivo, saranno celebrate sempre senza la presenza di fedeli anche tutte le celebrazioni che precedono la Pasqua, tra cui la tradizionale Via Crucis al Colosseo presieduta dal Papa, appuntamenti religiosi che vedono la partecipazione di tantissimi di cittadini, pellegrini e di turisti. Dinnanzi al pericolo del coronavirus, quindi, anche il Vaticano è stato costretto ad alzare bandiera bianca, anche in considerazione che la situazione sanitaria legata al coronavirus difficilmente sarà passata prima delle festività pasquali.

Indubbiamente questa sarà stata una decisione molto difficile da prendere per Papa Francesco che, sulla questione, dovrebbe aver avuto l’ultima parola in merito. Solo due gironi fa, si ricorda, il pontefice aveva fatto riaprire ai fedeli le chiese di Roma che il suo vicario, monsignor Angelo De Donatis, aveva chiuso nonostante nessun divieto in questo senso fosse arrivato dal governo Italiano.

Se per la via Crucis al Colosseo, forse una degli eventi più suggestivi organizzati dalla Chiesa, è stato trovato il modo per celebrarla senza mettere a rischio la salute dei fedeli, ora bisognerà vedere come sarà organizzata la cerimonia del Giovedì santo, in cui, tradizionalmente, il Papa lava i piedi a dodici persone. In merito a questo rito, al momento, non sono state fornite ulteriori spiegazioni.

Ieri mattina, la Sala Stampa della Santa Sede ha fatto sapere che "di fronte alla situazione che si è venuta a creare a causa del coronavirus", il Papa ha deciso che la Santa Messa da lui celebrata a Santa Marta ogni mattina alle 7:00 continuerà ad essere trasmessa in diretta anche quest’altra settimana.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 15/03/2020 - 11:27

Sinceramente dispiaciuto. Per quanti ancora sono pervasi dalla fede, beninteso.

amicomuffo

Dom, 15/03/2020 - 11:56

tutto aperto...quando fà comodo, all'avvicinarsi della sventura, anche la Chiesa si adegua!

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 15/03/2020 - 12:42

Facciano un po' come gli pare,i fedeli sono sempre di meno,molti non hanno nemmeno internet,pertanto ad ascoltare le solite manfrine terzomondiste del biancovestito saranno in pochi,ma al Papa questo non interessa,tanto lui da la' mica se ne accorge. Io,ben inteso,ho di meglio da guardare.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 15/03/2020 - 14:03

AC-DC: non sarà più Avanti Cristo e Dopo Cristo, ma Avanti Coronavirus e Dopo Coronavirus...

titina

Dom, 15/03/2020 - 14:05

x mbferno. Chi crede prega in casa anche da solo, non c'è bisogno di pregare insieme.

Neb

Dom, 15/03/2020 - 14:29

Non abbiamo bisogno di preci ma di opere di bene, cioè che il vaticano rinunci ai due miliardi annui che si pappa dallo stato italiano.

pilandi

Dom, 15/03/2020 - 15:17

Eh sono problemi...

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 15/03/2020 - 17:32

Da Felicemente Ateo, non mi pongo questi problemi.

fifaus

Dom, 15/03/2020 - 17:40

Beh, anche la fede è diventata virtuale...