Pronta la stretta su feste e nozze: cosa cambia con il nuovo Dpcm

Sarà vietato sostare in piedi fuori dai locali. Le aziende dovranno incentivare lo smart-working

A pochi giorni ormai dal nuovo Dpcm che dovrebbe varare il governo, si cominciano a intravvedere quali saranno le norme da adottare. La stretta dell’esecutivo, guidato dal ministro della Salute Roberto Speranza e dal ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, sembra concentrarsi sul divieto di assembramento. La parola d’ordine è quindi stop alle feste, private e non, che possono favorire la diffusione del contagio e nuovi focolai. Vietate quelle in programma in luoghi o locali pubblici. E per quanto riguarda i matrimoni, gli invitati non potranno superare il numero massimo consentito di 30 persone. Anche i party privati avranno vita difficile, qui il numero massimo di partecipanti sarebbe già stato individuato: non più di dieci persone. Ovviamente in questo caso, essendo appunto feste private, non sarà molto facile controllare la situazione. Tutto nascerebbe dall’indicazione arrivata al governo dagli esperti dell’Istituto superiore di sanità: "È essenziale evitare eventi ed iniziative a rischio aggregazione in luoghi pubblici e privati”.

Locali chiusi alle 24

Palazzo Chigi, per aiutare il ministro Speranza, ha deciso di rimandare il vertice sull’emergenza, per dare probabilmente un po’ più di tempo al ministro per raccogliere le idee. Anche se, ufficialmente, il motivo era riconducibile a difficoltà in agenda. Feste private a parte, sul tavolo del premier Giuseppe Conte e capi delegazione e anche il divieto di somministrazione di alcolici da asporto nei locali dopo le 22. Oltre al divieto di consumo di alcolici nelle aree pubbliche e di fronte a bar e locali in cui non si potrà stare dalle 21 alle 6. Secondo questa norma si potrà entrare nelle sale o rimanere all’aperto, solo se seduti al tavolo e nel caso venga garantito il distanziamento tra le persone. In caso contrario si dovrà andare via. E stop alla movida, con il divieto di assembramento davanti ai bar dalle 21 e chiusura di locali e ristoranti anticipata alle 24.

Mascherine in casa

Probabilmente verranno imitali gli accessi ai ristoranti e ci saranno nuove restrizioni anche per cinema e teatri, già messi a dura prova: per il momento possono ospitare un massimo di 200 spettatori, nonostante la capienza massima di alcuni sia quasi di mille persone, come nel caso di importanti e grandi teatri italiani, tra i quali il teatro Manzoni di Milano. Difficile che molti di questi riescano a riaprire. Il governo sta vagliando tra l'altro l'ipotesi di una forte raccomandazione affinchè le mascherine siano indossate anche nelle case se in presenza di non conviventi ("Qui ci sono i maggiori contagi"), oltre al divieto di feste private e la conferma della limitazione delle presenze in congressi e manifestazioni pubbliche al chiuso (massimo mille persone all'aperto se consentito dalle condizioni). Vietato lo sport da contatto amatoriale e il calcetto.

Nodo dei trasporti pubblici

Già domani potrebbe arrivare un allentamento per i treni ad alta velocità con la possibilità di andare oltre il 50% previsto adesso, ma su bus e metropolitane si solleciterà un potenziamento dei controlli per far rispettare le regole mantenendo la distanza sia per chi sta seduto che per chi viaggia in piedi.

Incentivo allo smartworking

Un altro punto riguarda le sanzioni per coloro che non indossano la mascherina su naso e bocca, che il governo vorrebbe inasprire, ma che gli enti locali sostengono sia complicato da attuare. Meglio multe più basse ma certe. Infine una raccomandazione alle aziende e agli uffici pubblici, affinché incentivino lo smart-working tra i lavoratori. Secondo gli esperti: “I luoghi di lavoro si sono dimostrati fin dalla fase acuta un importante serbatoio di infezioni, non solo in ambienti a rischio specifico, come quello sanitario, ma anche in contesti che, in Italia e non solo, sono stati caratterizzati da cluster anche di notevoli dimensioni, ad esempio nel settore agroalimentare (aziende agricole, trasformazione delle carni, mercati) e in quello delle spedizioni mediante corriere. Inoltre, la ripresa delle attività lavorative in presenza, anche se in percentuali variabili a seconda dei settori, potrebbe contribuire alla attivazione di ulteriori focolai epidemici”.

I tre scenari possibili

L'obiettivo dell'esecutivo è scongiurare il ritorno alla fase acuta della pandemia e un nuovo lockdown, ma se sarà necessario potrebbero essere adottare misure più restrittive delle attuali. Gli scenari, secondo quanto emerge dalla varie ipotesi, sono tre, a seconda della gestibilità della diffusione del virus. Si potrebbe passare, dunque - questo il primo scenario - dal rafforzamento del distanziamento con zone rosse locali, smartworking e chiusure di istituti scolastici a seconda del numero di contagi registrati. Una stretta accompagnata alla contrazione degli orari di apertura dei locali e di bar e ristoranti, e delle modalità di frequentarli. Ancora non completamente esclusa l'ipotesi del divieto di spostamenti tra regioni e di riduzione del numero di ore di lezione scolastiche in presenza. Una serie di restrizioni che dovrebbero tornare a coinvolgere il numero massimo di invitati a cerimonie come i matrimoni, ma anche a semplici cene in case private. Questo è ciò che è emerso dal vertice di questa sera fra Conte e i capi delegazione.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Sab, 10/10/2020 - 10:07

Che ce ne faremo di tutta questa carta igienica?

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 10/10/2020 - 10:09

di quelli che sbarcano e si dileguano andando nei treni,bus,metro',senza controlli sanitari,nessuna menzione,ovviamente

Giorgio5819

Sab, 10/10/2020 - 10:13

Sarà vietato sostare in piedi fuori dai locali. ..in attesa del proprio turno per entrare sarà consentito solo sedersi per terra. Curate il cervello di questi sinistrati, in attesa di bandirli dal territorio ITALIANO.

ExOccidenteLux

Sab, 10/10/2020 - 10:25

Stanno perdendo il controllo della narrazione e devono impedire a tutti i costi che gli italiani si riuniscano per discutere di politica. Mattarella ha pure dichiarato che la libertà è collettiva, non individuale. Un tipico discorso totalitario.

jekill

Sab, 10/10/2020 - 10:27

mentre i clandestini possono girare indisturbati senza mascherina

COSIMODEBARI

Sab, 10/10/2020 - 10:37

Non sanno a quale altra fesseria pensare quale causa o motivazione di questo aumento di contagi. Adesso dicono che nascono in famiglia. Pertando i nullavalenti sposando questa tesi non ci dovrebbero più rinchiuderci in casa, tanto è la famiglia che contagia. Oppure tornando dal lavoro invece che tornare tra le pareti domestiche e gli affetti di famiglia dovremmo vivere ai giardinetti, utilizzare quelle panchine e gli eventuali cessi istallati nei giardinetti. Questi sono i nostri virologi, i nostri esperti. Ma virologi di che, ma esperti di che? Sono meno degli esperti del meteo, che non ci azzeccano mai.

pensiero7

Sab, 10/10/2020 - 10:47

E pensare che De Luca è stato eletto a maggioranza dai campani..una sorta di Karma?

ExOccidenteLux

Sab, 10/10/2020 - 10:48

@COSIMODEBARI Il 40% dei "positivi" da tampone è costituito da secondi e terzi tamponi fatti a gente già risultata positiva in passato (Nino Cartabellotta). Ci stanno prendendo in giro.

Marzo-2020

Sab, 10/10/2020 - 11:02

Bisogna fermare e contrastare gli intenti di questi pazzoidi che ci governano. E possibile che dobbiamo annientare la nostra esistenza per prolungare a tutti i costi quella degli over 85 !! Lockdown in cambio di cosa ?? Date almeno 1000 euro a testa per ogni persona adulta che non ha sostentamento se deve chiudere bottega.

Junger

Sab, 10/10/2020 - 11:15

I contagi avvengono come per ogni malattia infettiva a scuola e di lì in famiglia. (77 per cento) Mi stupisce che un politico serio come la Merkel abbia la pretesa di "controllare un'epidemia": è del tutto impossibile e la scienza lo sa. Invece è dovere dei politici evitare il panico nella popolazione con numeri completamente falsi e fuorvianti : letalità completamente sbagliata, numero ospedalizzazioni e non numero contagiati portatori sani!

ExOccidenteLux

Sab, 10/10/2020 - 11:19

@Marzo-2020 Secondo te l'obiettivo è salvare gli ottuagenari? Lo stesso Stato che vende sigarette, fabbrica numeri e uccide 50.000 persone ogni anno con la malasanità sarebbe preoccupato per la salute degli anziani? Ma figurati...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 10/10/2020 - 11:22

Prepariamoci al peggio. Questi condanneranno l'economia. Il massacro totale si sta compiendo.

agosvac

Sab, 10/10/2020 - 11:31

De Luca può chiudere tutto quello che vuole, in Campania: in fondo lo hanno votato. Ma chiudere l'Italia è tutt'altra cosa.

Indifferente

Sab, 10/10/2020 - 11:38

Come tutte le dittature, lo scopo è quello del controllo delle masse per comandare (governare è altro) senza ritegno. Della nostra salute non gli importa nulla. Infatti da maggio ad oggi non hanno fatto scorte di nulla, neanche dei semplici vaccini influenzali! Riflettiamo un attimo: tutte le norme e le prescrizioni sono nei confronti della popolazione. LORO non hanno doveri. Si limitano a comandare..

bernardo47

Sab, 10/10/2020 - 11:43

Serve la massima prevenzione e il massimo rigore! Anche ristoranti e bar vanno ricompresi nelle nuove norme!

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 10/10/2020 - 11:46

DPCM n° 342,3!

baio57

Sab, 10/10/2020 - 11:48

Il problema è che almeno l'80% della popolazione è d'accordo con questi psicopatici seriali. Spero di sbagliarmi.

Ritratto di lurabo

lurabo

Sab, 10/10/2020 - 11:56

stretta x gli italiani ma apriamo i porti a cani de porci

Giorgio Colomba

Sab, 10/10/2020 - 12:00

"Chiudiamo tutto", bofonchia De Luca. Niente lanciafiamme?

jaguar

Sab, 10/10/2020 - 12:03

Un Dpcm al giorno non toglie il virus di torno. Stiamo aspettando con ansia il nuovo lockdown, anche se Conte continua a dire che non si farà.

Ritratto di Biglucio

Biglucio

Sab, 10/10/2020 - 12:24

Se e quando deciderà di sposarsi mio figlio, prima di spedire gli inviti, dovremo chiedere il permesso, magari spiegando i motivi del perchè si invitano al ricevimento Tizio piuttosto che Caio o Sempronio? NOn se ne può più di questi pagliacci al governo!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Sab, 10/10/2020 - 12:24

Nei privèe? Intanto è meglio focalizzare l'attenzione sulle balle del chitarrista lagardiano che promette mari e monti ma, alla fine, il re. fu. è sempre più "impaludato" a Bruxelles fra distinguo e quant'altro, i cui effetti ne ritarderanno l'arrivo in casa nostra. Se il govenro prenderà il Mes, i grillozzi dovranno ingoiare anche questo boccone (per loro amaro e anche ideologico, oltre i traccheggi sui Benetton), ovvero dichiarare che in effetti il programma iniziale del movimento possono pure cestinarlo e trasformarsi in partito di governo, inchinati alla dama tedesca e al gallo francese. Non certo movimento di "lotta", quasi defunto.

rawlivic

Sab, 10/10/2020 - 12:28

R I B E L L A T E V I a questa dittatura sanitaria. Il covid esiste ma e' CURABILE!!! e per lo 0.5% della popolazione che si ammala ma poi guarisce, non si puo' bloccare e distruggere un'intera nazione!!!

bernardo47

Sab, 10/10/2020 - 14:08

Serietà e rigore! Assolutamente per prevenire!

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Sab, 10/10/2020 - 14:50

Una domanda che non vuole essere una provocazione... ma voi che vi lamentate ogni volta che si parla di limitazioni, cosa fareste se vi dicessero... sig. xyz ora lei ha la responsabilità del paese... che norme vuole introdurre per contrastare o limitare la diffusione del virus in Italia? E' una domanda seria... quindi non tirate fuori discorsi tipo immigrati che girano per i cavoli loro per le strade o robe del genere...!

cgc

Sab, 10/10/2020 - 14:56

@ExOccidenteLux D'accordo su tutto quanto hai scritto nei tuoi interventi sopra.

ExOccidenteLux

Sab, 10/10/2020 - 15:07

@Fabious76 Il fatto che tu chieda che norme introdurre "per contrastare o limitare il virus" fa capire quanto sei plagiato mentalmente. Semplice, nessuna norma. Perché fermare un coronavirus che lascia asintomatico il 95% e uccide lo 0,15% dei contagiati? L'età media al decesso è praticamente uguale all'aspettativa di vita media.

bernardo47

Sab, 10/10/2020 - 15:34

Anche ristoranti e bar vanno fatti chiudere presto! Sono fonti di diffusione e spesso non rispettano le precauzioni! nemmeno le minime!

Calmapiatta

Sab, 10/10/2020 - 16:20

Ma quanto gli piace l'emergenza a Conte e Co. Peccato che non riescono mai a far fronte a nulla.

Popi46

Sab, 10/10/2020 - 16:44

Sai che gliene frega delle nozze,tanto non si sposa più nessuno

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 10/10/2020 - 16:59

Se faccio il muratore, come posso fare per lavorare in smart working? Mi porto i ponteggi, mattoni, betoniera in soggiorno? Suvvia, i comunisti che si credono così intelligenti, come maurizio-macold, ST&, schiacciarayban, xgerico, Nahum, PeccatoOriginale, lorenzovan, BEPPONE50, ROUTE66, mcm3, moichiodi, fabius76, me lo spieghino.

Malacappa

Sab, 10/10/2020 - 17:11

Bhe'la stretta sulle nozze mi trova d'accordo bisogna essere pazzi per sposarsi adesso

ExOccidenteLux

Sab, 10/10/2020 - 17:20

@Malacappa Il regime ci conta. Sperano di aumentare ulteriormente la denatalità per completare prima la sostituzione etnica.

Pigi

Sab, 10/10/2020 - 17:29

Se il 76% dei contagi avviene in famiglia, non si vede come queste misure possano servire a qualcosa. Meglio non indagare sui "contatti strettissimi" che hanno provocato e provocano buona parte degli altri, che naturalmente non vengono impediti da queste strampalate misure.

cgc

Sab, 10/10/2020 - 17:35

bernardo47 Qualcuno, non ricordo chi, ha scritto che con lo spauracchio del covid-19, per la paura di morire tanti hanno rinunciato a vivere. Bernardo, se il 47 è il tuo anno di nascita, ti invito a ricordare tutte le malattie esentematiche oggi ritenute quasi letali che pure abbiamo superato senza assumere alcun farmaco, l'influenza asiatica del '57 superata anch'essa stando a letto sette giorni e tutte le influenze stagionali a tutt'oggi... digerite. Comprendo che a una certa età, essendo affetti da ameno due o tre patologie, l'influenza fa paura, ma questa è questione nostra. Se la strizza lo impone stiamo a casa e lasciamo che i giovani, refrattari checché se ne dica al covid, vivano la loto vita.

Giorgio5819

Dom, 11/10/2020 - 10:12

tomari- 16:59,... é complicato pensare di avere risposte sensate da certi deviati... loro ripetono a pappagallo le castronate del partito.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 11/10/2020 - 11:09

Ho a volte ascoltato, con diffidenza, discorsi del filosofo comunista Fusaro. All'inizio mi ha fatto sorridere, non l'ho mai preso sul serio anche per via di certi termini desueti che sentii urlare in giro ai tempi dell'università (fine anni '60), dove i compagnuzzi con le loro pseudo rivoluzioni culturali, interrompevano spesso lezioni di professori etc. Da qualche tempo quello che Fusaro dice, fra le righe, mi sembra sempre più accettabile, soprattutto sulla perniciosità (falsamente) "muscolare" di quel che dice il P.d.C. inchinato ai soliti due e a poteri forti oin salsa massonica che vogliono fare il loro comodo in casa nostra. Avanti di questo passo e in qualche decennio finiremo .. "ghettizzati".

Ritratto di Italia_libera

Italia_libera

Dom, 11/10/2020 - 16:34

Caro governo e chi lo ha votato e in questi giorni votato comunista! Ma i divieti ci sono solo per l'etnia italica? Vale anche per le altre etnie clandestine che fate sbarcare liberamente in Italia senza nessun controllo alla frontiera terrestre e quella marittima!