Coronavirus, pronta la prima fiala del vaccino: così "uccide" Covid-19

A Seattle iniziano le sperimentazioni su 45 volontari del prototipo di un vaccino. Ma prima di poter arrivare a un vaccino efficace e sicuro serviranno 12-18 mesi

Tra una settimana, un Istituto di Seattle riceverà le prime punture per testare il vaccino contro il coronavirus, messo a punto dall'azienda americana Moderna. Si tratta di due iniezioni nella parte superiore del braccio, somministrate a distanza di 28 giorni, su 45 volontari. Iniziano così le prime sperimentazioni.

Una buona notizia, che ha fatto però correre ai ripari il responsabile dell'Istituto di malattie infettive americano, che ha precisato: "Un conto è avere un prototipo per i test, un conto è un vaccino sicuro ed efficace da somministrare a milioni di persone". Per arrivare a quello, infatti, servirà almeno un anno.

La prima fase è stata molto veloce: in soli 42 giorni, dopo aver avuto a disposizione la sequenza del genoma di Covid-19, Moderna è arrivata ad ottenere la prima fiala. Ad annunciarlo è stata la stessa società, che lo scorso 24 febbraio ha presentato il primo lotto di mRNA-1273, il vaccino "per uso umano". Le prime fiale sono state inviate a diversi istituti, per iniziare la fase uno di sperimentazione. Il mRNA-1273 mira ad introdurre nell'organismo dei volontari la proteia "spike", che forma la corona del virus, così da attivare il sistema immunitario.

Ma ad essere lenta sarà la seconda fase: i vaccini sperimentali, infatti, devono essere testati prima sugli animali, poi su piccoli gruppi di persone. Ma la parola d'ordine è "cautela": per questo, le sperimentazioni sono lunghe. I 45 volontari di Seattle verranno sottoposti a 11 visite in studio e 4 telefoniche, per un periodo di 14 mesi. Come spiega l'istituto, i partecipanti allo studio subiranno due iniezioni del vaccino mRNA-1237, a distanza di 28 giorni, per tenere sotto controllo eventuali effetti collaterali. Verranno testate diverse dosi del vaccino: il primo gruppo riceverà una dose di 25 microgrammi, il secondo di 100 e il terzo di 250.

Oltre a Moderna, anche altri laboratori sono vicini alla messa a punto di un prototipo del vaccino. Il bersaglio di tutti questi lavori è la proteina "spike", che verrà introdotta nel corpo dei pazienti, per dare il via alle difese immunitarie dell'organismo e sviluppare gli anticorpi necessari a sconfiggere il virus. "La nostra tecnologia si basa su un tipo di virus chiamato adenovirus, isolato dai primati, che usiamo come veicolo", ha spiegato a Repubblica Stefano Colloca, capo della tecnologia di Reithera, la biotech italiana che lavora al vaccino: "Somministrato con una puntura nel braccio, l' adenovirus penetra nelle cellule del muscolo e inizia a produrre la spike". Così il sistema immunitario impara a difendersi.

Per introdurre la spike possono essere usate diverse tecniche: iniettare direttamenti frammenti di Dna e Rna o servirsi dell'adenovirus come veicolo. Ma, spiega Colloca, in entrambi i meccanismi ci sono due incognite: "Le spike potrebbero mutare forma man mano che il virus si evolve" e le cellule del braccio dei pazienti potrebbero non produrre spike o farlo in minima parte: "Da questo dipenderà l' efficacia del vaccino".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

obiettivo75

Mer, 11/03/2020 - 10:10

forza. avanti così. se tutti remiamo nella stessa direzione ce la facciamo. L'importante è iniziare a provare qualcosa.

glasnost

Mer, 11/03/2020 - 10:12

Provare a coinvolgere il governo italiano, coi suoi grillini no-vax, potrebbe essere di aiuto?

sbrigati

Mer, 11/03/2020 - 10:16

Domanda da incompetente, ma il vaccino non dovrebbe essere iniettato solo a persone che ancora non hanno contratto il virus?

gpetricich

Mer, 11/03/2020 - 10:26

Il mio sistema è molto più efficace: isolare la Cina, chiudere le frontiere di tutto il mondo a persone e merci provenienti dalla Cina fino a quando non smetteranno di vivere nel medioevo. Dal 2003 in poi questa gente ha provocato solo danni. Sarebbe ora di finirla una volta per tutte.

Luca66

Mer, 11/03/2020 - 10:27

A mio parere il "vaccino" è già pronto da tempo. Giace ben custodito dentro a qualche cassaforte e verrà fuori al momento giusto. Non sono un complottista ma, visto come sono andate e come vanno le cose, sono solo realista. Gli Americani insieme agli Israeliani lo tireranno fuori dal cilindro così, a parte passare per "salvatori dell'umanità", i primi potranno azzerare il loro debito pubblico, attualmente saldamente in mano ai cinesi, e i secondi potranno vivere finalmente tranquilli nella terra consegnatagli dopo la WWII. Chi è morto o morirà è solo un trascurabile "effetto collaterale". Sarebbe tempo, per tutto il genere umano, di godersi un pò di quella serenità che il breve lasso di vita concessaci merita. Basta giocare al "piccolo chimico" con virus e batteri sull'onda di un motto come "America first"!!!

amicomuffo

Mer, 11/03/2020 - 10:27

un anno è troppo e nel frattempo, la gente muore....chi ripagherà i loro famigliari della perdita?

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 11/03/2020 - 10:34

Chiediamo a Conte e soprattutto ai grillini se sono d'accordo su tuttoquello che GLI ALTRI stanno facendo:-) . Saranno contente le ong che finalmente possono riprendere a far sbarcare i clandestini SOLO IN ITALIA ...un pò meno contenta la germania che conoscendo il popolo italiano ,anche se disunito, riesce sempre a riprendersi anche bene anzi benissimo......sono contastazioni sbagliate?

Lugar

Mer, 11/03/2020 - 10:49

Misteri e tecnicismi. Se il vaccino è pronto e funziona, perchè aspettare 12 o 18 mesi per il suo utilizzo?

jaguar

Mer, 11/03/2020 - 11:11

Buona notizia, ma in un anno cosa succederà?

Beraldo

Mer, 11/03/2020 - 11:18

La gente si sta fregando da sola continuando a ragionare in termini di nazioni, di fronte a una minaccia che di nazionale non ha niente. Questo è un nuovo 11 settembre, e dietro ci stanno poteri che vogliono togliervi ogni libertà individuale per rendervi schiavi. Dare la colpa alla Cina fa parte del piano.

routier

Mer, 11/03/2020 - 11:25

Luca66 - 10:27, Purtroppo non ho la verità in tasca tuttavia credo che il suo post non sia molto lontano dalla realtà.

gpetricich

Mer, 11/03/2020 - 11:27

Una domanda assurda (che sembra assurda): hanno provato con la tachipirina?

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Mer, 11/03/2020 - 11:31

Quanto sono stati pagati i volontari per testare questo prototipo di vaccino? Una volta terminata la profilassi verranno paracadutati in zona rossa per vedere se sono immuni?

necken

Mer, 11/03/2020 - 11:40

Grande USA avevano già previsto tutto, a loro il senso degli affari non manca di certo...

necken

Mer, 11/03/2020 - 11:44

Luca66@:il ragionamente appare abbastanza logico non parliamo di complottismo ma solo di affari

Gianni11

Mer, 11/03/2020 - 12:02

Vaccino "efficace e sicuro"? Ma cos'e' questa? La bufola dell'anno? Non esiste nessun vaccino efficace e sicuro. Il vaccino contro l'influenza che danno tutti gli anni non funziona. E forse esiste un vaccino contro l'aids? E si dovrebbe credere a un vaccino contro questo virus che e' un virus combinato di virologia tipo influenza e aids geneticamente alterato? Ma servira' a far miliardi a certe compagnie e iniettare la gente con chissa' che roba. Mettetevi in fila, gente, mettetevi in fila.

Ritratto di frank60

frank60

Mer, 11/03/2020 - 12:02

@LUCA66:La penso come lei...

Beraldo

Mer, 11/03/2020 - 12:07

Per quelli che incolpano la Cina: è partito stamattina dall'aeroporto di Hangzhou il primo aereo cargo con 26,4 tonnellate di aiuti, materiale medico, per l'Italia. L'Europa ci ha negato gli aiuti e devono arrivare dalla Cina. Hanno in programma di fornirci anche 1000 ventilatori per la respirazione e medici che hanno fatto esperienza nell'epidemia di Whuan. La Anhui Charity Foundation sta raccogliendo fondi per aiutare l'Iran, mentre Pompeo, dell'amministrazione Trump, ha chiesto di nondargli più medicine perché il virus sta funzionando meglio delle sanzioni. Questa è la drammatica situazione in cui ci troviamo.

DRAGONI

Mer, 11/03/2020 - 12:09

12-18 MESI!!LA VARIABILE TEMPO PER QUESTI STREGONI - SPERIMENTATORI E' INDIPENDENTE DALL'EMERGENZA MONDIALE MORTALE IN ATTO.

Divoll

Mer, 11/03/2020 - 12:58

@ gpetricich - Guardi che la Cina ha gia' fermato il contagio, adesso stanno gia' chiudendo tutti gli ospedali di emergenza perche' non ci sono piu' ammalati di coronavirus. Quindi, semmai, adesso saranno loro a isolarsi da noi.

Divoll

Mer, 11/03/2020 - 13:00

Questa e' la dimostrazione che quel che dicono in molti e' vero: questo virus e' stato prodotto nei laboratori americani come guerra batteriologico-virale contro la Cina. O non avrebbero potuto produrre un bel niente in soli due mesi, neanche un vaccino sperimentale. Adesso ci guadagneranno sopra le multinazionali farma

Luca66

Mer, 11/03/2020 - 13:03

Grazie a tutti coloro che condividono il mio pensiero. Aggiungo solo un "particolare" che avvalora la mia tesi; pochi lo sanno ma sappiate che ci sono solo due Paesi al mondo che, da e verso gli USA, godono di rapporti privilegiati (soprattutto commerciali) senza cioè dazi di alcun genere. Guarda caso essi sono: Canada e Israele.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 11/03/2020 - 13:17

... ma si, possiamo aspettare anche 20 anni, tanto siamo quasi 8 miliardi!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 11/03/2020 - 13:35

"Un conto è avere un prototipo per i test, un conto è un vaccino sicuro ed efficace da somministrare a milioni di persone". E quale è il titolo a questa notizia? "Coronavirus, pronta la prima fiala del vaccino: così "uccide" Covid-19". Non cambierete mai; sensazionalismo e disinformazione anche nei momenti più delicati.

Ritratto di Deluso_da_tutto

Deluso_da_tutto

Mer, 11/03/2020 - 14:08

12-18 mesi? Andiamo bene...

Frankdav

Mer, 11/03/2020 - 14:30

Bene, nel 2021 saremo preparati

Divoll

Mer, 11/03/2020 - 15:00

@ Luca66 - La penso esattamente come lei. E con la Cina che ora viene in nostro soccorso e' davvero il caso di dire che nessuno e' piu' pericoloso di certi "amici alleati", specie quando si tratta degli Usa. Chissa' che un giorno non siano chiamati a rispondere di tutte le guerre for-profit e di tutti i crimini contro l'umanita' che hanno compiuto dal 1945 a oggi.

penelope68

Mer, 11/03/2020 - 15:02

Ah perchè davvero ci sarebbe qualche pazzo scellerato che si farebbe iniettare quell'intruglio a scatola chiusa? gia' di per se i vaccini TUTTI in generale, sono composti da schifezze, figuriamoci questo intruglio messo assieme in 2 /3 settimane!!! PAZZIIIII

Ritratto di ..coviDEL.pd

..coviDEL.pd

Mer, 11/03/2020 - 15:12

12 18 mesi,CON LE PRESIDENZIALI? ah,ah,ah, mica sono inettaglia

Werekoala

Mer, 11/03/2020 - 15:51

Ok iniettiamo il vaccino senza test preliminari perché altrimenti "ci vuole troppo". Se poi fa più danni del virus non fate polemiche.

rokko

Mer, 11/03/2020 - 15:54

Gianni11 ma a te chi l'ha detto che il vaccino contro l'influenza non funziona ?

rokko

Mer, 11/03/2020 - 15:55

Vedo che il complottismo va per la maggiore.