Corre impazzito contromano sull'Autofiori: 36enne travolto e ucciso da un suv

Il suo corpo è stato sbalzato a una trentina di metri di distanza, dilaniato dal violento impatto e frenato dalla rete di protezione del guard rail, altrimenti sarebbe sicuramente finito sotto il viadotto

In preda a un accesso di follia ha iniziato a correre, contromano, sull’A10. Ha percorso circa un chilometro, fintanto un suv, condotto da un cittadino monegasco, lo ha travolto e ucciso. Il suo corpo è stato sbalzato a una trentina di metri di distanza, dilaniato dal violento impatto e frenato dalla rete di protezione del guard rail, altrimenti sarebbe sicuramente finito sotto il viadotto.

È finita così la vita di un romeno di 36 anni, affetto da problemi psichici, partito in autobus con la madre dalla Slovenia per recarsi in Spagna. Nella serata di ieri, la comitiva di turisti si è fermata nell’area di servizio di Bordighera, in provincia di Imperia, a pochi chilometri dal confine con la Francia.

C’è chi è andato a bere un caffè, chi al bagno e chi a visitare lo shop. Il trentaseienne è andato al bar, ma pochi istanti dopo ha iniziato a dare in escandescenze, tanto che era previsto un suo ricovero in psichiatria, perché in quelle condizioni non avrebbe potuto proseguire il viaggio.

Non c’è stato il tempo, però. Improvvisamente, è uscito dal locale ed ha iniziato a correre come un disperato sulla carreggiata. Alcuni veicoli sono riusciti a evitare l’ostacolo, ma giunto in una zona buia, complice dunque la scarsa visibilità, un automobilista che si trovava al volante di un suv della Bmw, ha cercato di inchiodare, ma non ha potuto evitare l’impatto che è stato tremendo.

Il corpo del 36enne, infatti, è stato caricato e sbalzato sull’opposta carreggiata. Sul posto sono quindi intervenuti il personale sanitario del 118 con la polizia stradale della sottosezione di Imperia Ovest, che sta indagando sull’accaduto. Si è poi appreso che nello stesso viaggio, dalle parti di Bergamo, il giovane romeno aveva tentato un analogo exploit. Ma la prima volta gli è andata bene. Il monegasco è stato indagato per omicidio colposo, ma soltanto come atto dovuto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cabass

Lun, 10/09/2018 - 10:59

Sarà anche un atto dovuto, ma se si viene incriminati per qualcosa, di ciò resterà sempre traccia da qualche parte. Poi vallo a spiegare a chi ti deve dare un lavoro o del credito, che quello era solo un atto dovuto perché un rumeno impazzito ti si è buttato sotto mentre passavi tranquillamente in macchina... Ci si dovrebbe andare più cauti, con questi "atti dovuti"!

Martinico

Lun, 10/09/2018 - 12:15

Mi sta bene l'atto dovuto, che consente ai PM la piena indagine ma se appunto si parla di atto dovuto nei confronti di un cittadino, lo stesso non dovrebbe in assoluto modo mettere mano al portafogli per pagamenti di onorari legali ma dovrebbe essere messo tutto a disposizione a titolo gratuito dalle procure.

Pinozzo

Lun, 10/09/2018 - 12:17

cabass, perche' scrivi se non ne sai una mazza? Se vieni assolto non resta NESSUNA traccia da nessuna parte.