Cronache

Didier Ellena è il nuovo presidente e amministratore delegato di JTI Italia

Ellena, precedentemente alla direzione di JTI Francia, ha iniziato la sua carriera in Japan Tobacco International nel 1995 all'interno del reparto vendite. Adesso guiderà JTI Italia

Didier Ellena è il nuovo presidente e amministratore delegato di JTI Italia

Didier Ellena è il nuovo Presidente e Amministratore Delegato di JTI Italia, società del gruppo Japan Tobacco International. "Sono estremamente orgoglioso e onorato dell’opportunità di guidare JTI Italia. Sono certo che, grazie al nostro team di talento, continueremo a costruire la storia di successo di JTI in Italia" ha dichiarato Ellena.

Chi è Didier Ellena

Ellena, precedentemente alla direzione di JTI Francia, ha iniziato la sua carriera in Japan Tobacco International nel 1995 all'interno del reparto vendite, ricoprendo nel corso del tempo diversi incarichi con crescenti responsabilità, tra cui quello di Responsabile del Trade Marketing per la regione dell’Europa Centrale, a Ginevra.

Nel 2014, il manager è stato chiamato a Budapest per dirigere il Mercato Ungherese e dall’aprile del 2016 ha assunto la guida dei Mercati Adriatici. Nell’ottobre del 2017, è stato nominato Vice Direttore Generale di JTI Russia, guidando congiuntamente il reparto Marketing e Vendite. Il primo settembre del 2018 è subentrato a Yves Barbier come Amministratore Delegato di JTI Francia, che ha diretto fino alla sua recente nomina a Presidente e Amministratore Delegato di JTI Italia.

L'importanza di JTI

Toccherà quindi a Ellena, adesso, guidare i prossimi passi di JTI Italia. È importante sottolineare che la società da sempre si distingue per il contributo allo sviluppo della comunità in cui opera, che in Italia, nello specifico, si realizza attraverso il sostegno all'economia, al tessuto sociale e alla cultura del nostro Paese.

Da oltre 10 anni, infatti, JTI è impegnata a favore della tabacchicoltura italiana, tramite l'acquisto di tabacco in foglia, della qualità Virginia Bright, e il coinvolgimento di oltre 1.700 addetti nelle fasi di coltivazione, raccolta e prima lavorazione del tabacco. Inoltre, JTI sostiene iniziative che spaziano dal sociale alla tutela dell’ambiente.

Commenti