Diritto all'oblio, ecco il link per chiedere a Google di cancellare articoli e foto

Da Mountain View un modulo online per "ripulire" la propria reputazione online

Diritto all'oblio, ecco il link per chiedere a Google di cancellare articoli e foto

In rete gira un articolo o una foto che lede la vostra reputazione? Da oggi basta lungaggini: in tutta Europa Google consentirà ai cittadini di far valere il proprio diritto all'oblio in (quasi) un click.

Il colosso di internet ha predisposto un modulo online attraverso il quale i cittadini europei possono richiedere la rimozione di link dai risultati di ricerca. "Esamineremo ogni richiesta cercando di bilanciare il diritto alla privacy con quello all’informazione", dice un dirigente Google, ricordando che una sentenza della Corte Ue del 13 maggio "richiede a Google di prendere decisioni difficili in merito al diritto di un individuo all’oblio e al diritto del pubblico di accedere all’informazione". Per questo, continua, "Stiamo creando un comitato consultivo di esperti che analizzi attentamente questi temi. Inoltre, nell’implementare questa decisione coopereremo con i garanti della privacy ed altre autorità".

Sulla pagina messa online da Google (qui il link) ci sono tutte le istruzioni per far rimuovere dai risultati delle ricerche i contenuti ritenuti lesivi (che non saranno quindi più indicizzati). Saranno cancellati quelli che "includono informazioni obsolete sull'utente" e quelli che non hanno "informazioni di interesse pubblico, ad esempio se riguardano frodi finanziarie, negligenza professionale, condanne penali o la condotta pubblica di funzionari statali". Per richiederne la rimozione basta inserire i propri dati (o quelli del proprio assistito se l'istanza è avviata da un avvocato), spiegare brevemente il perché debbano essere cancellati e allegare una copia del documento di identità.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti