Ecco quanto costa avere un posto auto sotto casa

A Roma e Milano il pass per il posto auto è gratuito, mentre a Firenze basta esporre la fotocopia del libretto. Nelle altre città si paga

Strisce blu, bianche o gialle, posti riservati. Le grandi città, fa notare La Stampa, hanno regole molto diverse fra loro per il rilascio dei tagliandi che permettono ai residenti delle zone con parcheggio a pagamento di trovare un posto sotto casa gratuitamente o a costi assai elevaticon scadenze annuale o valide per sempre.

A Roma i residenti delle zone con sosta a pagamento possono richiedere il permesso per massimo due auto a persona. Il tagliando è gratuito e senza scadenza, finché non cambiano le condizioni di chi ne ha fatto richiesta. Anche gli artigiani che lavorano nelle zone con sosta a pagamento e i fuori sede, ossia i domiciliati nella Capitale che hanno residenza in un'altra città, possono avere il permesso per un veicolo valido un anno. Il tagliando si richiede on line e viene inviato via mail.

A Milano il contrassegno di autorizzazione alla sosta “Pass” è gratuito, è gratuito e dura tre anni. E' valido per residenti e non dà permette di parcheggiare nei posteggi riservati ai residenti nel proprio ambito zonale, delimitati da strisce gialle o blu. Anche a coloro che sono proprietari di un box possono ottenere il Pass per residenti. Le strisce gialle, invece, delimitano i parcheggi riservati. A Napoli attualmente il permesso costa 10 euro e vale un anno anche per i domiciliati, ma è in discussione la proposta di portare la cifra a 120 euro l’anno per la sostra dei residenti.

A Torino dal primo maggio il permesso di parcheggio per i residenti ha un costo calcolato in base a tre fasce Isee: da zero a 20 mila euro costa 45 euro (come era per tutti fino al 30 aprile), ridotti a 10 per chi ha un'auto con potenza inferiore ai 100 kw e un Isee sotto i 12 mila euro. Tra 20 e 50 mila il costo sale a 90 euro, mentre arriva addirittura a 180 euro per gli Isee sopra i 50 mila euro. Inoltre sono state introdotte, via sperimentale, le strisce gialle riservate per chi abita nella zona della movida a San Salvario, dopo quelle delle vie intorno ai Murazzi (solo in alcune sere alla settimana).

A Palermo i permessi di sosta per residenti e domiciliati (e per un familiare o badante degli over 65) hanno validità annuale o biennale e costano rispettivamente 10 e 20 euro. Col pass si ha diritto di parcheggiare gratuitamente nelle strisce blu della propria zona. A Genova i residenti, i domiciliati o dimoranti, ma anche le persone sottoposte a cure mediche in ospedali della città, che vivono nelle zone Blu Area possono usare un contrassegno a scadenza annuale che permette di parcheggiare, liberamente e senza limiti di tempo, nella sottozona dove è situata la propria casa e in una ulteriore sottozona a scelta. Il costo varia in base al numero di persone del nucleo famigliare e di auto: 25 euro fino a due veicoli, 50 euro per il terzo veicolo, 300 euro per quattro o più veicoli.

A Bologna i residenti nella zona centrale e nelle corone semicentrale e semiperiferica possono sostare gratuitamente nella propria zona dentro le strisce bianche riservate o in quelle blu. Il contrassegno R viene rilasciato gratuitamente per non più di un veicolo a persona e fino al numero massimo di due veicoli per famiglia. A Firenze per residenti ci sono degli spazi riservati alla sosta gratuita dei veicoli a tre o quattro ruote nella zona di appartenenza. Possono sostare h24 anche negli spazi di sosta promiscua e nelle fasce orarie 8-9, 18-20 negli spazi di sosta a rotazione veloce. Per parcheggiare gratuitamente basta esporre la fotocopia della carta di circolazione dalla quale risulti ben leggibile l’ultimo indirizzo di residenza e la targa del veicolo.

A Bari i residenti e i dimoranti che non dispongono di posto auto privato, ma anche i proprietari di autoveicolo, titolari di leasing o di contratto di noleggio a lungo termine hanno diritto al contrassegno per la sosta nella zona a sosta regolamentata. Per ogni persona possono essere rilasciati fino a 3 contrassegni: il costo annuale è di 30 euro per la prima auto e di 300 per la seconda e la terza. Esistono anche dei permessi temporanei del costo di 10 euro.

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 02/05/2017 - 14:17

ma perchè non costruire autosilos? Vuoi la macchina sottocasa? Acquisti oltre l'auto anche il posto auto in un autosilos.