David Rossi, le prove distrutte: cosa hanno voluto nascondere?

Ecco tutto quello che la magistratura non ha fatto nelle prime indagini. Gli errori che oggi, potrebbero costare il prezzo di una mancata verità

Niente è rimasto uguale dal giorno in cui David Rossi ha perso la vita. La vicenda che descrive la scomparsa di quell’uomo, anche a distanza di anni, non si è mai cristalizzata. Mese dopo mese, nuovi capitoli del tragico racconto sono stati scritti. Dalle testimonianze (poche), dalle indagini dei periti (molte) e grazie alla famiglia che non ha mai smetto di chiedere giustizia. Della tragica morte del mangaer del Monte dei Paschi di Siena solo una cosa è rimasta ferma da quel giorno di marzo del 2013. La verità giudiziaria.

“Dal punto di vista processuale siamo fermi al processo principale. Le indagini sulle cause della morte del dottor Rossi sono di fatto state archiviate. Per ben due volte", ci spiega Carmelo Miceli, legale della famiglia Rossi. "Sono aperte delle indagini parallele. Delle indagini collegate presso altra procura di altro tribunale. Delle indagini che potrebbero essere collegate presso lo stesso tribunale di Siena".

La prima archiviazione del caso che definiva il decesso del capo della comunicazione di Mps un suicidio è avvenuta immediatamente dopo la scomparsa di David. Dopo alcuni mesi, con il dissequestro del materiale da parte della procura di Siena, la manacata accuratezza nelle indagini emerse in maniera tanto chiara quanto dolorosa. L’ipotesi accreditata dalla magistratura non era l’unica pista percorribile, secondo gli indizi suggeriti dalle prove rinvenute della scena del crimine. "Io credo che ci sia stato un condizionamento molto forte, all’inizio, da parte di chi, a tutti i costi, vedeva in quei fatti un suicidio - continua Miceli - E quindi questa visione ha condizionato tutto. È una teoria che condiziona gli eventi. Di fatto qualsiasi cosa è stata affrontata, nella migliore delle ipotesi, con il massimo della superficialità".

Una superficilità che, oggi, potrebbe costare il prezzo di una mancata verità. Dopo due anni il caso viene riaperto. Per la prima volta si iniziano a fare delle indagini. Si comincia ad andare a fondo su tutti gli aspetti fondamentali tralasciati durante i primi accertamenti. Il magistrato che si occupa del caso deciderà di riniziare a mettere in ordine tutti i tasselli dell’assurda vicenda. E lì scoprirà che, molte delle informazioni fondamentali per arrivare a comprendere le dinamiche di quello che fino a quel momento era stato definito un suicidio, sono andate perdute.

Il tempo aveva reso gli errori della procura di Siena irrecuperabili. Non sono mai stati chiesti nell’immediato i tabulati delle celle telefoniche di tutti cellulari che sono transitati nei pressi della banca nelle ore dell’accaduto. Se fosse stato fatto avrebbero, ad esempio, potuto rintracciare l’identità dell’uomo, mai identificato, che ad un certo punto entra nel vicolo in cui si trovava il corpo di David con un telefono all’orecchio.

I vestiti di David non sono mai stati sequestrati, sui suoi indumenti nessuno ha mai fatto delle analisi. Così come sulle ferite identificate sul corpo dell’uomo. Non è mai stato fatto l’esame istologico. Indagini che avrebbero permesso di capire il momento in cui David si sarebbe procurato quelle ferite e, forse, tolto i dubbi su una possibile colluttazione avvenuta proprio quella sera, prima che il corpo di David precipitasse. Non si è fatto immediatamente l’esame del Dna sul corpo di David. Né sul suo orologio, né sui suoi telefoni cellulari. I fazzoletti sporchi di sangue ritrovati nel cestino del suo ufficio non sono mai stati analizzati e distrutti dalla procura il 14 di agosto, prima ancora che fosse decretata l’archiviazione del caso. "Quei fazzolettini sono stati confiscati al pm un giorno dopo aver avanzato una richiesta di archiviazione - spiega l’avvocato - e quindi a processo ancora in corso, a indagine ancora in corso, senza una pronuncia dell’autorità giudiziaria, in pendenza del termine per l’opposizione". Di chi era quel sangue? Rimane un mistero.

Non sono mai state acquisite le immagini di tutte le telecamere interne ed esterne alla banca, escluso quella che ha ripreso la caduta. Elementi che avrebbero permesso di identificare tutte le persone che avevano transitato fuori e dentro la banca in quelle ore. Anche il video rinvenuto non è integrale ma è stato tagliato. Parte un minuto prima della caduta e finisce prima dell’arrivo dei soccorsi. La procura non ha aperto nell’immediato un fascicolo per il reato di omissione di soccorso per ritrovare la persona che entra nel vicolo con il telefono all’orecchio dopo le 20. A novembre del 2015, nel momento della riapertura del caso, niente di tutto ciò era ormai più recuperabile. In quei due anni, il tempo trascorso ha reso impossibile ritrovare tutti gli elementi mai presi in considerazione e utili a capire se quello di David è stato davvero un suicidio.

"Ci sono ancora molte cose che si possono fare", ammette senza ombra di dubbio l’avvocato Miceli. “Ora è necessario comprendere se quella caduta è una caduta accidentale o meno, comprendere se all’atto della caduta David fosse o meno lucido e vigile, comprendere se prima di quella caduta ci siano state delle colluttazione che darebbero una spiegazione palese ai segni rinvenuti sul corpo, comprendere dove sono avvenute quelle colluttazioni e quindi da lì comprendere chi era in prossimità del luogo in cui tutto è avvenuto. Accertate queste cose sarà più semplice risalire al movente".

Una ricerca della verità che prosegue attraverso le indagini della famiglia che, assieme al legale, attende di comprendere le ragioni per cui pende un procedimento a Genova, la procura compente per reati che hanno o come persona offesa o come indagato altri magistrati, per il sistema di rotazione di Siena. “Siamo curiosi di capire se e cosa deciderà Genova e poi all’esito faremo le nostre valutazioni per capire se depositare un’eventuale istanza di riapertura”. Parallelamente è stata avviata anche un’azione parlamentare, su proposta dell’onorevole Valter Rizzetto, di Fratelli d’Italia, è stata presentata una proposta di legge per l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta. Sottoscritta e condivisa da tutti i gruppi parlamentari. “È ancora al vaglio della capigruppo della Camera dei Deputati e aspettiamo che almeno questa venga esitata per comprendere almeno se, ancorchè in sede parlamentare, si possano nel frattempo avviare i dovuti approfondimenti", spiega Miceli. Che poi ammette: "Non mi preoccupa il tempo trascorso. La giurisprudenza ci dice che, a distanza di trent’anni, ci sono state sentenze di primo grado per omicidio che hanno reso giustizia alle vittime".

Vai allo speciale sulla morte di David Rossi

Commenti

veromario

Gio, 19/12/2019 - 08:20

È inutile continuare a fare commenti,anche i bambini hanno capito che è stato gettato dalla finestra

Algenor

Gio, 19/12/2019 - 08:21

Un altro "mistero italiano" in cui stranamente le indagini si arenano...

VittorioMar

Gio, 19/12/2019 - 08:24

..e il CSM ha qualcosa da dire o indagare ?...ci sono altre priorità !!

gneo58

Gio, 19/12/2019 - 08:31

la magistratura non fa' errori - valuta sempre tutto attentamente piu' e piu' volte - se ci sono stati degli "errori".......

Brutio63

Gio, 19/12/2019 - 08:37

Una morte molto sospetta connessa con il crack di una banca importante da sempre santuario finanziario rosso Silenziata ed insabbiata! Un mistero come la morte di Calvi o la P2 ma qui la censura del soccorso Rosso oscura e silenzia la grande stampa allineata e coperta, un coro belante di mediocri giornalisti lecchini

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 19/12/2019 - 08:44

Io non credo mai agli errori per caso,C'è sempre qualche manina dietro.

Ritratto di jenablindata

jenablindata

Gio, 19/12/2019 - 08:45

... questa storia puzza come la carogna di un pescecane: e come quella,PUZZA DALLA TESTA. guardando le cose con un minimo di logica,la netta sensazione è che ha fatto la fine di calvi: "casualmente" suicidato pure lui... e come lui,"casuamente" implicato o a conoscenza di fatti che probabilmente potevano nuocere a parecchi. cui prodest? A CHI ha FATTO COMODO,questo "suicidio"? e CHI avrebbe dovuto indagare minuziosamente... e non lo ha fatto? e perchè?

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Gio, 19/12/2019 - 08:56

... è stato ammazzato.

flip

Gio, 19/12/2019 - 09:00

M.P.S. BANCA DEL pc.

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Gio, 19/12/2019 - 09:05

...Elementare Watson.. è stato ammazzato.La magnistratura ha chiuso due occhi e due orecchie ..chissà pourquoi! e che dire,ce magnava tutta la jetbossociety a Siena ??

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 19/12/2019 - 09:05

La peggior magistratura del mondo cd civile e non che da un po si occupa delle indagini con risultati costantemente pessimi

Boxster65

Gio, 19/12/2019 - 09:06

Chi ha condotto le indagini con superficialità va indagato per depistaggio e concorso in omicidio. Vedrete che messi dietro alle sbarre i conigli cominceranno a parlare. E ne vedremo delle belle!

leopard73

Gio, 19/12/2019 - 09:07

Hanno distrutto le porcherie komuniste questa e la verità!!!

kkkkkarlo

Gio, 19/12/2019 - 09:11

Ma a quel fenomeno del pm nessuna conseguenza?

Ritratto di navigatore

navigatore

Gio, 19/12/2019 - 09:11

quando si vogliono fare sparire prove compromettenti ai compagni MAGISTRATI di MG,tutto è lecito e non si trova mai il colpevole, procedura contro i soliti IGNOTI???

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 19/12/2019 - 09:13

Sarebbero bastate solo due semplici circostanze a seminare grossi dubbi sulla tesi del suicidio. Non ti getti da una finestra, cosa complicata, all'indietro e l'orologio non cade dalla finestra, molto dopo di te, per propria volontà.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 19/12/2019 - 09:14

IL SOGGETTO ALFA DA' UN ORDINE A BETA IL QUALE LO FA ESEGUIRE A GAMMA COINVOLGENDO DELTA. UNA VOLTA ESEGUITO L'ORDINE, BETA E GAMMA SPARISCONO PER SEMPRE, QUINDI DELTA NON SA NULLA DI ALFA NEANCHE SOTTO TORTURA. PIU' E' LUNGA LA CATENA E MAGGIORE SARA' LA PROTEZIONE DI ALFA. PER QUESTO SPESSO VI SONO INCIDENTI APPARENTEMENTE INSPIEGABILI. GLI "ALFA" SEGUONO SEMPRE LO STESSO SCHEMA, PER I "PROBLEMI" TROPPO VISTOSI USANO IL POPOLO ATTRAVERSO IL DENARO ED I MEDIA TUTTO DI PROPRIETA' DEGLI ALFA, AIZZANDOLO SULLE PIAZZE CONTRO L'OBBIETTIVO COME PER ESEMPIO LE "SARDINE", PER QUESTO LE MASSE VENGONO DISTRATTE E TENUTE POVERE.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Gio, 19/12/2019 - 09:18

Omicidio di stato.

Ritratto di hardcock

hardcock

Gio, 19/12/2019 - 09:34

Non sono errori ma azioni criminali dolose atte a celare il marcio presente in quel lurido paese. Mao Li Ce Linyi Shandong China

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Gio, 19/12/2019 - 09:54

...Elementare mio caro Watson..è stato ammazzato.La magnistratura ha chiuso due occhi e due orecchie ..chissà pourquoi! e che dire,ce magnava tutta la jetbossociety a Siena ??

dante59

Gio, 19/12/2019 - 09:55

E il cittadino italiano non schierato politicamente a sinistra dovrebbe avere fiducia nella magistratura? I compagni direbbero che sono "ben altre" le criticità... tipo olgettine, rubacuori, sequestri di immigrati da parte di ministri. Non sia mai rimestare nello stagno fetido dello xanadu senese. E comunque il CSM, rimesso a nuovo dopo lo scandalo del tonno palamares, vigila per noi. Tutto a posto nella magistratura. Forza compagni!

Fjr

Gio, 19/12/2019 - 10:20

Se non fosse per la drammaticità della vicenda ,da come sono state costruite le prove sembrerebbe di assistere a una puntata di CSI Topolinia dove a fare le ricerche troviamo il commissario Basettoni,in questa storia tutti hanno coperto la verità e se sono arrivati a questo evidentemente dietro c’è molto di più’ che un semplice omicidio,spero che si riesca a far luce su David Rossi e che la sua storia non vada a far parte di uno dei tanti misteri sporchi di questa nazione

sbrigati

Gio, 19/12/2019 - 10:22

Una curiosità, ma le persone che si sono allontanate dal corpo senza chiamare aiuto, sono state perlomeno indagate per omissione di soccorso?

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 19/12/2019 - 10:39

vedete se ne sanno qualcosa i cavalli del palio di siena o quelli del palio pd o i vertici del palio di banca italia, i vertici del palio di m.p.s.!

seran

Gio, 19/12/2019 - 10:40

Lo dissi già due anni fa che Rossi è stato suicidato. Chi si butta dalla finestra cade di schiena e ha ferite nella parte anteriore. La mia opinione rimane che la banca rossa con il supporto della magistratura rossa ha preso per i fondelli tutti i cittadini italiani. Ormai siamo evidentemente sotto dittatura comunista.

i-taglianibravagente

Gio, 19/12/2019 - 10:51

ARRIVA LA MASSONERIA...CHE TUTTE LE PROVE SI PORTA VIA. E quando ci sono in ballo loro...non c'e' giudice che tenga...I signori giudici Massoni lo sanno bene...prima c'e' il dovere MASSONICO e poi tutto il resto...io a CERTI ERRORI DEI GIUDICI...non ci credo.

ziobeppe1951

Gio, 19/12/2019 - 11:39

SINISTRA=MASSONI

flip

Gio, 19/12/2019 - 11:46

collusione (politica,affari e giustizia??

VittorioMar

Gio, 19/12/2019 - 11:48

..altro GIGANTESCO DANNO ERARIALE !!chi PAGA ? sempre il Contribuente ONESTO ITALIANO !!!

buonaparte

Gio, 19/12/2019 - 13:24

QUESTO è UN ENNESIMO CASO DOVE LA MAGISTRATURA ROSSA FA POLITICA E SINISTRA E GIUDICI DI FRTTOCCHIE SONO TUTTO UNO. ALTRO CHE SARDINE IN PIAZZA CONTRO SALVINI QUI è DA SCENDERE IN PIAZZA CONTRO QUESTA VERGOGNOSA MAGISTRATURA ED IL SUO CAPO.CIRCONDIAMO I TRIBUNALI FINO A QUANDO NON USCIRANNO DALLA MAGISTRATURA I GIUDICI COMUNISTI E DI FRATTOCCHIE ..

flip

Gio, 19/12/2019 - 15:08

C'è una frase (in latino) sulla facciata principale del palagiustizia di Milano che dice: VIVI ONESTAMENTE E NON ROVINARE GLI ALTRI! te capi???

Elizabet

Sab, 21/12/2019 - 12:24

Chissà cosa sapeva e chi poteva incastrare. Hanno fatto in modo che tacesse per sempre ....