Napoli, esplode villa a Giugliano: feriti gravemente due anziani

Lo scoppio, da un primo rilievo effettuato dai vigili del fuoco, sarebbe stato provocato dal cattivo funzionamento dell’impianto di riscaldamento a gas propano liquido. Il forte boato ha riversato per strada l’intero isolato

Napoli, esplode villa a Giugliano: feriti gravemente due anziani

Sono ricoverati in gravi condizioni all’ospedale Cardarelli di Napoli due anziani di Varcaturo, frazione del Comune di Giugliano in Campania. Nella notte, in seguito ad uno scoppio, si è incendiata la loro villetta e nell’esplosione la coppia è rimasta ferita. 80 anni il marito, 78 anni la moglie, dai primi bollettini medici diramati dal nosocomio napoletano non sembrano essere in pericolo di vita. I due anziani non hanno fatto in tempo a lasciare la propria abitazione e sono stati colpiti dai detriti e ustionati dalle fiamme in varie parti del corpo.

Lo scoppio, da un primo rilievo effettuato dai vigili del fuoco, sarebbe stato provocato dal cattivo funzionamento dell’impianto di riscaldamento a gas propano liquido. Non sarebbe stato quindi un errore umano a scatenare l’inferno, ma un difetto strutturale. L’incendio ha interessato una parte della villa a tre piani, che ha subito il crollo di alcune pareti per la forte esplosione.

Momenti di panico sono stati vissuti anche dagli altri residenti di viale Parco della Noce. Il forte boato ha riversato per strada l’intero isolato. Sono stati proprio i vicini a prestare i primi soccorsi alla coppia di anziani. Una decina di persone sono entrati in casa portando fuori l’uomo e la donna, privi di sensi. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri di Varcaturo e di Giugliano e il 118.

La zona dell’incidente è stata immediatamente transennata, alcuni residenti sono stati fatti sgomberare per il rischio di ulteriori crolli della villetta. A scopo precauzionale è stata chiusa anche l’abitazione adiacente all’edificio in cui c’è stata l’esplosione, perché ha subito seri danni strutturali. Sull’episodio, che poteva costare la vita a più persone, stanno indagando le forze dell’ordine.

Commenti