Fano, si spoglia davanti a una 13enne poi fugge: fermato afghano

Lo straniero ha tentato un approccio con la sua vittima, denudandosi davanti a lei. Fortunatamente la reazione della 13enne è stata immediata: le sue grida hanno richiamato l’attenzione di alcune amiche, causando la fuga del responsabile

Fano, si spoglia davanti a una 13enne poi fugge: fermato afghano

Tanta paura per una 13enne di Fano, che durante la serata della scorsa domenica ha subito delle pesanti molestie sessuali da parte di uno straniero all’interno della mediateca Montanari.

Protagonista in negativo della vicenda un afghano di 22 anni, richiedente asilo ormai da diversi mesi ospite nel nostro Paese.

Secondo quanto riferito dalla stampa locale, l’extracomunitario avrebbe tentato un approccio con l’adolescente nell’antibagno, spogliandosi dinanzi a lei. La vittima ha reagito prontamente gridando e riuscendo così a richiamare l’attenzione di alcune amiche che si trovavano non distanti dai bagni della mediateca. Le ragazze sono immediatamente accorse in suo aiuto, dunque l’afghano si è visto costretto a rinunciare a quanto progettato e, dopo essersi rivestito, ha cercato di allontanarsi e far perdere le proprie tracce.

Gli agenti del commissariato di Fano sono giunti sul luogo in seguito alle segnalazioni ricevute. La giovane vittima ha raccontato quanto accaduto e fornito una descrizione del responsabile, riconosciuto ed identificato anche dallo stesso personale lavorativo della mediateca, di cui era frequentatore abituale.

Lo straniero aveva tentato di trovare rifugio nelle vicinanze dell’edificio, ma fortunatamente è stato individuato dai poliziotti e tratto in arresto. Incriminato con l’accusa di tentata violenza sessuale, il 22enne si trova ora dietro le sbarre del carcere. La prima udienza dovrebbe tenersi nel corso della settimana, ma l’imputato ha già trovato un legale di fiducia a cui affidare la sua difesa.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti